1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. fidesa

    fidesa Membro Junior

    Seguo ed apprezzo il forum dall'anno passato (in occasione della istituzione della "cedolare secca") ed ora mi vedo costretto a rivolgermi a voi per avere alcuni chiarimenti.
    Sono proprietario di un appartamento affittato in regime di cedolare secca. Il conduttore mi ha già comunicato che in data 30 giugno lascerà l'appartamento. Ho già trovato un nuovo inquilino al quale affitterei l'appartamento sempre in regime di cedolare secca e con identico canone, ma non prima del settembre 2012. Ho già provveduto a compilare tramite CAf il 730 nel quale sono state computate il saldo 2011 e la prima e seconda rata del 2012. Ora vi chiedo:
    1) Nel contratto verrà espressamente previsto il regime cedolare secca e la non richiesta di adeguamento annuale del canone; è necessario inviare la raccomandata ?
    2) avendo già conteggiati gli acconti 2012 nel 730 (importi che verranno trattenuti dal sostituto d'imposta), occorre pagare gli acconti come feci nel 2011 in occasione della opzione per la cedolare secca ?

    Mi scuso se non sono stato sufficientemente chiaro e ringrazio chi vorrà darmi lumi.
     
  2. tovrm

    tovrm Membro Senior

    Proprietario di Casa
    1) No
    2) gli acconti 2012 verranno calcolati col metodo storico e quindi sulla base del canone per il numero dei mesi assoggettati a cedolare secca nel 2011. Se non hai esonerato espressamente il sostituto d'imposta (barrando la colonna 5 del rigo F6), sarà lui a detrarti l'importo degli acconti direttamente in busta paga.
     
  3. alberto bianchi

    alberto bianchi Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Cedolare secca sugli affitti: nuovi chiarimenti dalle Entrate
    Agenzia Entrate , circolare 04.06.2012 n° 20

    L'opzione per la cedolare secca (art. 3, c. 11, D.Lgs, n. 23 del 2011) non ha effetto se di essa il locatore non ha dato preventiva comunicazione al conduttore con lettera raccomandata, con la quale rinuncia ad esercitare la facoltà di chiedere l'aggiornamento del canone a qualsiasi titolo.

    Lo chiarisce la Circolare 4 giugno 2012, n. 20 con la quale l'Agenzia delle Entrate ha fornito ulteriori indicazioni in merito alla c.d. cedolare secca.

    In particolare, considerato il particolare regime transitorio previsto dal provvedimento del direttore dell’Agenzia delle entrate del 7 aprile 2011 con riguardo ai casi in cui il locatore può avvalersi della cedolare secca per l’annualità decorrente dal 2011 direttamente in sede di dichiarazione dei redditi da presentare nel 2012 (contratti di locazione in corso alla data del 7 aprile 2011, per i quali è già stata eseguita la registrazione e per i contratti prorogati per i quali è già stato effettuato il relativo pagamento - cfr. circolare n. 26/E del 2011, par. 8.1.1), la lettera raccomandata con cui il locatore comunica al conduttore la rinuncia all’aggiornamento del canone a qualsiasi titolo deve ritenersi tempestiva se inviata entro il 1° ottobre 2012, termine di presentazione della dichiarazione dei redditi 2011 (da osservare anche nell’ipotesi in cui il locatore presenti il modello 730).

    Il provvedimento contiene inoltre chiarimenti che riguardano:

    trasferimento di immobile locato;
    comproprietario non risultante dal contratto di locazione;
    fondo patrimoniale;
    contratto inferiore a 30 giorni in un anno;
    contratti con clausola di rinuncia agli aggiornamenti del canone.


    http://www.agenziaentrate.gov.it/wp...&CACHEID=a832f7004b7ee42392bcbbf063061b90
     
  4. fidesa

    fidesa Membro Junior

    Vi ringrazio delle vostre risposte.
    Ricapitolando:
    -il nuovo contratto prevederà espressamente la rinuncia all'aumento del canone per qualsiasi motivo e quindi, come dice anche la circolare della Agenzia delle entrate 20/E alla risposta all'ultimo quesito, non è necessario inviare la raccomandata;
    -ho controllato il mio 730: sono previsti i pagamenti degli acconti e NON è stata barrata la casella che esonera il sostituto di imposta dal pagamento degli stessi; considerato che il canone sarà lo stesso del vecchio contratto (anch'esso in regime di cedolare secca) dovrei essere a posto con il pagamento degli acconti (anzi, dovrei essere a credito visto che vi saranno due mesi di vuoto tra la risoluzione del contratto in corso e la stesura del nuovo).
    Questo ho capito! Certo che il linguaggio della agenzia delle entrate non è di facile comprensione.
    Di nuovo grazie a tutti.
     
  5. elo75

    elo75 Membro Junior

    Scusami Alberto, a leggere la circolare sembrerebbe che anche chi non ha inviato la raccomandata in precedenza, ma ha riportato l'intenzione di usufruire della tassazione con cedolare secca sul contratto sottoscritto e quindi ha applicato di fatto la cedolare secca, debba farlo obbligatoriamente entro 1 Ottobre 2012, per l'anno 2011, o ho interpretato male io?
     
  6. elo75

    elo75 Membro Junior

    Scusate, riletto adesso a modo, nelle utlime righe è chiarito espressamente...
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina