1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. Mirka

    Mirka Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Buongiorno a tutti vorrei avere il vostro parere sulla situazione che grava sul mio immobile. Due anni fa un impresa si è occupata della ristrutturazione della casa che avevo appena acquistato. Ho pagato due grosse fatture col presupposto di portarle in detrazione. l'impresa di li a poco mi comunica che non potevo detrarle perché per un intervento di foratura soffitto non erano stati chiesti i dovuti permessi e non era stata effettuata analisi strutturale. Di li a poco l'impresa segnala via scritta al comune del mio abuso edilizio (io per ignoranza mi sono affidata completamente all'impresa) procedo tuttavia con la detrazione e incarico uno studio tecnico che sta definendo per regolarizzare in via postuma.
    chiedo:sono l'unica responsabile dell'intervento effettuato senza pernessi e senza analisi statica o lo è anche l'impresa che ha fatto i lavori e che poi ha segnalato labuso? intentare una causa porta a qualcosa in mio favore?
    grazie infinite per i vostri consigli
     
  2. Dimaraz

    Dimaraz Membro Storico

    Proprietario di Casa
    No comment sulla "deontologia" dell'impresa (se fosse stato tutto come descrivi)...ma in certi campi l'ignoranza non è scusante valida ed un committente è responsabile.
     
  3. Mirka

    Mirka Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Certamente infatti sto pagando tutte le conseguenze del caso sia a livello psicologico che economico. I lavori in genere fatti dall'impresa sono pessimi e rincarati a me di oltre due volte il loro effettivo valore ma tant'è. Purtroppo sono ancora in alto mare perché anche un altro professionista incaricato poi di gestire la questione ha presentato una cila non comprendente il foro oggetto della segnalazione e qui altri problemi. Ti ringrazio per la risposta. spero. di uscire da questo incubo.
     
  4. griz

    griz Membro Senior

    Professionista
    l'impresa è responsabile quanto te dell'abuso compiuto, la denuncia presentata da loro è una follia, come se tu li avessi costretti contro la loro volontà il che non è assolutamente sostenibile infatti loro prima di te devono conoscere le normative, cosa che hanno dimostrato denunciandoti.
    non parliamo poi del salto dalla padella alla brace col professionista che chiamato a risolvere "dimentica" l'oggetto dell'incarico
     
    A Gianco piace questo elemento.
  5. Dimaraz

    Dimaraz Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Su questo non sono concorde.
    A ciascuno il "suo"...l'impresa è responsabile della correttezza costruttiva dell' opera, il tecnico incaricato del rispetto delle normative, il committente di tutto (in prima persona).
     
  6. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    Non capisco cosa cambia per l'impresa, sapere se la committente può o non può scaricare la fattura. Comunque, se è stato incaricato un tecnico di sistemare la pratica a sanatoria, non c'è da preoccuparsi più di tanto.
    Credo che fra committente ed impresa ci sia una diatriba e per non essere coinvolta come corresponsabile dell'abuso, quest'ultima ha pensato bene di coprirsi le spalle.
     
  7. Mirka

    Mirka Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    grazie Dimaraz e grazie Griz per avermi dedicato il vostro prezioso tempo. Le vostre repliche hanno dato possibilità di sfogo a ciò che sto vivendo e che ha compromesso inevitabilmente la qualità della mia vita. Non è piu una questione economica credetemi. Dimaraz hai ragione l'errore è solo mio ma mi sono fidata: a capo dell'impresa edile vi è una persona di "famiglia" che oltre ad aver fatto lavori fatti male, non aver seguito le procedure e valutato la fattibilità dell'intervento rincarato le forniture di tre volte il valore di mercato alla fine voleva altri soldi. e quindi è tutto. molto piu dolente e delicato e non è questo il forum adatto. grazie ancora di vero cuore anche a te Griz l'architetto che ha omesso di segnalare l'intervento è stato chiamato postumo non conosceva l'impresa. il fatto di avermi intimato a non procedere con la detrazione d modo di pensare. . Appena sistemo tutto voglio scappare da questa casa.
     
  8. griz

    griz Membro Senior

    Professionista
    L'impresa lavora su un progetto e lo avalla, quando l'opera eseguita non è conforme e si configura in abuso, l'impresa ne è responsabile come il committente e il D.L.. L'impresa deve conoscere (almeno a grandi linee), la normativa sopratutto sulle opere strutturali, se si fa un buco in un solaio, non può non sapere che deve essere progettato
     
  9. Dimaraz

    Dimaraz Membro Storico

    Proprietario di Casa
    In base a quale Legge una impresa deve "indagare" sulla regolarità di un simile intervento?

    Una impresa non può eseguire una commissione palesemente contra legem ... ma un foro in un solaio non è di certo vietata dalle norme in quanto tale.
     
  10. griz

    griz Membro Senior

    Professionista
    L'impresa è responsabile: metti che durante l'apertura del foro (esempio) non studiata dal progettista si creasse un dissesto nella struttura che coinvolgesse anche proprietà vicine magari provocando un crollo? la responsabilità sarebbe solo del proprietario che nella sua ignoranza non potrebbe nemmeno immaginare una conseguenza simile?
    Fidati: l'impresa è responsabile degli interventi che pratica, la palese incapacità di molti che aprono un'impresa edile non esime dalle responsabilità
     
  11. Dimaraz

    Dimaraz Membro Storico

    Proprietario di Casa

    Stai "mischiando" le cose.

    1-La responsabilità è a prescindere del proprietario in quanto tale ed in quanto committente dei lavori.
    2-Se il "dissesto" è dovuto alla semplice apertura del foro questi avrà facoltà di rivalsa verso il progettista (che abbia errato nei calcoli)
    3-se il "dissesto" è stato causato dall'impresa che non ha adottato gli opportuni accorgimenti tecnici per l'esecuzione del lavoro...allora questa avrà le proprie colpe...ma nessuna responsabilità le potrà essere addebitata perchè chi preposto non ha seguito la normativa in tema di autorizzazioni.

    Altresi, viste le specifiche norme nazionali e quelle speciali in certe aree, in capo all'esecutore (commissionario/impresa) compete in solido il reato per lavori "abusivi" ...salvo dimostri la propria estraneità (magari per essere stato indotto dalle rassicurazioni di altri)

    All'impresa non compete "indagare" sulla veridicità di quanto gli riferisce il committente.

    Fidati.

    Ps

    Dal punto di vista "giuridico" avresti a tuo favore alcuni precedenti: esistono sentenze che stabiliscono la nullità di contratti realitivi all'esecuzione di "opere abusive".
    In parole povere non hai alcun obbligo di pagare chi ha realizzato i lavori qualora fosse perfettamente a conoscenza dell'abusività di quanto stava facendo.

    Nel tuo caso vi è anche un altro "passaggio" del resoconto cui non avevo prestato attenzione:
    Strada ardua e che necessita di riscontri...ma si potrebbe asserire che hai dato incarico anche di competenza tecnica (progetto e direzione lavori) al parente/impresario.

    Tuttavia gioca a tuo sfavore questo:
    Qui ti giochi la credibilità. Sapevi di una irregolarità ma hai proseguito.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina

  1. Questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigare tra queste pagine acconsenti implicitamente all'uso dei cookies.
    Chiudi