• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

sofà

Nuovo Iscritto
Proprietario Casa
Buongiorno,
sto vendendo una villa con regolare permesso di costruzione e certificato di abitabilità. Nella struttura vi sono delle opere abusive (un magazzino di 16mq in giardino e un balcone chiuso per realizzare una stanza). L'acquirente vorrebbe acquistare l'immobile con gli abusi, vorrei sapere come posso fare per tutelarmi in futuro da eventuali sue rivendicazione.
Grazie per l'attenzione
 

Dimaraz

Membro Storico
Proprietario Casa
Precisando in rogito la presenza di tali abusi con manleva per qualsiasi contestazione...ammesso che il Notaio accetti di fare l'atto.
 

sofà

Nuovo Iscritto
Proprietario Casa
Grazie per la tempestiva risposta, ma a questo punto mi sorge la domanda: la possibilità di fare o non fare l'atto è una scelta soggettiva del notaio?
 

Franci63

Membro Senior
Proprietario Casa
A rogito bisogna dichiarare la corrispondenza tra lo stato di fatto e la planimetria catastale.
Se si fa sapere al notaio che ci sono differenze , non rogita.
Se ti fidi dell’acquirente, vendi così, altrimenti devi regolarizzare a tua cura e spese prima di vendere ( soprattutto se serve mutuo).
 

sofà

Nuovo Iscritto
Proprietario Casa
ok grazie, fare una scrittura privata autenticata in cui l'acquirente dichiara di essere stato informato degli abusi potrebbe tutelarmi?
 

Dimaraz

Membro Storico
Proprietario Casa
Se si fa sapere al notaio che ci sono differenze , non rogita
Mmmmhhh.
Ve ne saranno che "punteranno i piedi"...ma sarebbero "castigabili".

Grazie per la tempestiva risposta, ma a questo punto mi sorge la domanda: la possibilità di fare o non fare l'atto è una scelta soggettiva del notaio?
Tempo fa nemmeno si ponevano il problema...oggi le norme sono "peggiorate" (in meglio)
Spieghi di un immobile costruito con un regolare titolo (permesso)... il Notaio, visto che solitamente è scelto e pagato da parte dell'acquirente, cerca di difendere chi lo paga quindi avviserà dei rischi cercando di dissuadere il compratore...ma se questi si dimostra risoluto non vi sono motivi ostativi.
 

griz

Membro Storico
Professionista
Precisate la questione nel rogito.
questo mi sembra difficile in quanto la legge vieta espressamente la vendita in queste condizioni, credo ch el'unica potrebbe essere una scrittura privata tra di voi dove l'acquirente prende atto della situazione e accetta le condizioni, al notaio non dite nulla e rogitate. Tieni presente che poi in caso di denuncia il tuo acquirente sarebbe responsabile degli abusi e sarebbe a suo carico dimostrare di avere acquistato così
 

sofà

Nuovo Iscritto
Proprietario Casa
Grazie a tutti per le risposte.
La sentenza n. 8230/2019 della Cassazione a Sezione riunite in merito alla commercializzazione degli immobili abusivi si pronuncia in questa maniera: l'edificio abusivo non è commerciabile solo se non esiste un titolo edilizio. Se invece esiste un titolo edilizio e il manufatto è stato realizzato con variazioni(essenziali o non essenziali) l'edificio è commerciabile. Affinchè il contratto di compravendita sia valido, è sufficiente che in esso siano menzionati gli estremi del titolo edilizio che ne ha assentito la costruzione.
L'abuso edilizio continua ad esistere, sarà il compratore a decidere se intraprendere una causa contro il venditore e chiedere la risoluzione del contratto per inadempimento(inadempimento costituito dalla mancata comunicazione preventiva dell'abuso).
A questo punto non avendo ben chiaro se il notaio può o non può dichiarare nel rogito gli abusi, ritenete che la scrittura privata autenticata in cui l'acquirente viene informato sugli abusi mi solleverebbe totalmente da future responsabilità?
 

Gianco

Membro Storico
Professionista
Il notaio deve stipulare solo in presenza di documentazione comprovante la regolarità urbanistica e catastale. Ogni discordanza rende l'atto nullo. Può verificarsi che fra le pari si concordi di trasferire un immobile irregolare, non risultante nel rogito e chi acquista si accollerà la responsabilità delle irregolarità.
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Le Ultime Discussioni

Ultimi Messaggi sui Profili

Le richieste non devono essere pubblicate nel box. Questo box può essere utilizzato per indicare una frase di accompagnamento ai messaggi.
buonasera..allo stato attuale abito con mia madre ..sono disoccuppata.
Quando mia madre sarà defunta questa casa dovrò dividerla con mio fratello.
Mio fratello percepisce una pensione di invalidità e ha un amministratore di sostegno.
Nel corso di questi anni mia madre ha accumulato debiti e quindi in caso di successione si ripercuoterà sugli eredi.
io posso decidere di pensarci se accettare l'eredità?quanto tempo?
Alto