1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. pierfa10

    pierfa10 Nuovo Iscritto

    Buongiorno a tutti ,
    ho firmato un preliminare di vendita per un immobile a maggio 2010 con consegna dicembre 2011 e regolare fideiussione assicurativa sugli acconti versati a titolo di caparra e accont:shock:ggi mi trovo nell'assurda posizione di vedere l'immobile perennemente fermo con le solite 1000 promesse dell'impresa.
    Ho provveduto a verificare la "situazione" scoprendo assegni in protesto della stessa , fornitori non pagati , mutuo ipotecario sull'area di costruzione , pertanto sono dell'idea di recedere al contratto per il non rispetto dei termini di consegna ( 30/12/2011 ) , il mio scopo è solo quello di riavere i soldi versati quanto prima in modo da chiudere pagina e avere un capitale per valutare altri immobili.
    Mi chiedevo se c'erano delle vie diverse al fine di rientrare dei miei soldi coperti da fideiussione dal momento che malgrado tutte queste situazioni di crisi dell'impresa a oggi non è ancora fallita e nessun fornitore ha provveduto a formulare un decreto ingiuntivo ( ovvimante aggiungo io , se lo facessero rischierebbero di non vederli più ) , pertanto presumo che mancherebbero le basi per chiederli all'assicurazione.
    Qualcuno ha idea dei tempi giuridici ?
    grazie
     
  2. Adriano Giacomelli

    Adriano Giacomelli Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
    Recedere vuol dire non avere nessuna speranza di incassare gli acconti, da te versati, per gli ovvi motivi che hai descritto, circa la solvibilità del costruttore. Quindi, non sapendo quanto tu abbia versato e non conoscendo l'immobile nella sua interezza, non c'è il casi di frazionare il mutuo esistente, di riscattare le opere al punto attuale e finire la casa, riconoscendo solo parzialmente il valore delle opere già eseguite?
     
  3. pierfa10

    pierfa10 Nuovo Iscritto

    le somme che ho versato sono coperte da fideiussione pertanto sono "protette" , il problema è che per averli dovrebbe esserci un fallimento dell' impresa che a oggi non c'è e che personalmente mi auguro avvenga perchè è l'unico modo per riavere i miei soldi.
    Riscattare la casa è improponibile perchè vi è un ipoteca di 350 000 eur dell'impresa...
    Io pensavo di recedere al preliminare per decorrenza dei termini di consegna previsti , sicuramente l'impresa non mi darà il doppio della caparra percui farei successivamente un pignoramento e dal quel momento chiederei all'assicurazione la restituzione delle somme versate e coperte fa fideiussione.
    Altrimenti non ho soluzioni se non di aspettare impotente che qualcosa succeda...
     
  4. FrancescoRoma

    FrancescoRoma Nuovo Iscritto

    Chiedi attraverso un legale, la restituzione degli acconti versati e il doppio della caparra confirmatoria a titolo di inadempienza contrattuale,metti in mora l'impresa e dopo 20gg. fai una trascrizione sull'immobile.
     
  5. pierfa10

    pierfa10 Nuovo Iscritto


    .. in che senso trascrizione sull'immobile ?
    ps. in qualsiasi caso ci sarebbe comunque una causa , indicativamente che tempi hanno ?
    grazie
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina