1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. MBR80

    MBR80 Nuovo Iscritto

    ciao a tutti,

    ho scoperto che una finestra presente nella mia casa è abusiva, cioè non è presente nella mappa catastale allegata all'atto. premesso che non ho nessuna intenzione di impugnare l'atto, esiste un modo per sanarla? l'immobile è antecedente al 1967, ma la finestra secondo me è stata aggiunta in un secondo momento. e' una finestra cieca, però vorrei sanarla per evitare qualsiasi tipo di rogne. sapete qual'è l'iter da segurie e quali sono i costi?

    grazie mille in anticipo
     
  2. griz

    griz Membro Senior

    Professionista
    cosa intendi per finestra cieca?

    comunque se la finestra cotituisce un affaccio che non leda i diritti di qualche confinante ai sensi del c.c,, puoi avviare una pratica di sanatoria, contatat un tecnico che saprà gestire facilmente la cosa
     
  3. MBR80

    MBR80 Nuovo Iscritto

    cieca nel senso che non mi posso affacciare, praticamente è solo per luce e aria (è in bagno). Non so come si definisca tecnicamente, ma non è una veduta. Temo solo che i costi possano essere molto elevati, immagino ci siano penali da pagare? di fatto è abusiva, ma l'abuso non l'ho commesso io....quanto potrebbe costare? inoltre mi chiedevo: posso fare solo una variazione catastale, visto che l'immobile è antecedente al 67?
     
  4. GeomFDM

    GeomFDM Nuovo Iscritto

    Sanare finestra

    Intanto dovresti capire se si tratta di una luce o una veduta.
    Poi il fatto che nella vecchia planimetria catastale non sia riportata non comporta problemi per l'atto notarile in quanto non si tratta di opere tali da invalidare lo stesso, a meno che non sia recente e non vi sia corrispondenza con la dichiarazione di conformità della planimetria. Se sei in quest'ultimo caso conviene far sistemare tutto al venditore.
    Comunque con una dia puoi sistemare il tutto pagando una sanzione al max di 516 euro e poi sistemare in catasto (sempre che non crei problemi ai confinanti).
    Costo tecnico del tutto più o meno 1500 euro oltre imposte e diritti comunali e catastali a parte.
    :basito:
     
  5. bolognaprogramme

    bolognaprogramme Membro Assiduo

    Professionista
    Bisogna prima di tutto far controllare da un tecnico qual'è la situazione urbanistica, cioè se nel progetto di costruzione depositato in Comune e concessionato, la finestra c'è o non c'è...

    E' il progetto che ha validità agli effetti della conformità.
     
  6. raffaelemaria

    raffaelemaria Membro Assiduo

    Professionista
    verifica la conformità con il progetto approvato in Comune se la finestra era regolarmente autorizzata e se la chiusura è stata fatta successivamente per problemi di diritti con i confinanti. Che al catasto figuri la finestra o non figuri direi che poco importa se non modifica la rendita dell'immobile. A questa stregua vanno rifatte le schede di migliaia di U.I.
     
  7. MBR80

    MBR80 Nuovo Iscritto

    ma se un edificio è anteriore al 67 (molto anteriore, credo sia primi del 900), al comune è comunque depositato il progetto?
    la vedo difficile far sistemare dal venditore, vorrei procedere per conto mio, la spesa non mi sembra eccessiva e in alcun modo vorrei correre il rischio che l'atto fosse impugnato. comunque direi che è "luce" visto che non ho affaccio.
     
  8. griz

    griz Membro Senior

    Professionista
    le luci sono disciplinate dal C.C. e in genere si possono aprire, come ti hanno già suggerito, incarica un tecnico che provvederà a sistemare la cosa, se la luce esiste e nessuno ha mai reclamato, sicuramente è sanabile
     
  9. MBR80

    MBR80 Nuovo Iscritto

    grazie a tutti.
    Ma la situazione cambierebbe se l'abuso venisse "notato" dalle autorità? ad esempio se in corso di accertamenti di altra natura, magari sul palazzo, qualcuno si accorgesse dell'abuso?

    grazie ancora.
     
  10. 47franco

    47franco Membro Ordinario

    Proprietario di Casa
    ritengo (senza competenza) difficilissimo che una qualche autorità possa perseguire questo abuso. Detto ciò sicuramente incontreresti grossi problemi al momento del trasferimento di proprietà. Per una recente normativa i notai non possono rogitare con le planimetrie non reali.
    Mi trovo nella tua stessa condizione è sono intenzionato a sanare la situazione a mie spese. Considerato l'andamento della giustizia. Credo che ne verrà fuori una operazione costosa.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina