1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. michele69

    michele69 Nuovo Iscritto

    Buonasera
    L inquilino non ce la fa a pagare ed entro fine maggio se ne va.
    Non ha pagato le mensilità di marzo ed aprile. Non credo riavrò i miei soldi ma almeno l appartamento libero. Mi accontenterò della caparra pari a due mensilità. Sabato gli faccio firmare la liberatoria e poi chiuderò il contratto già per fine mese. Ho gia' pagato l imposta di registro annuale a marzo. Volevo sapere se dovrò pagare i 67€ di risoluzione visto l entrata in vigore della cedolare. Grazie :confuso:
    Michele.
     
  2. jac0

    jac0 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Se nella dichiarazione dei redditi del prossimo anno (UNICO 2012) tu opti per la cedolare secca, secondo me no. Però devi vedere se per il reddito da locazione 2011 dell'immobile ti conviene optare per la cedolare secca. L'importo di 67 euro sono solo uno dei termini da usare per il confronto di convenienza (imposizione ordinaria sull'immobile e cedolare secca sull'immobile). Ossia se per UNICO 2012 prevedi (il ministro ci vuole tutti profeti o futurologi) che la differenza tra tassazione finale senza opzione sull'immobile e quella con opzione è maggiore di 67 euro, non ti conviene optare per la cedolare secca.
     
    A esimbad piace questo elemento.
  3. michele69

    michele69 Nuovo Iscritto

    Premesso che sceglierò la cedolare, posso chiudere il contratto di locazione senza pagare i 67€ di risoluzione anticipata? Grazie
     
  4. tovrm

    tovrm Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Sì, pagando gli acconti secondo i casi previsti:
    - cedolare maggiore di 257,52, acconti a giugno e novembre e saldo in dichiarazione dei redditi
    - cedolare minore di 257,52, ma maggiore di 51,65, acconto a novembre e saldo in dichiarazione dei redditi
    - cedolare minore di 51,65, nessun acconto e saldo in dichiarazione dei redditi
    Dovrai inoltre recarti all'AdE e presentare il modello 69.
     
  5. jac0

    jac0 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Mancano i casi di cedolare uguale a 257,52 e di cedolare uguale a 51,65.
     
  6. tovrm

    tovrm Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Pignolo... ma voglio darti soddisfazione ;)

    - cedolare maggiore o uguale di 257,52, acconti a giugno e novembre e saldo in dichiarazione dei redditi
    - cedolare minore di 257,52, ma maggiore di 51,65, acconto a novembre e saldo in dichiarazione dei redditi
    - cedolare minore o uguale di 51,65, nessun acconto e saldo in dichiarazione dei redditi
     
  7. jac0

    jac0 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Non è pignoleria: avevo calcolato per la mia cedolare euro 257,52 e per quella d'un mio amico euro 51,65 e allora non sapevo quanti acconti dovevo considerare nell'uno e nell'altro caso.
    Grazie.
     
  8. michele69

    michele69 Nuovo Iscritto

    Ho qualche dubbio sul fatto che posso chiudere il contratto di affitto (risoluzione anticipata) senza pagare i 67€ per la risoluzione. Non è che prima di chiudere il contratto debba mandare una raccomandata all'inquilino??
    Il contratto in corso è un 4+4 fatto a marzo del 2010. Quest'anno ho pagato l'imposta di registro a mie spese (purtroppo).
    Grazie e portate pazienza se non capisco.
     
  9. jac0

    jac0 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Le due domande vertono su due diversi aspetti del contratto di affitto.
    Se si prevede di aderire alla cedolare secca l'anno prossimo, l'imposta per la risoluzione non è dovuta (aspetto fiscale: proprietario v/s fisco).
    La risoluzione è bene che l'inquilino la comunichi al proprietario per raccomandata a.r. (aspetto civilistico: proprietario v/s inquilino).
     
  10. michele69

    michele69 Nuovo Iscritto

    Può essere sufficiente che mi consegni una lettera firmata con l'intenzione di recedere anticipatamente da contratto, oppure ci vuole la raccomandata? Premetto che è in mora di 2 mesi e volevo evitare avvocati e spese varie.
    Grazie ancora.
     
  11. jac0

    jac0 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    La raccomandata è sempre la via migliore, per me.
     
  12. michele69

    michele69 Nuovo Iscritto

    Vi ringrazio per le risposte.
    Ora dovrei procedere con la risoluzione del contratto di affitto. All'AdE consegnerò il mod. 69 ed il mod. CDC?
    Inoltre ho provato a procedere con la risoluzione per via telematica, essendo abilitato, ma mi sono fermato perchè sembra che il software proceda al pagamento dell'imposta di registro che nel mio caso non è dovuta perchè opto per la cedolare.
    Grazie
    Michele
     
  13. Tapinaz

    Tapinaz Membro Attivo

    Proprietario di Casa
  14. jac0

    jac0 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Credo che si possa scegliere anno per anno, però occorre compiere gli atti corrispondenti nell'anno dei redditi, ossia l'anno precedente quello della dichiarazione, che è poi l'anno nel quale si opta.
     
  15. michele69

    michele69 Nuovo Iscritto

    Ciao a tutti. Che succede se chiudo contratto di locazione prima che l'inquilino mi consegni le chiavi?Doveva andarsene a fine aprile mentre adesso mi dice che d
    rimarrà fino a fine maggio. Sono 3 mesi che non paga l'affitto ed io le tasse le dovrò pagare anche se non ho percepito alcun reddito! Voglio evitare lo sfratto perché sono soldi buttati via in quanto non riuscirei a recuperare un €. Qualcuno può consigliarmi cosa fare? Posso chiudere il contratto adesso?
    Grazie
     
  16. jac0

    jac0 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Come per tutti i proprietari, la data di chiusura del contratto, quindi la data fino alla quale il reddito l'AdE lo intende percepito (anche se non lo è), coincide con la riconsegna delle chiavi. Quel che puoi legalmente fare è trattenere il deposito cauzionale. Purtroppo alcuni inquilini praticano negli ultimi mesi d'affitto il cosiddetto "sconto proletario", favoriti dal fatto che la pratica dello sfratto è costosa e snervante. E' rischiosa (rischio di evasione fiscale) la chiusura che effettueresti pagando l'F23 di risoluzione entro il 30 maggio, specialmente se a tale data l'inquilino è ancora dentro. Tale data di pagamento ti consentirebbe, infatti, di dichiarare al fisco che i redditi sono stati percepiti fino a tutto aprile, non oltre.
    Secondo me è così.
     
  17. qleonardo

    qleonardo Nuovo Iscritto

    Attenzione:
    perchè le istruzioni di compilazione al modello 69 è scritto "nell'ipotesi di locazione indicare il corrispettivo annuale oppure il corrispettivo complessivo se il contratto ha una durata inferiore all'anno" e nella legge e nel decreto attuativo la base imponibile è il canone annuale che non mi risulta sia adeguato al minor periodo annuale di durata in caso di risoluzione anticipata in corso di anno.
    Vorrei condividere questo dubbio e magari risolverlo.
     
  18. giovanna1948

    giovanna1948 Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Torno al tema comunicazione di "recesso dell'inquilino" in costanza di cedolare secca ma anche di contratto senza l'opzione fiscale di cedolare: A Ferrara l' Agenzia d. E. accetta copia dello scritto dell' inquilino con l'espressione di volontà di recedere a far data dal......con allegata copia di documento d' identità a prova dell' autenticità della firma ( io avevo portato anche il reces
    so in originale) .
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina