• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

iaia

Nuovo Iscritto
Proprietario Casa
Salve a tutti. Sono nuova del forum quindi spero che mi accogliate con comprensione. Vorrei avere delucidazioni sulla modalità della vendita del mio immobile. Ho ricevuto una proposta di acquisto legata al rilascio del mutuo per l'acquirente. C'è una data per il compromesso e una per il rogito. Ora ad un mese dal compromesso la parte acquirente mi prospetta la sua intenzione di saltare il compromesso e fare il rogito. Il suo notaio le ha detto che si può fare mettendo una clausola che stabilisce che il notaio stesso terrà il saldo finché non lascerò l'appartamento visto che questo avverrebbe a distanza di un mese e mezzo circa dopo il rogito. Naturalmente questo può determinare date diverse rispetto a quelle presenti sulla proposta. Il mio dubbio anzi dubbi sono questi:
- posso decidere di recedere dal contratto o rimodulare la data in cui lasciare l'appartamento visto che non rispettando l'acquirente la data del compromesso e non avendo disponibilità di acconto nei tempi previsti ho tempi stretti per trovare un altro appartamento dove andare? faccio presente che l'acquirente non intenderebbe darmi tempo in più!
- posso stare tranquilla che trasferendo la proprietà all'atto del rogito prima di avere tutti i soldi (mi verrebbero consegnati appunto dopo quasi 2 mesi ovvero quando lascio l'appartamento) non subisca truffe dal notaio dell'acquirente?
- si deve fare una proposta sostitutiva viste le date diverse?
Scusate ma sono veramente in ansia! Siamo due privati e l'acquirente mi sembra abbia fatto una proposta
con vantaggi unilaterali ma comunque con date che dovrebbero essere rispettate da entrambe le parti. Chiaramente considerando il rilascio del mutuo.
Aiutoooo
 

iaia

Nuovo Iscritto
Proprietario Casa
scusate ho dimenticato di fare presente che la proposta non è stata registrata per decisione dell'acquirente
 

Dimaraz

Membro Storico
Proprietario Casa
Ma se ti ha fatto una proposta avrà allegato pure un assegno a garanzia oppure no?

La proposta è già un preliminare qualora tu lo abbia accettato e nei fatti non sei tenuta a concedere modifiche.
Meglio evitare compravendite complicate....quando rogiti devi avere incassato tutto il dovuto e aver già liberato i locali.
 

iaia

Nuovo Iscritto
Proprietario Casa
Grazie per la risposta! Si ho ricevuto un assegno che non ho potuto ancora incassare perché la proposta è legata al buon esito del mutuo. Effettivamente vorrei evitare tutte queste complicanze e per questo le mie domande. Forse la cosa migliore è che si rispettino le date e le modalità della proposta. Quindi prima compromesso e poi rogito. Aspetto comunque risposte da altri per valutare. grazie ancora
 

Dimaraz

Membro Storico
Proprietario Casa
Quindi hai una caparra "sospesa"...al tuo posto attenderei quanto già stabilito nella proposta...se entro 1 mese non hanno ricevuto l'ok per il mutuo restituisci la stessa visto che la proposta decade ma non hai facoltà di trattenerla.
Prossima volta non accettare simili vincoli che di fatto penalizzano solo te.

Ovviamente se tu non hai controfirmato la proposta (consegandone copia) sei libera di chiudere tutto e cercare altro compratore.

Ti conviene tenere sempre congruo tempo per liberare il tuo immobile.
 

Gianco

Membro Storico
Professionista
A titolo di cronaca, a Cagliari un notaio che aveva incassato il saldo per la vendita di una villetta, si è intascato i soldi, se li è incassati perché navigava in cattive acque e per non averli restituirti è stato denunciato, processato, condannato e sospeso dall'ordine. Se non ricordo male lo stesso fatto si è verificato con un altro suo collega.
 

StLegaleDeValeriRoma

Membro Assiduo
Professionista
La situazione che descrive in parte, da verificarsi leggendo l'accordo, con l'erogazione del mutuo che non è certa consiglia cautela nel procedere e soprattutto non ripetere la stessa leggerezza nel sottoscrivere la proposta senza adeguate cautele per il venditore che nel frattempo rinuncia ad altre chance di vendita che potrebbero essere più favorevoli. Gestire la compravendita di un immobile tra privati senza preparazione è un rischio che le parti, per evitare costi di mediazione ad esempio, accettano vicendevolmente salvo poi rivolgersi ai professionisti in caso di sopraggiunte difficoltà come in questo caso.
 

iaia

Nuovo Iscritto
Proprietario Casa
Vi ringrazio. Per ora sto inviando via email i documenti che mi richiede l'acquirente. Praticamente tutti! Anche la liberatoria dell'amministratore di condominio che normalmente, mi riferisce lo stesso, si dà al rogito. Sono obbligata a fornire in fase di proposta:
-dia/cila dalla mia compravendita ad ora
-ape originale (che non intendo dare per ora)
-liberatoria amministratore appunto
-planimetria vecchia e nuova con visura storica
tutto questo mi chiede l'acquirente per la richiesta del mutuo da parte del notaio.
Io ho chiesto solo il nome del notaio e la risposta è stata che non è tenuto a darmelo in questa fase di controllo.
 

iaia

Nuovo Iscritto
Proprietario Casa
Per quanto riguardo la scelta di vendere da privato... è giunta dopo aver provato ben due agenzie immobiliari che non sono riusciti ad interessare persone al mio appartamento. L'unica proposta ricevuta solo verbalmente era molto più bassa di quanto sono riuscita ad ottenere io. Probabilmente è un caso ma io ho voluto provare un'altra strada. Speriamo vada bene! Vorrei fare una proposta per un appartamento che mi interessa ma non mi accettano il vincolo legato alla vendita del mio.
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Le Ultime Discussioni

Ultimi Messaggi sui Profili

Disapprovo ciò che dici, ma difenderò fino alla morte il tuo diritto di dirlo.
Buonasera. Avrei una domanda. Sono nuda proprietaria di una casa di cui mia madre detiene l'usufrutto ma che mia madre non utilizza in quanto é in campagna. É rimasta vuota x dieci anni ed ora che mi sono separata ho portato la residenza. É ugualmente dovuto l'IMU che in questi anni ha pagato mia madre visto che non ha ricevuto bollettino come gli altri anni?
Alto