1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. ciaps

    ciaps Membro Junior

    Buongiorno a tutti ho acquistato un immobile, si tratta di una casa di contadini costruita nel 1938. La casa non ha un particolare pregio storico ed in una zona di Firenze non soggetta a vincoli. Ho iniziato un progetto di ristrutturazione (ancora non presentato) ma man mano che andiamo avanti con il progetto mi rendo conto che devo: rifare il tetto, i solai, livellare il piano terreno che attualmente presenta 4 scalini rifare gli impianti e costituire un cappotto esterno all'abitazione per il risparmio energetico. MI conviene ristrutturare? Demolire e ricostruire ex novo non sarebbe più economico? A livello di normativa come cambia l'iter di approvazione: adesso mi basta una scia, ricostruendo ex novo?
     
  2. essezeta67

    essezeta67 Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Se demolisci e ricostruisci fedelmente (stessa sagoma, stesso volume, stesse misure, stessa altezza ecc.)
    l'intervento rientra nella ristrutturazione edilizia e quindi la scia dovrebbe essere più che sufficiente.
    Se demolisci e ricostruisci non fedelmente (più grande o comunque diverso da prima) si tratta di nuova costruzione, secondo me necessiti di permesso di costruire e di sicuro c'è una differenza sugli oneri.
    Chiedi all'ufficio tecnico del tuo comune.
    Nel primo caso puoi usufruire di agevolazioni fiscali del 50% fino a 96 mila euro di spesa, nel secondo no.
    Se decidi di ristrutturare l'esistente puoi godere sempre delle sopracitate agevolazioni, però l'intervento è molto più costoso dei precedenti e poi potrebbero presentarsi degli ostacoli o delle complicazioni.
    Se vuoi un consiglio personale opterei per la prima soluzione (demolizione e fedele ricostruzione).
    Saluti.
     
  3. ciaps

    ciaps Membro Junior

    Grazie della risposta in effetti pensavo di ricostruire fedelmente però nel momento in cui ricostruisco (stessa sagoma ) per esempio possono richiedere di costruire ad una distanza maggiore da un confinante (adesso è a meno di 5 metri)
     
  4. essezeta67

    essezeta67 Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Poichè questo intervento è inquadrato nella ristrutturazione il problema non dovrebbe presentarsi.
    Puoi sempre chiedere conferma al tecnico che ti segue o meglio ancora al comune. Saluti.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina