• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Claudia85

Membro Junior
Proprietario Casa
Buongiorno a tutti!

Volevo confrontarmi con chi e' esperto in materia

se dopo il rogito effettuato ad aprile 2019, l allaccio del gas ammonta a 2mila euro perche la societa erogatrice dice che dal 2015 sono fuori norma le tubazioni che dal muro passano sotto il terreno del giardino fino alla cinta , chi dovrebbe pagare le spese i nuovi proprietari o i precedenti?
Nel rogito e' stata dichiarata l abitabilita e conformita impianti al periodo di installazione e successiva modifica.
Il contatore era stato rimosso perche vecchio e per richiesta di cessazione nel 2018

I nuovi proprietari chiedono sopralluogo per attivazione e quando arriva il preventivo notano la voce " formazione allaccio" e " rimozione di quella esistente" con una richiesta economica salatissima

Si puo parlare di vizio occulto o difetto/difformita' poiche' il bene non e' godibile in quanto non e' fornito di allaccio gas a norma?

Gli ex proprietari sono stati informati ma non si sono ancora esposti

I lavori sono commissionati dalla societa erogatrice che ha il monopolio nella zona
 

Dimaraz

Membro Storico
Proprietario Casa
Se non era precisato che l'immobile doveva essere provvisto di allaccio alla rete del metano non vi sono "vizi" da addebitare ai venditori.
 

Claudia85

Membro Junior
Proprietario Casa
Se non era precisato che l'immobile doveva essere provvisto di allaccio alla rete del metano non vi sono "vizi" da addebitare ai venditori.

Vermente e' il contrario doveva essere precisato che non era funzionabile.

Mi e' stato garantito tutto conforme e pronto all uso. Mentra invece le tubazioni degli allacci non lo sono e non posso utilizzare il bene per come l ho visto ovvero con caldaia e termosifoni
 

Claudia85

Membro Junior
Proprietario Casa
Qui non manca l allaccio ma la fornitura dell allaccio!
La fornitura cioe la tubazione!

Non posso chiedere l allaccio perche va effettuata prima la formazione del nuobo allaccio perche il precedente e', a detta loro, difforme
 

Claudia85

Membro Junior
Proprietario Casa
Qui non manca l allaccio ma la fornitura dell allaccio!
La fornitura cioe la tubazione!

Non posso chiedere l allaccio perche va effettuata prima la formazione del nuobo allaccio perche il precedente e', a detta loro, difforme
Per tubazione e fornitura intendo qurlla che dal contatore va all esterno fino alla cinta e' che e' di loro proprieta'
 

Pipp0

Nuovo Iscritto
Professionista
Hai comprato l'immobile e lo hai accettato nello stato in cui si trovava dichiarandolo davanti al notaio. Se ritieni di avere ragione inizia una causa decennale per 2000 euro di lavori. Di sicuro non hai comprato un immobile recente, chissà quante sorprese ti riserva il futuro...
 

Claudia85

Membro Junior
Proprietario Casa
Non c entra se sia costruzione recente o meno, il codice civile non fa queste discriminazioni.
Io ho acquistato abitabile e pronta all uso

A norma dell'art. 1490 c.c., il venditore è tenuto a garantire che la cosa venduta sia immune da vizi che la rendano inidonea all'utilizzo cui è destinata ovvero ne diminuiscano in modo apprezzabile il valore.





Hai comprato l'immobile e lo hai accettato nello stato in cui si trovava dichiarandolo davanti al notaio. Se ritieni di avere ragione inizia una causa decennale per 2000 euro di lavori. Di sicuro non hai comprato un immobile recente, chissà quante sorprese ti riserva il futuro...
 

Pipp0

Nuovo Iscritto
Professionista
L'immobile è idoneo all'utilizzo, 2000 euro di lavori non lo deprezzano in modo apprezzabile. Hai comprato un immobile usato, sapevi già che dovevi spenderci dei soldi, spera che siano gli unici e che non esca qualcosa di più costoso più avanti.
 

Claudia85

Membro Junior
Proprietario Casa
L'immobile è idoneo all'utilizzo, 2000 euro di lavori non lo deprezzano in modo apprezzabile. Hai comprato un immobile usato, sapevi già che dovevi spenderci dei soldi, spera che siano gli unici e che non esca qualcosa di più costoso più avanti.
Ribadisco che il codice civile non fa differenza ta vecchio nuovo usato etc
Ma di idoneita' all'utilizzo. Con garanzia 1 anno per compravendita tra privati


L'immobile visionato non e' idoneo all utilizzo per il quale e' stato visionato e comprato: non puo essere utilizzato il gas per cottura e riscaldamento come da certificati allegati al rogito
E 2000 mila euro e' una somma consistente per la quale vale la pena almeno di chiedere , a chi e' esperto in materia, se si hanno dei diritti di rimborso della cifra
 

Pipp0

Nuovo Iscritto
Professionista
Quanto tempo fa hai scoperto questo 'vizio'?
Dopo quanto tempo dalla scoperta hai comunicato al venditore l'esistenza di questo vizio? Intendo per iscritto con raccomandata o pec non per telefono
Lo sai che la legge prevede che tu lo comunichi al venditore entro 8 giorni dalla scoperta pena la nullità del risarcimento?
 

Claudia85

Membro Junior
Proprietario Casa
Conosco la normativa di riferimento degli 8 giorni dalla scoperta del vizio. Ma ho approfondito con tecnici e cercando dia vere altri preventivi per avere un minimo di sicurezza di poter avanzare tale richiesta.
Con lei siamo diventate amiche con la promessa di dire tutto in merito a difformita'.

Accertatami di avere una normativa di riferimento c.c. 1460 l ho informata per whatsapp e poi telefonicamente. Per email ho mandato il preventivo come da leri richiesto.
Ho specificato vuoi che ti invio una mia pec ufficiale e le mie fonti? No dammi tempo qualche giorno per confrontarmi e ti faccio sapere. Si e' trincerata su un " vediamo" ma passano le settimane

Intanto ho inviato pec alla societa che ha emesso il preentivo affinche mi mettessero per iscritto le motivazioni, cosi da avere una spiegazione piu ufficiale da potere girarle
 

Pipp0

Nuovo Iscritto
Professionista
Non capisco, sei amica del venditore allora non avrai problemi a risolvere tutto. Resta il fatto che non hai comunicato entro 8 giorni del vizio, se avesse voluto pagare lo avrebbe già fatto. Dubito che tu sia in grado di ricevere un rimborso. Quando ci sono i soldi di mezzo, l'amicizia non conta niente.
 

Claudia85

Membro Junior
Proprietario Casa
Hai ragione ma ho anche il tecnico che testimonia che glielo ha riferito che sussiste tale problematica.

La normativa parla anche del fatto che vale anche se e' stata fatta verbale.

Diciamo che sia lei che io ragioniamo secondo il principio di coscienza e correttezza.

Attualmente io volevo solo essere consapevole delle mie ragioni, se siano o meno infondate, perche' eventualmente mi sentirei in colpa ad averle avanzato una richiesta sterile
 

Dimaraz

Membro Storico
Proprietario Casa
A norma dell'art. 1490 c.c., il venditore è tenuto a garantire che la cosa venduta sia immune da vizi che la rendano inidonea all'utilizzo cui è destinata ovvero ne diminuiscano in modo apprezzabile il valore.
Non ho capito se la "linea" contestata sia a monte od a valle del contatore.

In ogni caso tale articolo si riferisce all'immobile e nulla centra con la linea di trasporto di un combustibile.
L'immobile può essere "riscaldato" anche con altri mezzi e eipeto la tua contestazioje vale solo se a rogito era specificato un immobile completo di allacci e contratti di fornitura.

Se il locale concessionario di distribuzione ora si inventa una mancata rispondenza alla "normativa attyale" (fatti dire il motivo esatto) non puoi chiamare in causa l'ex proprietario/venditore.
Rischi una causa persa in partenza.
 

Claudia85

Membro Junior
Proprietario Casa
Non ho capito se la "linea" contestata sia a monte od a valle del contatore.

In ogni caso tale articolo si riferisce all'immobile e nulla centra con la linea di trasporto di un combustibile.
L'immobile può essere "riscaldato" anche con altri mezzi e eipeto la tua contestazioje vale solo se a rogito era specificato un immobile completo di allacci e contratti di fornitura.

Se il locale concessionario di distribuzione ora si inventa una mancata rispondenza alla "normativa attyale" (fatti dire il motivo esatto) non puoi chiamare in causa l'ex proprietario/venditore.
Rischi una causa persa in partenza.
Tale articolo si riferisce all immobile nella sua interezza per come e' stato acquistato ( ci sono senteze della cassazione molto esaustive ) ovvero funzionale e fruibile nel godimento dell'uso.
Non mi voglio scaldare con altro poiche ho visionato impianti di riscaldamento con caldaia e termosifoni che mi sono stati garantiti come funzionanti.

Non era specificato che mancassero forniture/tubazioni di impianti per chiedere l allaccio che e' mio onere

Il problema riguarda la mancanza di conformita delle tubazioni che dal contatore atteaversano il giardino fino alla cinta di distribuzione sul confine di proprieta'
Al telefono mi hanno detto che con la rimozione del vecchio contatore per cessazione, non mi fanno allaccio ma devono rifare la formazione dell allaccio ovvero la tubazione
Ho inviato una pec chiedendo che mi mettessero per iscritto le motivazioni esatte e attendo risposta
 

Claudia85

Membro Junior
Proprietario Casa
Che poi oltre al riscaldamento si parla anche di cottura e acqua sanitaria per lavarsi. Provvedere diversamente significa che devo indebitarmi con il costosissimo impianto solare /fotovoltaico ?

Credo che avere gli la possibita di allacciarsi, per presenza di struttura conformi, sia indispensabile.

Sarebbe dovuto esserci scritto che era mancante di allacci gas, vista la presenza di certificazioni caldaia e termosifoni
 

Pipp0

Nuovo Iscritto
Professionista
Allora, se avessi potuto trovare una soluzione con il venditore l'avresti già trovata, hai fatto il grosso errore di non comunicarlo entro gli 8 giorni, intendo formalmente con raccomandata e non a voce. Ti resta una causa per avere 2000 euro, forse se ti va bene in una decina di anni. Ne vale la pena? Hai consultato un legale? Supponendo che tu pensi di avere ragione, porti l'articolo al venditore e pensi che ti firmi un assegno seduta stante senza battere ciglio? Come pensi di risolvere?
 

Dimaraz

Membro Storico
Proprietario Casa
hai fatto il grosso errore di non comunicarlo entro gli 8 giorni
Sono altri i motivi e in ogni caso non vale tal termine di 8 giorni.


Tale articolo si riferisce all immobile nella sua interezza per come e' stato acquistato ( ci sono senteze della cassazione molto esaustive
Ho incontrato troppe persone che "credono" di saper leggere le sentenze.

Attendi il chiarimento del fornitore perché se per il cliente precedente era regolare lo deve essere anche per chi subentra.
In ogni caso la loro "competenza" termina a l contatore.
 

Claudia85

Membro Junior
Proprietario Casa
Sono altri i motivi e in ogni caso non vale tal termine di 8 giorni


Ho incontrato troppe persone che "credono" di saper leggere le sentenze.

Attendi il chiarimento del fornitore perché se per il cliente precedente era regolare lo deve essere anche per chi subentra.
In ogni caso la loro "competenza" termina a l contatore.
La loro competenza termina al contatore? Beh lo hanno fatto rimuovere, non si poteva provare l impianto

Il problema e' che non e' un subentro,
avendo loro chiesto di cessare l utenza.
Escono sempre normative e non potendo chiudere il gas per fare subito adeguare gli utenti ne approfittano con le nuove attivazioni.
Al telefono hanno nominato che la normativa e' del 2015
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Le Ultime Discussioni

Ultimi Messaggi sui Profili

Sono @Gianco, sto cercando di collegarmi con un altro computer, ma non ci riesco. Potete mandarmi un messaggio che leggerò con l'altro computer. Grazie.
dove è il tasto invio per mandare il messaggio che ho scritto
Alto