1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. craonf sotiosp

    craonf sotiosp Membro Ordinario

    dovrei ritirare in banca l'offerta reale di somma del mio inquilino,c'e' bisogno di qualche richiesta scritta?
    se qualcuno potrebbe darmi qualche delucidazione in merito.il mio leg. mi ha detto di passare direttamente in banca.grazie anticiotamente a tutti
     
  2. cichi

    cichi Membro Junior

    Esattamente l'Ufficiale Giudiziario cosa le ha notificato?
     
  3. arianna26

    arianna26 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    mamma mia mi scopro ogni giorno più ignorante cos'è un'offerta reale fatta da un inquilino?
     
  4. teofilatto

    teofilatto Membro Attivo

    Professionista
    qualcosa che centra con lo sfratto?
     
  5. tovrm

    tovrm Membro Senior

    Proprietario di Casa
    L'offerta reale è la somma di denaro che un debitore fa nei confronti di un creditore per estinguere il proprio debito.
    Questa azione serve a mettere in mora il creditore che abbia immotivatamente/illegittimamente rifiutato di ricevere la prestazione dovuta.
    La legge tutela con degli strumenti (offerta reale, offerta per intimazione) l'interesse del debitore ad estinguere il proprio debito ed a non vedersi aggravare la propria posizione debitoria. Tale interesse viene tutelato con intensità diversa dal codice civile a seconda che il debitore proceda ad un'offerta non formale d'adempimento ex art. 1220 cc (tale è, ad esempio, stata considerata l'offerta di adempiere attraverso un vaglia cambiario) ad un offerta formale reale o per intimazione ex artt. 1207 e 1209 cc al deposito successivamente all'offerta formale ex art. 1210 e ss cc.

    Art. 1210. Facoltà di deposito e suoi effetti liberatori.
    «Se il creditore rifiuta di accettare l'offerta reale o non si presenta per ricevere le cose offertegli mediante intimazione, il debitore può eseguire il deposito.
    Eseguito il deposito, quando questo è accettato dal creditore o è dichiarato valido con sentenza passata in giudicato, il debitore non può più ritirarlo ed è liberato dalla sua obbligazione.
    »

    Art. 1215. Spese.
    «Quando l'offerta reale e il deposito sono validi, le spese occorse sono a carico del creditore.»

    Il debitore, in questo caso, intende dunque liberarsi della sua obbligazione facendo offerta reale, ai sensi e per gli effetti di legge, della somma dovuta (l'intimazine si fa per il tramite di un Ufficiale Giudiziario).

    Il creditore deve dunque solo andare in banca e ritirare la somma depositata.
     
    A arianna26, teofilatto e maidealista piace questo elemento.
  6. arianna26

    arianna26 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Grazie.
     
  7. teofilatto

    teofilatto Membro Attivo

    Professionista
    e anche oggi ne sappiamo una di più:fiore:
     
    A maidealista piace questo elemento.
  8. craonf sotiosp

    craonf sotiosp Membro Ordinario

    grazie, siete stati molto preziosi,lunedi' mi rechero' in banca per ritirare
    la somma
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina