1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. nicoSP65

    nicoSP65 Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Buongiorno, sono proprietario di una casa concessa in affitto ad una lavoratrice. Dopo la sottoscrizione del contratto in agenzia abbiamo scoperta che la donna, pur avendo un reddito di tutto rispetto, è una cattiva pagatrice (anche con assegni scoperti). Poiché l'agenzia non ha ricevuto la sua provvigione per la sua intermediazione per questo giustamente non ha registrato ancora il contratto (è passato più di un mese) e la tipa mi ha saltato già il primo bonifico ed anzi mi ritrovo una cauzione di due mesi su un assegno non coperto. Come posso sbarazzarmi di questa signora?
    Grazie per le cortesi risposte
     
  2. uva

    uva Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Il contratto di locazione, regolarmente sottoscritto da locatore e conduttore, deve essere registrato entro 30 giorni dalla stipula (o dalla decorrenza se anteriore).
    Quindi non è corretto sospendere la registrazione perché ci si è resi conto in ritardo che l'inquilina non è affidabile. Anche se purtroppo pare abbia agito con l'intenzione di ingannarti!

    Se hai consegnato le chiavi della casa all'inquilina alla firma del contratto e di conseguenza lei ne ha preso regolarmente possesso, purtroppo ora non te ne puoi sbarazzare velocemente.

    Puoi iniziare una pratica di sfratto per morosità (dopo aver registrato il contratto all'Agenzia delle Entrate) se non paga i canoni di locazione e gli oneri accessori. Oppure per inadempimento contrattuale visto che ha pagato il deposito cauzionale con un assegno scoperto.
    Forse è meglio che ti consigli subito con un avvocato esperto in locazioni.
     
    A nicoSP65 e alberto bianchi piace questo messaggio.
  3. nicoSP65

    nicoSP65 Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Grazie della risposta. Ma in questo caso è l'agenzia immobiliare che non procede perché non ha ricevuto la provvigione dall'inquilina. So che spetta al proprietario la registrazione ma se l'agenzia non procede cosa posso farci?
     
  4. uva

    uva Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Puoi recarti presso l'Agenzia delle Entrate, con almeno un originale (suppongo che il secondo originale sia stato consegnato all'inquilina) e una copia del contratto.
    Devi anche chiedere come fare per sanare il ritardo nella registrazione: forse dovrai pagare delle sanzioni.

    Nel tuo primo post non hai scritto se hai esercitato l'opzione per la cedolare secca. In caso positivo, non sono dovute l'imposta di registro e i bolli.

    Mi sembra assurdo che l'Agenzia immobiliare non abbia registrato il contratto perché non ha incassato la provvigione dall'inquilina!
    Così facendo ti crea il problema del ritardo nella registrazione, e senza un contratto regolarmente registrato non puoi iniziare le pratiche legali per risolvere la situazione.

    Questo link può esserti utile per procedere alla registrazione del contratto:
    Agenzia delle Entrate - Cittadini - Registrazione di un nuovo contratto - Registrazione in ufficio regime ordinario
     
  5. nicoSP65

    nicoSP65 Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Si, è cedolare secca. Ma al di là di quello perché dovrei far partire il contratto se non è stato ancora registrato vista la già morosa situazione dell'inquilina? A questo punto i proprietari che garanzie hanno se non quello di ricorrere sempre ai benedetti avvocati che costano un occhio? In questo modo risolverei la situazione in anticipo. Poi l'inquilina se vuole può citarmi davanti al giudice
     
  6. uva

    uva Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Se l'inquilina ha in mano le chiavi di casa (ricevute legittimamente da te) e una copia del contratto firmato dalle parti, è molto difficile mandarla via in tempi brevi.

    Come penseresti di fare per risolvere da solo la situazione?
    Hai tenuto un mazzo di chiavi in modo da poter entrare in casa in assenza dell'inquilina ed eventualmente sostituire la serratura in modo che lei non possa più entrare?
    Se sì, è veramente sconsigliabile un'azione del genere: lei ti denuncerà e il giudice ti darà torto per esercizio arbitrario delle proprie ragioni con violenza sulle cose (art. 392 c.p.)

    Il contratto non registrato è nullo, quindi non puoi agire legalmente per sfratto ma piuttosto per occupazione senza titolo. Che pare essere una procedura ancora più lunga.

    Potrebbe interessarti questo link, ma torno a consigliarti di rivolgerti ad un avvocato esperto in locazioni prima di prendere iniziative.
    Contratto di locazione: cosa succede se non viene registrato
     
  7. nicoSP65

    nicoSP65 Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    E' ovvio che non voglio incorrere in nessun atto improprio. Però come spiegavo prima l'assegno della cauzione dei due mesi è scoperto, non potrei fare una denuncia alle autorità giudiziarie e pretendere l'immediato sgombero dell'appartamento anche in forma coatta? In fondo è evidente che la Sig.ra ha agito in malafede
     
  8. uva

    uva Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Secondo me sono due problemi diversi.

    Se l'assegno è scoperto, suppongo sia stato (o sarà) protestato. E l'inquilina ne subirà le conseguenze (segnalazione nel registro dei protesti, eventuali sanzioni, ecc: prova a informarti in merito).

    A mio parere se sporgi una denuncia basata sull'assegno scoperto e chiedi lo sgombero dell'appartamento ti verrà detto di procedere con un'azione legale di sfratto per morosità o per occupazione senza titolo.
    Penso non esista la possibilità di "sgombero immediato" come vorresti tu. Perché lo sfratto deve essere prima convalidato dal giudice, segue la notifica dell'atto di precetto, poi interviene l'ufficiale giudiziario in mancanza di rilascio spontaneo da parte dello sfrattato.

    Lo sgombero immediato mi pare una soluzione praticabile solo in casi estremi: per motivi di sicurezza o di tutela dell'ordine pubblico. E non è questo il caso.
     
    A nicoSP65 piace questo elemento.
  9. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    L'emissione di un assegno poi risultato privo di provvista non integra alcun reato. Solamente se il silenzio circa le reali condizioni economiche del debitore-traente è maliziosamente nascosto con artifici e raggiri, allora scatta il reato, e quindi la sanzione penale.
     
    A nicoSP65 piace questo elemento.
  10. Excalibur

    Excalibur Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Ti consiglio di seguire i suggerimenti di @uva. Registra il contratto e corri da un avvocato. I tempi di uno sfratto - per quanto lunghi - sono comunque più brevi di quelli necessari a buttare fuori un "occupante".
     
  11. Antonio Abiuso

    Antonio Abiuso Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    corretto il suggerimento di cui sopra. Tieni presente, se ti preoccupa il novero delle spese da sostenere nella procedura di sfratto, che adesso, diversamente che in passato, lo si può preventivamente patteggiare con l'avvocato.
     
  12. Gagarin

    Gagarin Membro Attivo

    Professionista
    I consigli già ricevuti li ritengo corretti: la prima cosa da fare è registrare il contratto, altrimenti non puoi fare nessun passo successivo, e il secondo è quella di rivolgerti ad un avvocato.
    L'Agenzia, forse, è stata un pò superficiale nel segnalarti la "signora".
    Io volevo solo consigliarti di segnalare il nominativo della tua "inquilina" al Registro Nazionale degli Sfratti, così, almeno qualcun altro si potrebbe "salvare". In bocca al lupo!
     
  13. Antonio Abiuso

    Antonio Abiuso Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Da chi si occupa 'ex professo' della materia mi è stato riferito che talvolta tra i nominativi del R.N.S. sono apparsi anche quelli di sfrattati non per morosità ma per finita locazione. Mi limito a girare la notizia senza alcuna impegnativa al riguardo.
     
  14. Gagarin

    Gagarin Membro Attivo

    Professionista
    Purtroppo gli imbecilli stanno dappertutto e la loro madre è sempre incinta. Mi auguro che la notizia non sia vera o che i nominativi inseriti dagli imbecilli siano una sparuta minoranza.
     
  15. Antonio Abiuso

    Antonio Abiuso Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    concordo sulla speranza ma comunque non mi meraviglierei poiché molte iniziative intelligenti vengono poi spesso portate operativamente avanti dai fessi.
     
  16. nicoSP65

    nicoSP65 Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Aggiornamento: contratto registrato, assegno a vuoto ricevuto ed in più la 'Signora' mi ha bannato dappertutto e quindi non è più rintracciabile. La casa è stata occupata , non apre più a nessuno e buonanotte ai suonatori. Possibile che in questi casi di palese truffa non via sia modo più diretto per difendere i proprietari? Tutte giuste le vostre risposte ma qui siamo ai limiti del penale, credo che una chiacchierata con le forze dell'ordine la dovrei fare. Chissà magari una denuncia.....
     
  17. casanostra

    casanostra Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Non vedo come possa accadere visto che per essere segnalato necessita della sentenza di fratto e li si evince se per finita locazione o morosità.
     
  18. casanostra

    casanostra Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Siamo in iTAGLIA, patria del diritto romano (l'hanno scritto quelli che si pugnalavano fra di loro in senato) lascia stare le forze dell'ordine che non ti possono aiutare.
     
  19. Antonio Abiuso

    Antonio Abiuso Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Se ti rivolgi alla Polizia o ai Carabinieri non ti ridono in faccia perché sono sempre tutti assai educati, ma possono solo suggerirti di rivolgerti all'avvocato. Il quale, con il contratto registrato, la prova dell'assegno protestato e deducendo la morosità, può agevolmente ottenere in breve la 'convalida' dello sfratto assieme al 'decreto ingiuntivo' per il pagamento dei canoni insoluti ( compresi quelli anche in ulteriore scadenza e non versati fino alla data d'esecuzione dello sfratto) e delle spese di procedura liquidate dal giudice.
    Ho detto "in breve" poiché i termini di legge per l'azione di sfratto sono abbastanza stretti (solo venti giorni tra dalla citazione e l'udienza di comparizione dell'inquilino intimato) ma possono alquanto dilatarsi per via delle diverse tempistiche d'ogni singolo tribunale o dei problemi insorti per la notifica della citazione. Comunque entro 5/6 mesi o giù di lì, di norma si ottiene l'intervento dell'ufficiale giudiziario, assistito (stavolta sì) dai poliziotti, che esegue lo sfratto con l'immissione dell'(ex) locatore nell'alloggio (con qualche altra complicazione se vi vengono inventariati dei beni d'appartenenza dello sfrattato).
    A questo punto accade di solito che l'(ex) locatore, già contento del risultato e valutata la situazione, tralascia d'inseguire i suoi crediti maturati a vario titolo per evitarne l'ulteriori costi. Il tuo caso è un po diverso poiché il 'moroso' gode, come hai scritto, d'un buon reddito lavorativo e come tale esposto all'azione di recupero nei tempi e forme di legge.
     
    A uva piace questo elemento.
  20. uva

    uva Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Prova a presentare un esposto all'Autorità di Pubblica Sicurezza della zona dove si trova l'immobile, descrivendo tutta la vicenda.
    Probabilmente non otterrai alcun risultato pratico, ma forse ti daranno un parere su come procedere.
    Però non perdere altro tempo!
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina

  1. Questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigare tra queste pagine acconsenti implicitamente all'uso dei cookies.
    Chiudi