1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. mari83

    mari83 Nuovo Iscritto

    Ciao,

    ho eseguito una ristrutturazione immobiliare interna; il comune via mail mi ha comunicato che per i lavori che dovevo eseguire (sostituzione pavimenti,porte e rifacimento bagni) non era necessaria nessuna autorizzazione. Ho fatto il contratto con un'azienda che mi ha fornito e posato i materiali applicandomi l'IVA al 10%.
    Di fatto non ho nessuna comunicazione di inizio lavori all'Asl. La spesa da me sostenuta e' comunque detraibile?

    Grazie
     
  2. dolly

    dolly Membro Senior

    Professionista
    No, in quanto interventi annoverati quale m.o. (manutenzione ordinaria) e pertanto non detraibili con riferimento a singola unità abitativa.
     
    A essezeta67 piace questo elemento.
  3. SClaudio

    SClaudio Membro Ordinario

    Ciao, mi diresti cortesemente dove sono annoverati come manutenzione ordinaria?

    Anche io sono in cerca di questa informazione ed in base a quanto ho letto ritengo che sostituzione pavimenti e rifacimento bagni possano essere considerati invece Manutenzione Straordinaria e quindi detraibili anche se eseguiti nella singola unità immobiliare.

    Per quanto riguarda i lavori di sostituzione porte, sarebbero detraibili qualora fossero "misure finalizzate a prevenire il rischio del compimento di atti illeciti da parte di terzi" ma credo questa sia una forzatura (sarebbe invece tranquillamente detraibile la serratura di una porta blindata).


    Fonti:
    Sito Agenzia delle Entrate

    Decreto del Presidente della Repubblica del 06/06/2001 n. 380, Art 3
     
  4. essezeta67

    essezeta67 Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    La manutenzione è straordinaria se il comune rilascia una DIA o una SCIA, con relativo pagamento di oneri. Se invece il comune non rilascia niente ma è necessaria una semplice comunicazione da parte di chi esegue i lavori, senza pagamento di oneri, si tratta di manutenzione ordinaria (come nel tuo caso).
    Attenzione: manutenzione ordinaria e/o straordinaria a livello del testo unico dell'edilizia dpr 380/2001 e quella a livello fiscale non corrono sullo stesso binario........ma spesso intendono cose diverse.
    Per il comune fa fede quello del T.U. DELL'EDILIZIA, per l'agenzia delle entrate fa fede quello che sogna di notte il legislatore..... Comunque nel tuo caso fa fede quello che ti viene detto dall'ufficio tecnico del tuo comune.
     
  5. SClaudio

    SClaudio Membro Ordinario

    Scusa, ma quello che trovo scritto nelle fonti che ho citato la situazione sembra diversa...e ciò mi confonde.

    In particolare sul sito dell'Agenzia delle Entrate trovo:
    Codice:
    I lavori per i quali spettano le agevolazioni fiscali sono quelli elencati nell’articolo 3 del Testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia edilizia, approvato con Dpr 6 giugno 2001, n. 380 - pdf e successive modificazioni.
    
    In particolare, la detrazione IRPEF riguarda le spese sostenute per eseguire gli interventi di manutenzione straordinaria, le opere di restauro e risanamento conservativo e i lavori di ristrutturazione edilizia per i singoli appartamenti e per gli immobili condominiali.
    
    Gli interventi di manutenzione ordinaria danno diritto alla detrazione IRPEF solo se riguardano le parti comuni di edifici residenziali.
    
    La detrazione spetta, inoltre, per:
    
        * l’eliminazione delle barriere architettoniche, aventi a oggetto ascensori e montacarichi (ad esempio, la realizzazione di un elevatore esterno all’abitazione)
        * la realizzazione di ogni strumento che, attraverso la comunicazione, la robotica e ogni altro mezzo di tecnologia più avanzata, sia adatto a favorire la mobilità interna ed esterna all’abitazione per le persone portatrici di handicap gravi (articolo 3, comma 3, della L. 104/1992)
        * l’adozione di misure finalizzate a prevenire il rischio del compimento di atti illeciti da parte di terzi
        * l’esecuzione di opere volte a evitare gli infortuni domestici
        * le spese sostenute per la ricostruzione o il ripristino di un immobile - anche non residenziale - danneggiato a seguito di «eventi calamitosi» (previa dichiarazione dello stato di emergenza).
    E nel DPR citato trovo quindi la descrizione di "Intervento di manutenzione straordinaria":
    Codice:
    b) "interventi di manutenzione straordinaria", le opere e le modifiche
    necessarie per rinnovare e sostituire parti anche strutturali degli edifici,
    nonche' per realizzare ed integrare i servizi igienico-sanitari e
    tecnologici, sempre che non alterino i volumi e le superfici delle singole
    unita' immobiliari e non comportino modifiche delle destinazioni di uso;
    In base a quanto citato, per il pavimento e il rifacimento bagni la detrazione è quindi possibile e non trovo, invece, quindi alcun riferimento al fatto che la discriminante debba essere il bisogno o meno di autorizzazione comunale (DIA o SCIA o quel che sia).

    E' sbagliato il mio approccio?
     
  6. Riccardo72

    Riccardo72 Oggi è il mio Compleanno!

    Ciao!
    Mi unisco anch'io ai dubbi di SClaudio.

    Leggendo la guida la Guida AdE i lavori di sostituzione sanitari ed impianti del bagno sono annoverati come quelli detraibili.

    Inoltre so che il DL 25 marzo 2010, n. 40, c.d. Decreto Incentivi, contiene la norma che consente "di realizzare, senza alcun titolo abilitativo, interventi edilizi di manutenzione ordinaria e straordinaria.

    Io ritengo, e spero di non sbagliare, che, sulla base delle due considerazioni sopra, i lavori siano detraibili e non necessitanti di DIA o SCIA.
    Però, sarebbe utile arrivare ad un parere condiviso per essere tutti ...più sicuri...:daccordo:
     
  7. dolly

    dolly Membro Senior

    Professionista
    Il pavimento e rifacimento bagno non sono opere di manutenzione straordinaria (l.457/78 art. 31 lettera b con Dia o Scia) ovvero di ristrutturazione edilizia (l.457/78 lettera c con concessione edilizia) ma semplice rifacimento annoverabile nella l.457/78 art. 31 lettera a) e come tale escluso dall'agevolazione fiscale.
     
    A essezeta67 piace questo elemento.
  8. essezeta67

    essezeta67 Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Nella guida Ade non trovi però il rifacimento della pavimentazione interna,nè la sostituzione delle porte interne, interventi piuttosto dispendiosi... Concordo comunque con Dolly.
     
  9. dolly

    dolly Membro Senior

    Professionista
    Per quanto riguarda le porte interne, affinché la semplice sostituzione delle stesse,che da sola non è spesa agevolabile,possa diventare spesa detraibile deve esser legata ad un intervento di manutenzione straordinaria che ne implichi la necessità, ossia, eliminazione di tramezzi ,ampliamento degli stessi, creazione di pareti, caso contrario, no.
    Le porte esterne blindate, quelle sì, essendo intervento "finalizzato a prevenire il rischio del compimento di atti illeciti".

    Saluti
    dolly
     
  10. SClaudio

    SClaudio Membro Ordinario

    Essendo gli articoli citati forse un po' troppo sintetici ho cercato le varie circolari regionali, più esplicative. Provo a ricapitolare quanto emerso:

    .per il bagno, se si tratta di sostituzione o riparazione degli elementi (WC, lavandino, vasca) si ricade nella manutenzione ordinaria per la quale non spetta la detrazione; se, invece, vengono "realizzati o integrati" nuovi elementi (ad esempio una cabina doccia dove prima non c'era, magari che si va a sostituire alla vasca), dovrebbe ricadersi nella manutenziona straordinaria, quindi con detrazione;

    .per il pavimento, il rifacimento dello stesso con uno di tipo uguale potrebbe essere assimilato più ad una riparazione o rinnovamento del preesistente, per cui non ci sarebbe detrazione (in quanto manutenzione ordinaria); qualora invece esso venga sostituito con uno di diverso tipo, potrebbe prevalere l'interpretazione straordinaria dell'opera, con relativa detrazione;

    .per le porte, riporto quanto scritto da Dolly:

    Fin qui ci troviamo d'accordo :daccordo: ?
     
  11. essezeta67

    essezeta67 Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Se gli interventi citati rientrano in una manutenzione straordinaria o in una ristrutturazione o in un restauro conservativo oppure ancora in una demolizione e fedele ricostruzione (tutti interventi che necessitano di abilitazione comunale) godono sicuramente della detrazione 50% ma non se rientrano in una manutenzione ordinaria (senza abilitazione comunale) come già ribadito nei precedenti post. Saluti.
     
  12. Riccardo72

    Riccardo72 Oggi è il mio Compleanno!

    Scusate, ma le questioni sono ancora passibili, almeno personalmente di dubbi.


    Concentriamoci sui lavori di sostituzione sanitari per un bagno:

    * detraibilità ai fini IRPEF:
    La guida predisposta dall'AdE al capitolo V (Principali tipi di interventi ammessi alla detrazione IRPEF) nel caso di singole unità abitative, pag. 25, indica Sanitari: sostituzione di impianti ed apparecchiature.
    Perché mai uno non dovrebbe avvalersi di una detrazione fiscale (con tutte le tasse che già si pagano...) quando viene prevista così chiaramente nella guida?

    * titolo abilitativo
    il DL 25 marzo 2010, n. 40, c.d. Decreto Incentivi, contiene la norma che consente "di realizzare, senza alcun titolo abilitativo, interventi edilizi di manutenzione ordinaria e straordinaria".
    Perché uno dovrebbe richiedere una DIA/SCIA?
     
  13. Riccardo72

    Riccardo72 Oggi è il mio Compleanno!

    (per il DL non ho riportato, perché non attinente al nostro caso, la parte che indica che permangono sotto titolo abilitativo i lavori su parti strutturali)
     
  14. essezeta67

    essezeta67 Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    La stessa guida a pag. 11 recita: gli interventi di manutenzione ordinaria sono ammessi all'agevolazione solo quando riguardano le parti comuni condominiali. Gli stessi interventi eseguiti sulle proprietà private o sulle loro pertinenze non danno diritto ad alcuna agevolazione.
    Sono esempi di interventi di manutenzione ordinaria: le opere di riparazione, rinnovamento e sostituzione delle finiture degli edifici, quelle necessarie ad integrare o mantenere in efficienza gli impianti tecnologici esistenti, la sostituzione dei pavimenti, infissi e serramenti, la tinteggiatura di pareti, soffitti, infissi interni ed esterni, il rifacimento di intonaci interni, l'impermeabilizzazione di tetti e terrazze, la verniciatura delle porte dei garage.
    Se queste opere fanno parte di un intervento più vasto, come la demolizione di tramezzature, la realizzazione di nuove mura divisorie e lo spostamento dei servizi, l'insieme delle stesse è comunque ammesso al beneficio delle detrazioni fiscali.

    Un titolo abilitativo comunale conferma il tipo di intervento che viene realizzato: spesso la gente pensa sia ristrutturazione anche la realizzazione di semplici interventi di manutenzione ordinaria...
    Inoltre in caso di controllo della documentazione da parte dell'Ade una abilitazione comunale rende certo il tipo di lavoro effettuato (come ho avuto l'occasione di constatare in alcuni casi di richiesta dei documenti giustificativi). Saluti.
     
  15. Riccardo72

    Riccardo72 Oggi è il mio Compleanno!

    Grazie essezeta67. Concordo su pavimenti e porte.

    Non ho però ben capito e vorrei per chiarezza circoscrivere il discorso sulla sostituzione elementi del bagno.
    Questa tipologia non è citata all'interno della manutenzione ordinaria; del resto è sostituzione non manutenzione. Quindi, essendo anche indicata a pag. 35, è detraibile.

    Sei d'accordo che sulla base del DL che ho citato il titolo abilitativo non è più strettamente richiesto?

    Grazie per il confronto:)
     
  16. essezeta67

    essezeta67 Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Sto eseguendo un ampliamento sulla mia abitazione con il Piano casa.
    La casa ha 50 anni e approfittando dei lavori di ampliamento devo sistemare tutto il resto compreso il rifacimento completo delle falde del tetto per adeguarle all'ampliamento. Ho dovuto penare più di un anno per ottenere dal comune che sul permesso di costruire, oltre che l'ampliamento Piano casa, fosse citata anche la manutenzione straordinaria del resto della casa esistente che comporta circa 10 volte la spesa dell'ampliamento (12 mq di ampliamento contro i 120 mq di rifacimento di tutto, dai serramenti agli impianti, allo spostamento di stanze ecc. ecc.). Concordo con te sul fatto dell'eliminazione di pratiche per la manutenzione straordinaria ma ho comunque insistito per ottenere il titolo abilitativo dal comune nel caso che in futuro, a seguito dei controlli dell' Ade, non ci fossero storie...
    Per il discorso del bagno, è ovvio che se si rompe un lavandino lo devi sostituire e non lo puoi aggiustare.....però potrebbero far storie e farlo rientrare come "intervento necessario ad integrare o mantenere in efficienza gli impianti tecnologici esistenti"...dipende, in caso di controllo dall'interpretazione personale degli addetti....Vedi tu. Saluti.
     
  17. Riccardo72

    Riccardo72 Oggi è il mio Compleanno!

    Grazie essezeta,
    ... in effetti abbiamo una legislazione così vasta che le norme si accavallano e lasciano spazio a diverse interpretazioni, senza permettere di arrivare ad una chiara ed univoca risposta per il dubbio che può sorgere.
    La speranza è che vi sia comunione interpretativa tra controllore e controllato!
     
    A essezeta67 piace questo elemento.
  18. Riccardo72

    Riccardo72 Oggi è il mio Compleanno!

    Buon lavoro di ristrutturazione, allora!:)
     
    A essezeta67 piace questo elemento.

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina