1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. Windly68

    Windly68 Nuovo Iscritto

    Vorrei fare una domanda

    Aggiunto dopo 1 :

    In qualità di venditore (a cui non è stata versata alcuna caparra come deposito) è possibile risolvere la proposta di acquisto?
     
  2. Andrea Sini

    Andrea Sini Membro dello Staff

    Professionista
    Direi di si.
    Se ci dai qualche altro elemento forse riusciamo a darti delle risposte più esaurienti. :^^:
     
  3. Windly68

    Windly68 Nuovo Iscritto

    Allora Vi racconto l'accaduto a cui devo assolutamente se possibile trovare una soluzione x uscirne senza pagare penali alla fantomatica agenzia che è stata piuttosto poco trasparente. All'agenzia il mandato scade il 30/12/10 già disdettato.
    Ecco cosa succede :
    il venditore da' in esclusiva la vendita del suo immobile ad un'agenzia che per tutta la durata del mandato non si dà un gran da fare, ma quasi allo scadere del mandato porta un proposta di acquisto (a cui non è allegato alcun assegno- l'assegno è stato emesso intestato all'agenzia) che fa firmare per accettazione.Sinceramente il venditore non ha letto con attenzione cio' che stava firmando vista l'insistenza e il martellamento dell'agente. Quindi sicuramente l'errore è sicuramente è stato quello di firmare. Perchè il venditore aveva bisogno di euro 10-15 mila entro fine dicembre quindi prima dell'atto previsto per metà gennaio. Ora il venditore avrebbe trovato un'acquirente privato a cui vendere la casa che sarebbe disposto a versargli i soldi di cui necessita entro dicembre e facendo compromesso a gennaio e atto a febbraio che per il proprietario andrebbe bene. Quindi alla luce di quanto sopra il venditore vorrebbe potersi tirare indietro alla vendita sopra descritta e chiudere con il privato. E' una cosa fattibile? Grazie spero di essere stata chiara
    Il problema è che verbalmente con l'agenzia ci si era detti cose diverse rispetto a quelle indicate sulla proposta di aquisto firmata dal venditore per accettazione. Indicato sulla proposta di acquisto ci sono indicate le date del compromesso 15/01/11 e dell'atto 10/04/11, senza nessun acconto cosa che verbalmente l'agenzia aveva rassicurato sarebbe stati versati i 10.000 euro. Ora il vend
     
  4. Andrea Sini

    Andrea Sini Membro dello Staff

    Professionista
    L'assegno viene eintestato al venditore non all'agenzia, anche perchè in caso di accettazione viene dato al venditore.
    L'agente è regolarmente iscritto? Il modulo utilizzato per la proposta è stato depositato in camere di Commercio?
    A questo punto con il documento sottoscritto andrei a sentire il parere di un bravo legale.
     
  5. Windly68

    Windly68 Nuovo Iscritto

    Grazie per la celerità nella risposta;). Mi sarebbe piaciuto poter risolvere velocemente tale problema e non andare per via legali al fine di non avere nessun tipo di costo. L'agente è regolarmente iscritto o almeno il suo timbro lo dice....l'assegno l'agenzia non lo vuole mollare in quanto intestato a loro e pare che l'acquirente non abbia intenzione di dare proprio nulla al venditore se non come indicato sulla loro proposta. Il modulo firmato è il tipico delle agenzie non credo depositato a cui hanno fatto un'allegato A - un foglio bianco normale su cui hanno riportato le varianti alla proposta di : importo pattuito e date tale foglio è indirizzato all'agenzia scritto dall'acquirente e firmato da venditore e acquirente. Bel pasticcio eh?
     
  6. Andrea Sini

    Andrea Sini Membro dello Staff

    Professionista
    Complimenti, si davvero un bel pasticcio...
    Ma se capisco bene il venditore non è più interessato alla vendita con l'agenzia?
    Non ha ricevuto denaro fino ad ora e si è impegnato a vendere ugualmente? :-o
    Spiegati meglio :disappunto:
     
  7. Windly68

    Windly68 Nuovo Iscritto

    Esatto il venditore non è più interessato alla vendita e vorrebbe vendere al privato. E uscire da questo contratto firmato
    Confermo al venditore non è stata versato nulla mai. insomma in mano ha solo pezzi di carta firmati
     
  8. Andrea Sini

    Andrea Sini Membro dello Staff

    Professionista
    La proposta sottoscritta corrisponde ai paramenti di vendita contenuti nell'incarico o si discosta?
     
  9. Windly68

    Windly68 Nuovo Iscritto

    sul modulo d'incarico all'agenzia è diverso il prezzo € 251.0000 vendita c'è poi una nota varie ed eventuali dove hanno indicato importo ai proprietari € 238.000.
    Mentre sul modulo proposta di acquisto acquisrente è indicato euro 240.000 sull'allegato a tale proposta euro 245000

    Insomma per riassumere 3 fogli con 3 importi diversi ma i firmati sono il modulo agenzia con 240 con il relativo allegto di 245

    un casino lo so....l'agenzia ha fatto decisamente la furba
     
  10. Jrogin

    Jrogin Fondatore Membro dello Staff

    Professionista
    Caro windly68, purtroppo senza poter esaminare interamente la proposta d'acquisto controfirmata dal venditore è difficile poterti aiutare nello specifico.

    Faccio solo qualche considerazione di ordine generale.

    Il fatto che l'agenzia abbia ottenuto la proposta poco prima della scadenza del mandato, è irrileveante (avrebbe sicuramente avuto interesse farlo prima se ne aveva la possibilità ed incassare prima il proprio compenso).

    Quanto indicato nell'incarico di vendita viene, a mio modo di vedere, superato dal "contenuto" della proposta. Dalla firma della proposta da parte del venditore, è quello il documento al quale fare riferimento. Quindi i differenti importi dell'incarico e della proposta sono irrilevanti.

    La prassi da parte dell'agenzia di ricevere un assegno a loro intestato non è corretta. L'assegno deve essere intestato alla parte venditrice.

    Presupposto che l'agente immobiliare sia regolarmente iscritto al ruolo, la parte venditrice dovrebbe onorare agli impegni presi.

    Domanda: quale sarebbe la penale che la parte venditrice dovrebbe pagare all'agenzia? E quale al proponente l'acquisto?.

    Anche io, come Andrea Sini, suggerrirei di consultarti con un legale per esaminare "dal vivo" i documenti che sono stati fatti frimare e valutare il da farsi.
     
    A Andrea Sini piace questo elemento.
  11. maidealista

    maidealista Fondatore Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
     
  12. avettor

    avettor Nuovo Iscritto

    Windly, non c'è dubbio, è un bel pasticcio.
    Tuttavia, riallacciandomi alla risposta di Jrogin, che trovo molto corretta, cerca almeno di ricondurre l'agenzia al rispetto delle norme e delle consuetudini. Fai presente che senza un assegno a garanzia nelle tue mani non ti senti tutelato né vincolato, vedi cosa ti rispondono.
    Se non hanno ancora incassato la provvigione e tu ti mostri consapevole delle norme e dei tuoi diritti, secondo me faranno di tutto per venirti incontro.
    Insomma, nonostante quello che hai firmato, cerca di pretendere e ottenere un minimo quel minimo di rispetto che è comunque dovuto e non farti intimidire.

    Infine, come suggerito dagli altri utenti, fatti dare almeno un parere legale sui documenti che sono stati firmati. Non è detto che tu debba intraprendere un'azione legale ma devi senz'altro acquisire consapevolezza di ciò che è fattibile e che puoi chiedere e di ciò che non è fattibile.
    Spesso un primo parere legale costa poco o nulla; direi che ne vale la pena, visto che in questo momento sei in una posizione di svantaggio e che le penali che dovresti pagare sono elevate.
     
  13. bolognaprogramme

    bolognaprogramme Membro Assiduo

    Professionista
    L'unica cosa scorretta che ha fatto l'agenzia è stata farsi intestare l'assegno (anche se bisogna vedere se nella proposta è stato indicato un deposito oppure no), per il resto, non vedo grandi scappatoie dal momento che il venditore ha firmato un'accettazione.

    L'unica sarebbe fare pressione sull'agenzia perchè convinca la parte acquirente ad anticipare la cifra che necessita, oppure a girare al venditore l'assegno lasciato come deposito (sempre che sia stato indicato come deposito....) , sottolineando la scorrettezza dell'azione che potrebbe essere sanzionata dall'Unione dei Consumatori...

    Altro non vedo...

    Silvana
     
    A Windly68 piace questo elemento.
  14. Windly68

    Windly68 Nuovo Iscritto

    Ringrazio tutti per il Vs. supporto.
    Ora avrei un'altro quesito.
    Un'agenzia mi ha proposto un'immobile, durante la trattative si scopre che il proprietario aveva dato mandato esclusivo ad un'agenzia. La trattativa non è stata conclusa con l'agenzia che mi aveva proposto l'immobile.
    Se io mi rivolgessi all'agenzia con il mandato esclusivo la mia agenzia, con cui non ho concluso, ha diritto a richiedere la provvigione? grazie
     
  15. bolognaprogramme

    bolognaprogramme Membro Assiduo

    Professionista
    Si.

    Silvana
     
    A Windly68 piace questo elemento.
  16. Andrea Sini

    Andrea Sini Membro dello Staff

    Professionista
    Silvana ha ragione, ma mi permetto di specificare meglio in quanto spesso (capita anche a me) diamo per scontato molte cose e non le palesiamo.
    La provvigione è una sola quindi le 2 agenzie dovranno concordare come dividersela.
    Non è che devi pagare due provvigioni alle due agenzie.
     
  17. Windly68

    Windly68 Nuovo Iscritto

    Ti ringrazio per la risposta. Però non capisco, la mia agenzia non è in regola si è infilata in un mandato esclusivo facendomi firmare una proposta di acquisto che non avrebbe potuto avere seguito, dal momento che i venditori erano vincolati ancora per X tempo ad un'altra agenzia e quindi concludendo con un'altra sarebbero stati costretti a pagare la penale alla loro agenzia esclusiva. Oltretutto la mia agenzia avrebbe dovuto avvisarmi di questo problema cosa che si è guardata bene di fare...questo non lo reputo corretto.
    Io ho in mano copia del contratto firmato dai venditori con l'agenzia in eslcusiva. La mia proposta è nel pieno dell'incarico dell'altra agenzia. Ti dico solo che la mia agenzia mi hanno fatto fare su e giù per ben 3 mesi ho fatto tutte le pratiche per il mutuo e adesso non vorrei rinunciare all'immobile visto che ci ho perso parecchio tempo e denaro.
    Come possono rivalersi se io acquisto dall'altra agenzia alla luce dei documenti a mie mani? Questa si chiama mancanza di onestà o sbaglio? Sono stata presa in giro.
    Legalmente non credo che la mia agenzia sia così nel giusto e che abbia diritto a nulla, anzi dovrei essere io a chiedere loro i danni
     
  18. Jrogin

    Jrogin Fondatore Membro dello Staff

    Professionista
    Aspetta un attimo Windly68, mi sembra di capire che tu sei venuto a conoscenza dell'immobile grazie all'intermediazione dell'agenzia senza incarico esclusivo, questa ti ha "fatto andare in su e giù per 3 mesi" ciò vuol dire, credo, che ha svolto il suo compito di intermediazione.

    Mi domando come ha fatto a farti visionare l'immobile?? Aveva le chiavi o è venuto il proprietario?? Oppure ha sfondato la porta abusivamente? Come ha fatto (se lo ha fatto) a fornirti della documentazione utile alla richiesta del mutuo?? Come ha fatto a fare una proposta di acquisto (presuppongo con i dati del proprietario)?? Come ha fatto a far analizzare la proposta al proprietario???:domanda::domanda:

    Ho fatto questa lunga serie di domande, perchè ho la sensazione che di fatto l'agenzia abbia svolto il suo lavoro (mettere in contatto le parti per la conclusione dell'affare) con il consenso espresso tuo e (nella peggiore delle ipotesi tacito) del venditore (altrimenti non avrebbe nemmeno avuto notizia della proposta). Insomma le parti (tu ed il venditore), fino alla proposta avete accettato di fatto il suo lavoro.
    Non lo dico tanto per te, che non lo stai nascondendo, ma per il venditore.

    Personalmente ritengo, per le notizie qui riportate e per quanto possa dire in linea generale, che sia tutta una questione economica sollevata dal venditore (vedrai che se gli facevi un offerta più alta che comprendeva anche la penale da pagare da pagare all'esclusivista, erano risolti tutti i problemi) che cerca assolutamente di non pagare la penale.
    Però, se il proprietario voleva avere a che fare solo con l'esclusivista, non avrebbe dovuto permettere al "tuo" agente di far vedere l'immobile, di fornirgli documentazione, di farsi presentare una proposta.

    Troppo facile far lavorare l'uno e poi pagare l'altro.

    Ripeto: tutto quanto sopra in linea generale e per come mi sembra di capire siano andate le cose.

    Con amicizia, se me lo consenti.:D
     
    A Windly68 piace questo elemento.
  19. bolognaprogramme

    bolognaprogramme Membro Assiduo

    Professionista
    Pienamente d'accordo con Jrogin.

    Purtroppo, ormai spesso i proprietari vogliono fare i furbi, scaricando le responsabilità sulle agenzie e chi si trova poi in mezzo a situazioni poco piacevoli è l'acquirente...

    E' chiaro che l'agenzia alla quale tu hai fatto la proposta è stata autorizzata dal proprietario, quindi risolvere la questione è un problema squisitamente suo...:risata::risata::risata:

    Silvana
     
    A Windly68 piace questo elemento.
  20. arianna26

    arianna26 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    davvero un bel pasticcio... ma a parte segnalare la scorrettezza di intestarsi l'asssegno, che dovrebbe aver valore di caparra confirmatoria ed impegnare al rimborso del doppio qualora il venditore cambi idea non vedo cosa si possa fare. ma forse un legalem può stabilre che senza aver ricevuto la caparra non si è twenuti a restituire il doppio... a meno che non si sia sia firmata anche una ricuevuta per una caparra fantasma..
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina