1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. gianci

    gianci Nuovo Iscritto

    Il Governo Monti, col Decreto "Salva Italia" del 06/12/2011, ha bloccato la rivalutazione per il biennio 2012 - 2013 delle pensioni con assegni di importo superiore a 3 volte il trattamento minimo e cioè fino a Euro 1441,59. Ora poichè sappiamo che gli assegni corrisposti ai pensionati sono al netto delle trattenute fiscali, qualcuno di voi può con precisione dirmi che i predetti 1441,59 Euro sono da considerarsi al netto ? Grazie.
     
  2. sergio46

    sergio46 Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Sono al lordo dell'IRPEF!
    Saluti.
     
  3. renzanna

    renzanna Membro Attivo

    E quando mai al netto......siamo in Italia o no!!!!
     
  4. gianci

    gianci Nuovo Iscritto

    E allora perchè parlano sempre di assegni di pensioni ? E' per confondere sempre di più le idee della gente ? La solita disonestà intellettuale !
     
  5. alberto bianchi

    alberto bianchi Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Rimandiamo i nostri parlamentari a scuola. Fra un po' la pensione ce la liquideranno non più con assegni ma ...a segni come faceva l'Albertone nazionale nei Vitelloni,
     
  6. MagoMerlino

    MagoMerlino Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Mio caro giangi, spero tu sappia che vivi in Italia e che i nostri governanti legiferano sulla base - sempre - del lordo. Infatti non possono sapere a quanto ammontano le tue detrazioni, nè possono sapere a quanto ammontano le tue aggiunte di famiglia per persone a carico. E' giusto, quindi, che - quando fanno le leggi - mettano tutti allo stesso livello, per equità. Questo favorisce o sfavorisce l'italiano lamentoso, che si vede malmenato ogni volta che viene applicata - equitativamente - una legge. Siamo troppo abituati ai favoritismi ed ai nepotismi. Un cordiale saluto.:daccordo::amore::amore:
     
    A romrub piace questo elemento.
  7. romrub

    romrub Membro Ordinario

    Proprietario di Casa
    Le cose bisognerebbe vederle e valutarle nel loro complesso: La tassazione sulla pensione esiste da sempre, ed è di maggior vantaggio per chi la ha raggiunta dopo una vita di lavoro:
    Se non fosse così chi non ha mai pagato un contributo avrebbe la pensione gratis, chi invece se la è pagata tutta avrebbe avuto una tassazione maggiore, in quanto avvenuta sullo stipendio che essendo maggiore della pensione, avrebbe pagato maggior tasse.
    Quindi quando sentiamo di stati dove la pensione è "pulita" ricordiamoci che lo è, solamente perchè quei soldi sono stati tassati alla fonte. Ciao.
     
  8. romrub

    romrub Membro Ordinario

    Proprietario di Casa
    Rileggendomi noto che dopo "sono stati tassati" ho omesso "più gravosamente" alla fonte.

    Altra dimenticanza: ma gli anni di blocco non sono tre? Ciao.
     
  9. renzanna

    renzanna Membro Attivo

    caro mago merlino, sarà come dici tu, ma io non vedo la gran differenza tra il lordo e il netto. Penso invece che dire 1440 € al lordo faccia molto più effetto che dire 1000 € netti......e poichè di chi, alla faccia di un referendum per togliere il sovvenzionamento ai partiti, si inventa il rimborso elettorale....permettimi ma io non mi fido!!!
     
  10. MagoMerlino

    MagoMerlino Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Infatti, renzanna, sono pienamente d'accordo con te per quanto riguarda "i partiti", sopratutto alla luce delle due bocciature subite dal governo, qualche giorno fa, che intendeva ridimensionare l'appannaggio ai partiti ed ai parlamentari.
    Per quanto riguarda la pensione, ribadisco quanto da me asserito nel precedente post. Non è una questione di sostanza, ma d'immagine, dire €.1.440 o €.1.000=.:sorrisone:
     
  11. gianci

    gianci Nuovo Iscritto

    Egregi signori partecipanti alla discussione, scusate se insisto sul mio punto di vista. Sappiamo bene di trovarci in Italia e sappiamo ancora meglio di come i nostri governanti vogliono che vadano le cose, anche quando adoperano delle forme letterali poco chiare il cui significato poi se lo rigirano sempre a loro favore, e questo mi sembra proprio il caso in questione. L'assegno è un titolo di credito che dà diritto al possessore di incamerare la cifra netta ( non lorda ) in esso riportata. Ora, ritornando al Decreto "Salva Italia", al mio paese, che è anche il vostro, nella dicitura " Pensioni con assegni di importo superiore a 3 volte il trattamento minimo " mi pare implicito il fatto che gli assegni siano al netto di quanto il pensionato percepisca, ed è il netto pagato che andrebbe preso in considerazione nella moltiplicazione per tre. O no? Pregherei di voler sottoporre il caso a qualcuno che ci chiarisca l'arcano. Grazie.
     
  12. sergio46

    sergio46 Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Te l'ha già spiegato ieri MagoMerlino, nel 6 post di questa discussione.
    Tieni altresì presente che tutti i contratti collettivi di lavoro in Italia vengono stipulati al lordo, in quanto non è possibile assegnare a ciascun lavoratore la stessa retribuzione netta, dovendosi valutare - a seconda dei casi - gli assegni familiari e le detrazioni fiscali per carichi di famiglia.
    Saluti.
     
  13. gianci

    gianci Nuovo Iscritto

    So che gli assegni e gli ordini di pagamento delle pensioni emessi dall'INPS includono gli assegni familiari, che potrebbero essere detratti dallo stesso Ente per avere l'importo netto della stessa, ma non mi risulta che su di essa vengano valutate detrazioni fiscali per carichi di famiglia, se non in sede di presentazione del Mod. 730, dove, alla fine di tutti i conteggi, il netto risultante è quello percepito nel corso dell'anno. Cerchiamo, per cortesia, di non aggirare l'ostacolo e di non sciorinare opinioni personali gratuite. L'interrogativo alla questione da me proposta rimane tutta aperta, e pregherei, chi ne fosse in grado, di dare un parere autorevole non tralasciando affatto la possibilità di andare in fondo al problema. Caso contrario, continuate pure a dire la vostra, io non parteciperò più alla discussione e cercherò un'altra via per arrivare alla vera verità.
     
  14. sergio46

    sergio46 Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Invece risulta ..... evidentemente tu non hai un coniuge o figli conviventi a carico (che lo sarebbero ove gli stessi avessero un reddito annuo lordo al di sotto di 2840,51 euro). Informati meglio!
    Saluti.
     
  15. alberto bianchi

    alberto bianchi Membro Senior

    Proprietario di Casa
     
  16. alberto bianchi

    alberto bianchi Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Mi pare che i pareri espressi dagli altri partecipanti siano stati esaurienti e corretti: la pensione a cui si fa riferimento è la pensione lorda, Che la si chiami assegno o pensiome la questione non cambia.
    Per la precisione l'Assegno riguarda la pensione o assegno di invalidità, quando viene erogato anticipatamente alla data in cui maturerebbe il diritto previsto dalla legislazione previdenziale (ex-pensione di anzianità o pensione di vecchiaia).
    In sostanza l'assegno è un assegno di invalidità.
    Riguardo al netto o lordo.
    Essendo l'ammontare LORDO il costo che lo Stato sostine e costituisce la base per la formazione del Bilancio Statale, va da se che l'ammontare rivalutabile è questo e non il netto.
    L'ammontare netto è altamente variabile in quanto essendo influenzato da imposte, detrazioni fiscali e maggiorazioni varie che possono variare a seconda del governo che di volta in volta sale al potere, può essere al limite preso in considerazione per l'aspetto finanziario (gli esborsi reali di cassa) e non certo per essere rivalutato.
    Ritengo pertanto questa discussione alquanto sterile.

    Inoltre allo scettico, se è pensionato, consiglio di esaminare l'ammontare dellla sua pensione prima e dopo la rivalutazione, si accorgerà che la voce che subirà una variazione e resterà fissa fino alla prossima rivalutazione sarà quella relativa al lordo.
     
    A sergio46 piace questo elemento.
  17. gianci

    gianci Nuovo Iscritto

    Finalmente era ora che prendesse la parola un "membro premium", che ringrazio per le esaudenti spiegazioni. Fatto è, però, che devo informarmi sul perchè la mia pensione, a partire dal mese di gennaio 2012, è lievitata di circa 30 euro pur essendo il lordo superiore a euro 1449,51. Saluti.
     
  18. MagoMerlino

    MagoMerlino Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Caro Giangi, io sono un pensionato con moglie e figlia disabile a carico e, dall'INPS dicevo la mia pensione composta dai seguenti elementi:
    1)-pensione lorda
    2)-aggiunte di famiglia (leggasi: assegni familiari)
    3)-ritenute IRPEF
    4)-DETRAZIONI DALL'IRPEF PER CARICHI DI FAMIGLIA (moglie+figlia)
    5)-importo netto da pagare.
    Come vedi le detrazioni per carichi di famiglia sono detratti dalle tasse che l'INPS mi trattiene. Non capisco, pertanto, se parli per parlare o se parli per informazioni desunte; nel secondo caso (informazioni desunte) ti sarei grato se potessi fornire la fonte dalla quale hai desunto le informazioni che sono alla base della tua presa di posizione. Un cordiale saluto.:^^:
     
  19. alberto bianchi

    alberto bianchi Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Penso che ti sia arrivato qualche settimana fa da parte dell'INPS la spiegazione di tale variazione.
    Si tratta di un conguaglio per il 2011 dovuto alla differenza tra inflazione programmata e inflazione reale rilevata a fine anno.
    In pratica la rivalutazione che ti era stata applicata a gennaio 2011 era solo provvisoria in quanto calcolata con una inflazione presunta. A dicembre è stata rilevata quella reale che, essendo superiore, ha comportato una differenza a tuo credito.
    Ma è anche probabile che il tuo netto non sia cresciuto (verifica quello di maggio) in quanto vengono applicate le addizionali dell'anno 2011 che possono essere anche superiori a quelle del 2010.
    In pratica ci aumentano la pensione, ma siccome aumentano le tasse, prendiamo sempre meno ! Così è l'Italia.
     
  20. gianci

    gianci Nuovo Iscritto

    Le ho desunte dall'aumento di pensione percepito, come già detto, a partire da gennaio scorso. Da lì il dubbio:disappunto::disappunto: circa la possibilità che gli assegni fossero al netto.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina