1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. A.n.t.o.

    A.n.t.o. Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Buongiorno,
    vorrei porre il mio quesito ai fini di risparmio IMU, a chi avrà le risposte e la gentilezza di comunicarmele e per questo ringrazio anticipatamente tutti.

    In breve si tratta di una comunione ereditaria da risolvere dove alcuni proprietari pagano come seconda casa quella principale (il caso della casa ereditata dai genitori in cui risiede solo uno dei fratelli).

    -siamo 5 fratelli e abbiamo ereditato la casa familiare in parti uguali.
    -per me è prima casa e pago IMU ridotta, per gli altri 4 è seconda casa (non vi risiedono ed sono già prorietari) e pagano in conseguenza

    -un primo fratello è sposato senza figli
    -un secondo non è sposato e ha un figlio di maggiore età
    -un terzo non è sposato e ha un figlio prossimo alla maggiore età
    -il quarto e ultimo è sposato ed ha due figli minori dai 13 anni in su

    Al momento della accettazione ereditaria i fratelli con figli non potevano effettuare la rimuncia (sarei stato l'unico accettante beneficiando della proprietà come prima casa) e dunque siamo rimasti divisi in parti uguali 20% cad.

    Conoscete ora qualche atto conveniente (es vendita sottocosto o simbolica...invento) che permetta di trasferire le proprietà dei fratelli (o almeno dei due fratelli con figli maggiori) a me per sgravare loro delle imposte come seconda casa e accollarmele io come prima casa?
    Se sì, a quali possibili costi, dato che vorremmo ovviamente beneficiare del risparmio a breve temine dell'IMU senza un investimento iniziale sugli atti consentiti sconveniente, in previsione di una vendita totale futura a terzi?
     
  2. Luigi Barbero

    Luigi Barbero Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Al momento attuale, l' IMU sulla prima casa non è dovuta e quindi non vedo quale tassa ridotta stai pagando. Se i tuoi fratelli avessero rinunciato all' eredità, di sicuro non saresti subentrato tu nella loro quota, ma i loro figli, ancorché maggiorenni. C'è qualcosa che mi sfugge ma non riesco a pensare che una quota di 1/5 di proprietà possa originare tante difficoltà di pagamento dell' IMU come seconda casa. .....
     
  3. Dimaraz

    Dimaraz Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Giuste e condivisibili osservazioni se non che non tutte le "prime case" sono esenti IMU.
    Magari Anto stà parlando di un "castello":shock: il che "giustificherebbe" sia il suo pagamento che il "lamento" degli comunisti.

    Forse unica formula "lecita" e risparmiosa...acquisto dell'usufrutto.
     
  4. raffaelemaria

    raffaelemaria Membro Assiduo

    Professionista
    Basta che tutti gli aventi diritto sull'eredità dei fratelli facciano rinuncia, almeno per quelli di maggiore età. I costi sono in funzione del valore commerciale dell'immobile.
     
  5. Dimaraz

    Dimaraz Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Dimentichi i "minorenni"...forse non sono eredi pure loro?

    Poi troppe persone che debbono rinunciare...e soprattutto eredità già "accettata"
     
  6. A.n.t.o.

    A.n.t.o. Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Buongiorno a tutti ed in particolare ai signori Barbero e Dimaraz che per primi si sono interessati alla mia domanda, e li ringrazio.

    In effetti ho commesso un errore e forse anche più di uno nell'esporre il caso, me ne scuso e proverò ora a correggere

    -per Barbero:
    Al momento dell'accettazione ereditaria, i miei fratelli avrebbero volentieri rinunciato a mio nome, come anche da desiderio dell'ultimo genitore, ma per l'appunto come conferma lei, la presenza dei loro figli minori non lo consentiva; ho enunciato il fatto proprio perchè comprendo che nella possibile soluzione che indago, loro (i figli) saranno probabilmente parte in causa.

    -per Dimaraz e Barbero
    in effetti come quota prima abitazione residenziale non pago IMU ma bensì TASi, che mi costa in pratica più della vecchia ICI/IMU e per questo quando pago tutto assieme, nella mia mente non faccio differenza ed da qui la mia svista. Me ne scuso
    La casa non è un castello :^^: (e sono più propenso a dire "per fortuna"....:shock:) ma comunque è una casa grande di circa 135mq

    Per quanto riguarda le altre 4 quote, le sto pagando io a nome dei miei fratelli, dato che loro mi hanno di fatto lasciato l'uso completo dell'abitazione come da desiderio genitoriale (malgrado l'impossibilità della rinuncia di cui sopra) ed io ho ritenuto giusto di conseguenza accollarmele per intero.

    Negli tempo poi la spesa pro fratelli è arrivata a circa 2500 euro annuali e dunque una soluzione di risparmio sarebbe auspicabile, se possibile e legale.

    Ringrazio ancora anticipatamente chiunque possa avere eventuali risposte e la gentilezza di comunicarmele.

    Cordiali saluti a tutti
    Antonio
     
  7. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Di sola IMU? Sei sicuro?
    Se ciò fosse vero, implicherebbe che la rendita catastale dell'immobile sia certamente superiore a 1.700 euro.
     
  8. A.n.t.o.

    A.n.t.o. Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Buongiorno Nemesis, sì siamo nei pressi, la rendita è di poco inferiore a 1700 euro....:triste:
     
  9. Dimaraz

    Dimaraz Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Con 1760 Euro di Rendita Catastale e considerato 4 quote di possesso come seconda casa, si superano i 2500 Euro/anno di IMU a Genova...e non reputo anomalo tale valore per una abitazione da 135 mq.

    Comunque è "strano" sollevare perplessità al riguardo...ben saprà Anto cosa ha sborsato a nome dei fratelli.

    Stante il fatto che tu non godi di diritti di abitazione concessi da parenti entro il 1° grado e considerata l'entità dell'imposta che ti offri di pagare direi che sarebbe opportuno definire l'acquisto delle altre quote.
     
  10. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Per "spostare" la soggettività passiva d'imposta il grado di parentela del concedente il diritto è irrilevante.
     
  11. Dimaraz

    Dimaraz Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Beh...da un "felino pignolo precisino" (senza offesa ...pensa che mi danno stesso giudizio) proprio irrilevante non direi.

    Seppur con ben diverso peso pure a Genova esiste una aliquota agevolata per chi conceda immobili in comodato d’uso gratuito e utilizzati come abitazione principale ( e relative pertinenze) da parenti di primo grado in linea retta.
     
  12. A.n.t.o.

    A.n.t.o. Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Per cui a vostro vedere, a parte acquisire le quote, per cui in effetti una vendita da parte loro, non ci sono altre soluzioni?
    Tipo che so, una cessione a titolo gratuito una regalia o qualsiasi altra diavoleria, un affitto o altro comunque che siia uno nuovo status che permetta o di abbassare la spesa o il suo eventuale recupero fiscale ?
    Sempre grazie.
     
  13. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Non è necessario che i coeredi ti trasferiscano la proprietà delle loro quote. Tu diventeresti l'unico soggetto passivo d'imposta anche se fossi unico titolare di un altro diritto reale, diverso dalla proprietà. Per esempio: uso o abitazione. Esamina tale possibilità insieme con un notaio (o più di uno) per valutarne i costi, e quindi la convenienza.
     
  14. Dimaraz

    Dimaraz Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Potrebbero ben fare una "donazione" a tuo favore...ma la cosa comporta comunque un atto notarile, il pagamento delle relative imposte (registro) ...e il rischio di tante azioni di collazione da parte dei legittimi eredi diretti di chi ti dona (tu non sei equiparabile).
     
  15. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    È totalmente irrilevante, dato che avevi ipotizzato un diritto di abitazione, e non la concessione di un comodato.
     
  16. Dimaraz

    Dimaraz Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Suvvia...registriamo le sinapsi che le feste sono al termine.

    Quanto avevo ipotizzato (diritto di abitazione o comodato o usufrutto) non elimina il pagamento in capo ai nudi proprietari.

    Ne qui ne (per quianto ho verificato) a Genova...salvo si tratti diritto di abitazione del coniuge (per eredità o disposizione di un Tribunale a seguito separazione).

    Poi del futuro non v'è certezza.
     
  17. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Infatti. Ma sei tu che le deve "registrare".
    Consiglio un veloce ripasso su chi sono i soggetti passivi dell'IMU.
     
  18. quiproquo

    quiproquo Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Io, sicuramente...con tre IMU seconde case e nessuna prima casa...grazie alla
    magnanimità del nostro veneratissimo, adoratissimo Legislatore che ha saputo centrarmi fra tanti altri beneficiati come meglio non si poteva. Quanti ce ne sono
    come me con tale caratteristica??? Non sarò mica da solo??? suvvia si facesse
    avanti così ci darem la mano per rallegrarci fino a piangere...Grazie. qpq.
     
  19. Dimaraz

    Dimaraz Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    A che pro?

    Forse non ci siamo capiti o forse mi sono male spiegato.

    Visto che già dalla prima risposta (post n° 3) avevo dato suggerimento sull'usufrutto non credo serva alcun ripasso.

    E' questo il punto in cui mi son perso a quale post ti riferissi (da qui la contestazione sulle "sinapsi).
    Io avevo affermato che il "comodato" gratuito è una soluzione più"economica" (rispetto all'aliquota piena) ma non a Genova (ma solo se entro il 1° grado)
    Quanto al "diritto d'abitazione" è da tempo che linko l'ipotesi di un mio conterrraneo
    «Casa ai figli senza la mazzata dell’IMU» - Cronaca - Il Mattino di Padova
    ...ma non ho notizie se gli uffici tributi dei comuni accettino tale "escamotage" se non nel caso del "coniuge superstite".

    Ps.
    Un errore di cui devo scusarmi e l'aver involontariamente citato anche l'usufrutto nel post 16.
    Tirando i conti finali:
    -ANTO attualmente usa l'abitazione con un Comodato (seppur verbale..presumo) e fintanto che mantiene questa formula nessuna esenzione IMU per gli altri comproprietari

    -con i fratelli può certamente predisporre/registrare l'acquisto dell'usufrutto risparmiando i 2.500 Euro/anno

    -deve verificare con l'Ufficio Comunale se riconoscono stessa esenzione qualora i fratelli concedessero un "diritto d'abitazione".
     
  20. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Non deve verificare nulla con l'ufficio comunale. Se esiste un titolare del diritto (reale) di abitazione o di uso, questi è l'unico soggetto passivo d'imposta. Deve solamente farsi cedere quel diritto, a titolo oneroso o gratuito, e far trascrivere il relativo atto pubblico (o la scrittura privata con sottoscrizione autenticata).
    La trascrizione è necessaria (come lo sarebbe anche nel caso dell'usufrutto) affinché l'esistenza di tale diritto sia opponibile ai terzi, e dunque anche al comune, titolare della potestà impositiva IMU.
     
    Ultima modifica: 7 Gennaio 2016
    A quiproquo piace questo elemento.

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina