1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. elio 42

    elio 42 Membro Junior

    Proprietario di Casa
    Nel mese di dicembre 2010 nella mia casa di campagna si e' verificata una rottura di tubazione dell'acqua, provocando danni al mio appartamento e soprattutto a quello sottostante di altro proprietario. Fatta la denuncia all'assicurazione, come danno da gelo (faceva molto freddo). dopo tre mesi mi arriva il rimborso dalla compagnia assicuratrice per i danni del mio appartamento,curato dal liquidatore competente per la mia residenza, mentre il danno del mio vicino, benche' coperto anch'esso, non mi viene riconosciuto in quanto il liquidatore competente per la zona del danneggiato fa presente una clausola dlle condizioni generali (mai viste prima e solo ora da me stampate su internet) che stabilisce il rimborso per rottura causa gelo solo in presenza di impianto riscaldamento acceso o spento da meno di 48 ore. Mi chiedono pertanto una dichiarazione dell'Enel che nei due giorni precedenti il sinistro ci sia stato consumo di energia elettrica.
    L'Enel mi comunica che la ricerca da me richiesta e' possibile solo per pochi giorni e quindi non piu' ricevibile.
    Dato che i danni sono notevoli, vorrei insistere ancora con la compagnia assicuratrice, perche' mi sembra anomalo
    che rimborsano solo i miei danni e non quelli a terzi, e che mi oppongano clausole che impediscono il pagamento dei danni chiedendomi di dimostrare l'indimostrabile dato che e' passato troppo tempo dal sinistro. Cosa ne pensate?
     
  2. Adriano Giacomelli

    Adriano Giacomelli Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
    La prima cosa da fare è pubblicare il Nome della assicurazione al fine che tutti possano conoscere la mancanza di attenzione al cliente e il modus operandi vergognoso di questa compagnia. Il tuo agente deve essere additato, da te nella tua zona, come colui che lascia in gravi pasticci un suo cliente. Detto ciò, prova a sentire un avvocato.
     
    A elio 42, GianfrancoElly e britallico2 piace questo elemento.
  3. oliveri tomaso

    oliveri tomaso Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Non ti invischiare in cause senza fine , devi sempre leggere attentamente la clause delle assicurazioni , sensaltro avendo a te rimborsato il danno la clause è per danni a terzi , non credo che ti venga data ragione perche possono dimostrare che è colpa della tua incuria dato che spesso i sistemi di riscaldamento hanno un sistema antigelo che lo mette in funzione
    in caso di abassamento eccessivo della temperatura se tu riesci a dimostrare che esisteva e che ha mal funzionato hai buone probabilità , ad ogni modo ti conviene rivolgerti ha una associazione di consumatori.
     
  4. arianna26

    arianna26 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    ma tu hai un contratto consegnatoti al momento della sottoscrizione? cosa dice? le clausola scaricate oggi da internet potrebbero esser diverse da quelle al momento della stipula del contratto.
     
  5. elio 42

    elio 42 Membro Junior

    Proprietario di Casa
    Nella polizza consegnatami dalla compagnia si citava solo ''protezione totale''. Io non ero a conoscenza delle ''condizioni generali'' che sono un malloppo di decine e decine di pagine, che venivano si' citate in polizza, ma cio' mi era sfuggito ne' l'agente me le ha mai indicate.
     
  6. bender71

    bender71 Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    fai verificare dall'associazione consumatori o da un buon legale di fiducia tutto il tuo contratto con l'assicurazione, poi decidi come muoverti!!!!!!
    buona fortuna
     
  7. raflomb

    raflomb Membro Assiduo

    Produci prova/e testimoniali che nelle 48 ore prima dell'accaduto non ti trovavi nella casa di campagna, questa mi sembra la verità che cercavi di ottenere a mezzo l'ENEL, ma visto che questa è una probatio diabolica, in quanto non esercitabile, dovrai ricorrere ad altre prove, come, appunto, quelle testimoniali.
     
  8. Graziano Cavallini

    Graziano Cavallini Nuovo Iscritto

    Scusate ma finora sono state dette solo inesattezze. Tutti i testi di polizza che prevedono i danni da acqua escludono i danni da gelo, se non espressamente ricompresi con apposita clausola. Trattandosi di rischio escluso il liquidatore del danno da RC chiede dimostrazione che il danno non è dovuto a gelo, mentre ha sbagliato il liquidatore del danno diretto a risarcire l'assicurato.
    Ai fini assicurativi l'assicurato deve verificare che il testo di polizza preveda la garanzia danni da gelo, se non è tra i rischi assicurati,la Compagnia non deve pagare alcun indennizzo.
     
  9. raflomb

    raflomb Membro Assiduo

    Visto che parli di inesattezze, hai letto la condizione????
     
  10. Graziano Cavallini

    Graziano Cavallini Nuovo Iscritto

    Non hai citato ne Compagnia ne il nome della polizza, posso tuttavia ripetere il concetto espresso in precedenza tutte le polizze incendio che prevedono l'estensione ai danni da rottura accidentale degli impianti tecnici escludono i danni da gelo.. Perchè il danno venga riconosciuto deve essere prevista una estensione alle condizioni generali. Così come non avrebbero dovuto riconoscerti nulla se il danno che hai subito è conseguente a gelo. La prova del consumo di energia serve per escludere che l'appartamento sia stato vuoto per più di 48 ore, in caso contrario è danno da gelo.
     
  11. raflomb

    raflomb Membro Assiduo

    Condivido quel che affermi, pertanto Elio 42 dovrà dimostrare di avere abitato nelle 48 precedenti la rottura la casa di campagna, e ciò lo potrà fare solo a mezzo prove testimoniali visto che lENEL non gli può rilasciare alcuna documentazione in merito.
    Inoltre non è comprensibile come il liquidatore abbia risarcito parzialmente il danno subito, o sussiste per intero o non sussiste per intero.
     
  12. elio 42

    elio 42 Membro Junior

    Proprietario di Casa
    La polizza prevede il rimborso dei danni da gelo, a condizione che l'impianto di riscaldamento sia stato in funzione o sia stato spento da meno di 48 ore prima del sinistro. Per questo la compagnia (FONDIARIA SAI) mi chiede dichiarazione ENEL attestante che in quelle 48 ore CI SIA STATO CONSUMO. Non comprendo pero' perche abbiano liquidato i danni al MIO appartamento anche senza detta dichiarazione, dato che la clausola gelo
    riguarda tutti i danni, propri e di terzi.
     
  13. raflomb

    raflomb Membro Assiduo

    Questo è il quesito che mi ero posto, ma ritengo comunque favorevole il fatto che abbiano risarcito parzialmente il danno, importante è che hai sottoscritto alcuna quietanza liberatoria a favore della Fondiaria.
    Ove il caso sia ancora aperto, e affinchè ciò sia occorre che tu abbia accettato il risarcimento a titolo di acconto sul maggior danno, potrai raggiungere la prova a mezzo prove testimoniali, considerato che sono le uniche possibili in simili circostanze.
     
    A elio 42 piace questo elemento.
  14. Graziano Cavallini

    Graziano Cavallini Nuovo Iscritto

    La parte di danno non risarcito non compete all'assicurato ma al terzo danneggiato. Perciò l'assicurato non può aver firmato nessuna quietanza cosa che invece spetta al vicino danneggiato.
     
  15. raflomb

    raflomb Membro Assiduo

    Vedi Cavallina l'eccezione che mi hai sollevato sarebbe stata corretta ove fossero state avanzate nei confronti della Fondiaria 2 richieste di risarcimento distinte ed autonome, ma nel nostro caso, o perlomeno per quanto elio 42 ha scritto, la richiesta è stata unica (non mi viene riconosciuto) il che può implicare che elio 42 abbia risarcito in via diretta il terzo danneggiato, e ne ha chiesto il rimborso.
    Ne consegue che l'unico soggetto a dover essere risarcito, in questo caso , è elio 42, pertanto vale il principio da me espresso nel precedente post.
     
  16. Graziano Cavallini

    Graziano Cavallini Nuovo Iscritto

    Concordo con te non fosse altro che ci sono 2 incarichi distinti di liquidazione 1 per il danno diretto ed uno per il danno da RC. Detto questo entrambi stiamo facendo valutazioni senza conoscere tutti gli atti che i danneggiati hanno fatto finora.
     
  17. ilbreve

    ilbreve Membro Ordinario

    ha ragione Cavallini nello stesso inverno ho avuto anch'io una rottura da gelo e ho dovuto dimostrare al perito che avevo acceso il camino almeno una volta nei due giorni precedenti. Ritengo comunque che le compagnie di assicurazione fanno storie solo in presenza di danni molto elevati... altrimenti il perito per danni modesti chiude sempre un occhio anche se l'assicurazione ha ragione.
     
  18. Graziano Cavallini

    Graziano Cavallini Nuovo Iscritto

    Il perito non chiude un occhio, lui si limita a valutare il danno ed eventualmente apporre delle riserve alla perizia, poi è il liquidatore che decide se pagare o meno. Per riserve intendo che il perito riporta nella sua relazione cosa secondo lui o non è in garanzia (esempio è stato aperto un danno da ricerca e riparazione senza che ci sia la garanzia in polizza oppure il cliente aveva già avuto sinistri liquidati con altra compagnia ecc.). Poi che il danno sia piccolo o grande poco cambia, l'unica cosa che conta è che rientri tra gli eventi assicurati.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina