1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. sergio 41

    sergio 41 Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Salve a tutti,
    Stiamo vendendo un immobile con Preliminare notarile effettuato a Luglio scorso. I termini per il rogito sono indicati entro e non oltre il 31 Ottobre.
    Per motivi burocratici, lunghezza delle pratiche di sanatoria e nuovo accatastamento, non possiamo essere in grado di rispettare tale termine che dovrebbe essere rinviato a non prima del 31 dicembre. L'acquirente propone una scrittura in cui versando una somma irrisoria oltre a quella già versata al preliminare accetta il differimento della data del rogito a condizione che gli vengano consegnate le chiavi dell'immobile entro il 31 ottobre, per iniziare lavori di ristrutturazione. Che ne pensate di questa soluzione ? Noi non saremmo propensi alla consegna anticipata delle chiavi per tutta una serie di considerazioni. Nell'eventualità accettassimo la proposta che rischi potremmo correre? Come ci possiamo tutelare? Se invece non accettiamo a cosa andiamo incontro?
    Grazie per i consigli.
     
  2. Adriano Giacomelli

    Adriano Giacomelli Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
    A) siete inadempienti e quindi uno sforzo lo dovete. Le chiavi non andrebbero date!
    B) Se l' acquirente esegue lavori migliorativi, di una certa entità, è anche un segno che dovrebbe andare tutto a finire bene!
    C) Se l'acquirente è persona solida, fidata, la banca lo affida, è conosciuto come corretto, le cose si mettono meglio.
    D) Individuate un documento che dia titolo di occupazione dell'immobile, ma che non costituisca una messa in uso dell'appartamento. Se fosse un caso normale, un comodato gratuito con clausola di recesso, registrato-tutti i comodati vanno registrati- sarebbe un titolo utile per operare la liberazione dei locali in caso di.......
    E) Un contratto d'affitto, il canone va a defalco del saldo, avete un altro titolo a operare lo sfratto! Naturalmente a latere del preliminare con data certa.
    F) IL cliente chiede solo di fare opere e allora consigliatevi con un legale, forse trova una terza via.
     
    A sergio 41 piace questo elemento.
  3. castro

    castro Nuovo Iscritto

    siete inadempienti ma lo spostamento di due mesi e la vostra volontà a vendere l'immobile alle condizioni sottoscritte nel preliminare di luglio vi mettono al riparo da cause ed affini perchè nel frattempo che istruite la causa fate il rogito quindi non rischiate nulla, ovviamente comportandosi a muso duro se volete essere più accondiscendenti, quello che consiglio sempre, potete venire incontro alle esigenze del vostro acquirente consegnandogli un mazzo di chiavi per eseguire i lavori firmando un documento che dice che la consegna delle chiavi avviene solo ed esclusivamente per sopralluoghi e non costituisce immissione in possesso tanto è vero che altre chiavi dovete tenerle voi e consegnarle esclusivamente al rogito così facendo il vostro acquirente se è in buona fede farà i suoi lavori, voi rimandere l'atto senza rischiare nulla e se il vostro acquirente dovesse crearvi dei problemi non fate altro che rientrare in casa vostra cambiare serratura, l'acquirente non ha nessun titolo x stare in casa.
    eviterei affitti comodati o altro perchè creerebbero l'immissione in possesso.
     
    A maidealista, sergio 41 e rabadan piace questo elemento.
  4. Marco Costa

    Marco Costa Membro dello Staff

    Salve,
    nel caso di un controllo a seguito della richiesta di sanatoria che riscontra nuovi lavori di ristrutturazione in atto . come vi regolate per le relative conseguenze ? ?
    Se non ottenete la sanatoria che il preliminare dava come prerogativa non rinunciabile pena la decadenza, in presenza di lavori gia' eseguiti da parte del potenziale acquirente non piu' interessato all'acquisto, come vi siete regolati ? ?

    Penso che gli accordi si possono prendere .... anzi si devono prendere prevedendo ogni situazione negativa... poi il buon senso ed il lato economico fanno incontrare chiunque
    Ricordati che la dilazione di tempo la stai causando tu e per chi deve ristrutturare i tempi sono gia' sempre corti

    saluti Marco ;) ;)
     
    A sergio 41 piace questo elemento.

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina