1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. dan1

    dan1 Membro Attivo

    Vorrei sottoporre il seguente quesito:

    sono proprietario di un appartamento,ereditato, in un immobile in cui recentemente si e’ dovuto procedere al rifacimento del tetto assieme agli altri proprietari.
    Il geometra incaricato ha presentato una Dia in cui ha ripreso tutte le misure di tutti gli appartamenti dell’immobile in questione.
    E’ emerso facendo i confronti con i disegni a suo tempo depositati in Comune per un condono edilizio(circa 40 anni fa) che nel mio appartamento non dovrebbe essere presente ne’ una finestra di una camera, ne una porzione di terrazzo.
    Interpellato il progettista dell’epoca ha candidamente ammesso che sono “Errori di disegno” e che l’accatastamento fatto a suo tempo e’ conforme alla situazione esistente.
    Ora so di un vicino di un altro immobile che ha ricevuto la “visita" dei vigili del reparto edilizia per una veranda abusiva segnalata e che gli stessi gli hanno contestato che il terrazzo su cui insiste tale veranda non e’ conforme ai disegni depositati in comune in quanto dovrebbe essere diviso in due e non un terrazzo unico.

    Inoltre anche in questa situazione l’accatastamento era corretto, ma a detta dei vigili "l’accatastamento non vuol dire nulla."

    Come faccio a prevenire contestazioni di questo tipo?

    Grazie a chiunque mi vorra' rispondere
     
  2. Adriano Giacomelli

    Adriano Giacomelli Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
    Le "visite" dei vigili, quasi esclusivamente avvengono su segnalazione/denuncia da parte di terzi, vicini di casa solitamente.
    Per ovviare una situazione del genere, è meglio prevenire con attività di regolarizzazione spontanee. Il tuo Geometra ti saprà indicare il percorso più adatto, comunque che andrà a concordare in Comune con gli Uffici tecnici.
    Molto facilmente, con una DIA di rifacimento tetto, potrai fare una variante che faccia figurare le modifiche che hai bisogno di regolarizzare, se compatibili con gli strumenti urbanistici.
     
  3. MilenaT

    MilenaT Nuovo Iscritto

    Buongiorno,
    intervengo da profana su questo caso che forse mi può aiutare a capire il mio. Mi stupisce la richiesta di DIA per un tetto già fatto da cui - ho capito bene? - si spiccherebbe un balzo per regolarizzare altre faccenduole?

    Forse è simile al caso di un appartamento cui sono interessata:
    il proprietario ha iniziato una richiesta di sanatoria per una tettoia che ricopre una piccola parte di terrazza.
    Mi lasciava perplessa il fatto che la tettoia fosse piccola cosa, rispetto ad un più grosso abuso precedente e non menzionato in richiesta di sanatoria. L'intera terrazza è abusiva, realizzata tramite lo sventramento di metà di un enorme solaio.
    Aggiungo che l'edificio interessato da questo abuso, pur non essendo vincolato, è in centro storico, in zona ove le sagome degli edifici non possono essere alterate. Tuttavia la terrazza è "a trincea" e non ha modificato l'assetto esterno.

    Chiedo agli esperti: potete farmi qualche ipotesi che possa chiarire il motivo per cui la sanatoria è stata chiesta solo sulla tettoia?
    E in linea generale: è possibile sanare un simile abuso?

    :???::domanda::???:

    Grazie,
    MienaT
     
  4. dan1

    dan1 Membro Attivo

    se posso.. faccenduole..

    la cosa che piu' mi irrita in tutta la mia vicessitudine e' che .... passo per chi scientemente fa abusi edilizi.. mentre invece,
    mi si possa credere o meno, non ho colpa della situazione dello stabile, ed il tutto e' imputabile ad una disattenzione o dimenticanza del geometra che all'epoca fece i vari disegni.

    E mi pare di cogliere che, tali disattenzioni non siano proprio cosi' rare, almeno in costruzioni datate 30 ani o piu', visto la vicenda del vicino, che di ha acquistato l'appartamento cosi come si trova ora.

    Poi che tutte le colpe ricadano su chi e' l'attuale proprietario, nel senso che doveva verificare prima dell'acquisto ecc.
    mi pare un po' riduttivo. Non sono un legale, ma Che il tecnico, presentando anche un accatastamento difforme ai disegni depositati e ne il costruttore non abbiano responsabilita' in merito non mi pare plausibile.

    Se qualcuno vuol dare un parere in merito alla faccenda gliene sareti grato

    Dan
     
  5. MilenaT

    MilenaT Nuovo Iscritto

    Se l'ho offesa ma ne scuso, non era mia intenzione, capisco che la situazione le è capitata fra capo e collo.
    Semplicemente mi ha stupita la risposta di Giacomelli e chiedevo chiarimenti.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina