• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

#1
Spett. Forum

Debbo rogitare l’acquisto di un appartamento .Il venditore si trova in questa situazione:

gruppo di cittadini costituiti in cooperativa privata.Il costruttore aveva acquisito varie quote di pagamento,chi molto ,chi molto meno. Al momento dell’assegnazione delle quote di mutuo la banca ha diviso la cifra per millesimi di proprietà senza tener conto delle quote diversamente versate dai singoli proprietari al costruttore . (Non ho capito molto bene il passaggio tra costruttore e banca)

I proprietari non si sono messi d’accordo sul riequilibrare bonariamente tra loro i versamenti tra chi aveva dato di più e chi di meno e chi aveva dato di più ha fatto causa a chi aveva dato di meno.La causa è in corso.

Il mio venditore è tra quelli che si è approfittato della situazione e che ha dato di meno,quindi sta in causa e penso che perderà( mia opinione).Io che sono l’acquirente debbo scrivere qualcosa nel mio rogito oppure no ?

(non trattasi di spese condominiali non pagate con obbligo solidarietà pagamenti tra venditore e acquirente).

Spero in un vostro aiuto ,grazie molte.
 

Franci63

Membro Assiduo
#2
Io che sono l’acquirente debbo scrivere qualcosa nel mio rogito oppure no ?
Direi di si. Se non l'hai ancora fatto parlane immediatamente con il notaio di fiducia che farà il rogito, anche perché se sull'immobile grava un mutuo sarà il notaio a doversi occupare di avere dalla Banca l'assenso alla cancellazione dell'ipoteca del venditore, e gestire la situazione, consigliandoti per la miglior tutela dei tuoi interessi.
Io chiarirei il prima possibile.
 

Gianco

Membro Storico
#3
Se esiste un mutuo l'acquirente subentra al venditore ed eventuali debiti pregressi sono personali di quest'ultimo. Vero è che se non fosse solvibile il costruttore aggredirebbe il suo patrimonio e quindi gli atti recenti.
 

griz

Membro Senior
#4
la situazione sembra abbastanza complicata, il mutuo sarà un problema risolvibile al passaggio di proprietà (subentro o sostituzione) la causa con gli altri cooperanti rimarrà in capo al venditore che incasserà quanto pattuito, salvo che gli altri soci della coopertaiva non arrivino a bloccare la transazione nel timore che poi il soggetto si farà trovare nullatenente nell'eventualità di avere un debito
 
#5
Sì, mi sembra complicato
Dunque noi pagheremo in contanti , quindi la Banca non c'entrerebbe .
Se il venditore aveva un mutuo - non lo so - dovrà estinguerlo prima del rogito credo.
Il problema riguarda i versamenti antecedenti la creazione dei mutui bancari, qualche proprietario aveva liquidato al costruttore in tutto o in parte il dovuto,qualcun'altro no ( il mio venditore che dovrà restituire una somma a chi ha versato di piu')
Il costruttore evidentemente aveva aperto un mutuo bancario che è passato a tutti gli ex cooperativisti secondo i millesimi , i versamenti già fatti non sono stati considerati dalla banca che ha diviso la somma da avere ,correttamente, a millesimi .
In realtà chi aveva già quasi completato il pagamento al costruttore si è trovato a ripagare di nuovo delle somme come ha deciso la banca la quale non ha tenuto conto del già versato.
Io ho capito così ,c'è una causa tra i soci che avevano dato tanto e quelli che avevano dato poco.
Il problema x me nasce dalla causa in corso : chi pagherà le somme da ridistribuire - secondo un giudicato ancora da avere -tra chi ha già versato il costo dell'appartamento al costruttore e chi non l'aveva fatto e poi chi pagherà le spese legali?
Grazie molte
 

griz

Membro Senior
#6
Il problema x me nasce dalla causa in corso : chi pagherà le somme da ridistribuire - secondo un giudicato ancora da avere -tra chi ha già versato il costo dell'appartamento al costruttore e chi non l'aveva fatto e poi chi pagherà le spese legali?
secondo me questo non ti riguarda però, come scritto sopra, se i cooperanti in causa con tuo venditore venissero a sapere della vendita, potrebbero chiedere al giudice di sospendere la vendita fino alla fine del procedimento, non so se riuscirebbero e sopratutto i tempi però stai attenta a versare somme prima del rogito
 
#8
scusami
se la causa non mi riguarda come dici perchè i cooperanti dovrebbero far sospendere la vendita?
cosa c'entra la vendita con la causa se la causa è personale del venditore?
I soldi della causa il venditore li dovrà versare come cittadino perdente.
La causa è personale o dell'appartamento?
Non ho capito
grazie se mi fai capire
 

Franci63

Membro Assiduo
#9
Il problema x me nasce dalla causa in corso : chi pagherà le somme da ridistribuire - secondo un giudicato ancora da avere -tra chi ha già versato il costo dell'appartamento al costruttore e chi non l'aveva fatto e poi chi pagherà le spese legali?
Parla con il notaio, e valuta la possibilità di inserire nel rogito qualche riferimento all'esito della causa, e soprattutto a come gestirne le conseguenze economiche.
A volte è possibile prevedere che il notaio trattenga in deposito una parte del saldo prezzo fino alla fine della causa, per tutelarti dal rischio che chiedano soldi a te.
 
#10
sì,è un'idea
ma se inserisco una pendenza nel rogito divento solidale con il venditore.
come mi sembra sia per le spese condominiali, art. 63 disp.att. .c.c?
""""omissis ..Chi subentra nei diritti di un condomino è obbligato solidalmente con questo al
pagamento dei contributi relativi all'anno in corso e a quello precedente.
Chi cede diritti su unità immobiliari resta obbligato solidalmente con l'avente causa per i contributi maturati fino al momento in cui è trasmessa all'amministratore copia autentica del titolo che determina il trasferimento del diritto."""""
io non c'entro o c'entro?
forse è meglio non scrivere nulla.
se uno ha una causa per conto suo e vuole vendere un appartamento mica scrive nel rogito questa causa no?
 

Franci63

Membro Assiduo
#11
Se la causa riguarda il prezzo a cui ha comprato il venditore, prima di decidere se scrivere qualcosa nel rogito o no sentirei il notaio di fiducia.
 

griz

Membro Senior
#12
scusami
se la causa non mi riguarda come dici perchè i cooperanti dovrebbero far sospendere la vendita?
cosa c'entra la vendita con la causa se la causa è personale del venditore?
I soldi della causa il venditore li dovrà versare come cittadino perdente.
La causa è personale o dell'appartamento?
Non ho capito
grazie se mi fai capire
allora...
se il venditore possiede solo questo bene, in caso di debito questo bene sarà un pegno in pagamento del debito, se alla soluzione della causa, il venditore debitore sarà nullatenente perchè nel frattampo avrà venduto il bene e "speso" tutti i soldi non sarà più aggredibile e i creditori rimarranno con un pugno di mosche. Comunque dubito che un giudice arrivi a pignorare prima della fine della causa e probabilmente il tuo venditore sarà stato furbo
 
#13
franci73 geniale l'annotazione sul prezzo non ci avevo pensato!
Vado a controllaRe
Griz giusto!!
vado a controllare se ha altri beni
ci saranno senz'altro altre cose che non ho riflettuto!!
 

griz

Membro Senior
#14
senza fare troppo, semplicemente dai una caparra minima e paga al rogito, se quel giorno non ci saranno ostative, il problema eventuale sarà di altri
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Le Ultime Discussioni

Ultimi Messaggi sui Profili

Salve,dal 20 settembre 2017 sono venuto ad abitare con una famiglia a cui ho prestato la mia opera di badante per un loro cugino gravemente ammalato, che è deceduto dopo un mese,la famiglia di sua spontanea volontà mi fece la proposta di rimanere a vivere con loro fin quando non avrei trovato un'altra lavoro ma non mi avrebbero pagato per dare una mano in casa,mi dovevo accontentare di vitto e alloggio
moralista ha scritto sul profilo di luciano155.
ma non c'è neanche il profilo di luciano155
tanti auguri a tutti buone feste e tante belle cose lella
anche x marinarita grazie della comprensione ...comunque c'e' legge nuova x tutelare proprietari case ….noi alla fine da 1 giugno 2013 a 7 luglio 2017 mai pagato affitto 4 anni piu' spese tribunale avvocati tasse ...ecc. se pagava onestamente l'affitto tutti i mesi non sarebbe in questa situazione le lasciano meta' stipendio….tanti anni ...non so se ne valeva la pena non pagare l'affitto ….giustizia e' fatta
x uva ---finalmente finita con sentenza tribunale milano dato che la nostra inquilina aveva fatto 2 finanziarie …???? il 29 novmbre tribunale milano ci ha messo primi creditori sul quinto dello stipendio ...tutto specificato debiti avvocato 4 anni affitto mai pagato ….la tipa si e' presentata urlando ...la giudice ci ha inserito primi creditori prenderemo tutto da subito con quinto dello stipendo .finita bene kiss
Alto