1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. ely

    ely Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    ciao ragazzi gentilmente c'è qualcuno che mi sappia spiegare cos'è la sanatoria e quando può essere utilizzata. Grazieeeeeeee:occhi_al_cielo:
     
  2. JERRY48

    JERRY48 Ospite

    Sanatoria Equitalia?
    Sanatoria bolli auto?
    Sanatoria edilizia? Azzeccato?
     
  3. ely

    ely Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Sanatoria edilizia
     
  4. JERRY48

    JERRY48 Ospite

    A rapporto Daniele78, Griz, Gianco e altri...che non ricordo.:)
     
  5. Daniele 78

    Daniele 78 Membro Storico

    Professionista
    Normalmente la sanatoria edilizia è una pratica volta a rendere "conforme e sanato" un fabbricato che pur non avendo una concessione edilizia è conforme alla disciplina urbanistica di quel comune; ad esempio non chiedi l'autorizzazione per un fabbricato anche piccolo (una legnaia, un deposito, una tensostruttura per ricovero camper) ma hai la fortuna di non aver infranto le distanze tra fabbricati, le confrontanze e le altezze e le destinazioni d'uso ammesse. In questo caso si parla di sanatoria, e pagando un onere più elevato del dovuto se fosse stata concessionata precedentemente all'esecuzione, regolarizzi l'opera.

    Quando (anche per un piccolo fabbricato come quelli sovraesposti) non solo non presenti la pratica in Comune ma hai pure fatto un qualcosa che va contro alla legge urbanistica del Comune (altezze, confrontanze , distanze e destinazione d'uso tutte quante non ammesse) per regolarizzare il tutto avresti bisogno del condono edilizio. Ovviamente il condono costa molto più caro in termini di oneri rispetto ad una normale sanatoria, per mettere a punto il tutto.

    In mancanza dei requisiti per una sanatoria ed in mancanza di un condono edilizio, l'unica alternativa rimane la demolizione del bene.
     
    A JERRY48 e ely piace questo messaggio.
  6. ely

    ely Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Grazie tante♥
     
    A Daniele 78 piace questo elemento.
  7. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    Nel tempo si sono susseguite tre leggi di condono edilizio, nel 1985, 1994 e l'ultima del 2003. Con queste leggi è stato possibile sanare cose impossibili: abitazioni di altezza inferiore alla minima, imposta per dichiarare un locale abitabile, dimensioni di stanze da letto inferiori al minimo, rapporti aero-illuminanti inferiori a quelli prescritti per dichiarare un locale salubre. Lo scopo era quello di chiudere con il passato dando un giro di vite al diffuso abusivismo edilizio. Ma i comuni che avrebbero dovuto sorvegliare il territorio, diciamo che sono stati incapaci e forse conniventi, per cui anche oggi troviamo un continuo proliferare di cantieri illegali. In attesa del prossimo condono che prima o poi ritornerà. E' impensabile ed impopolare procedere all'abbattimento di questa mole di fabbricati o porzioni di essi. Scusa se ho divagato. Tornando al problema che hai posto, ha detto bene Daniele 78. In più vorrei aggiungere che puoi sanare un'opera in accertamento di conformità. Lo puoi fare se i lavori eseguiti rientrano nei parametri previsti per la zona edilizia nella quale ricade. Ci può essere un altro caso, "quando la demolizione non può avvenire senza pregiudizio della parte eseguita in conformità,", secondo l'art.12 della 47/85, aggiornato con l'art.34 D.P.R. 380/2001.
     
    A Daniele 78, JERRY48 e ely piace questo elemento.
  8. griz

    griz Membro Senior

    Professionista
    Bravo Daniele! :)
    aggiungo che l'ammenda per la sanatoria è il doppio degli oneri e costi che subirebbe la pratica normale e la costruzione abusiva deve soddisfare le norme sia vigenti al tempo dell'abuso sia vigenti al momento della richiesta di sanatoria[DOUBLEPOST=1396424728,1396424648][/DOUBLEPOST]e Bravo anche Gianco! :)
     
    A JERRY48 e ely piace questo messaggio.
  9. arciera

    arciera Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Questo in grandi linee, in piccolo vi sono spostamenti di tramezzi con un diverso utilizzo dello spazio, aver ricavato un doppio bagno, tutte cose che vanno appunto sanate, specialmente se si vuole vendere. Questo e' semplicissimo. Pagherai solo in più intorno alle 200 euro. Una cosa che finalmente questa Italia la fa semplice. Certamente dovrai far disegnare da un tecnico la nuova planimetria che presenterà al comune, successivamente telematicamente al catasto . Tu così avrai la corrispondenza con lo stato di fatto e sanerai. Intorno alle 250 nei grandi comuni, intorno al centinaio nei piccoli, e' il costo da pagare al comune. Che avresti comunque pagato. Saluti.
     
    A ely piace questo elemento.
  10. JERRY48

    JERRY48 Ospite

    Gli esperti si sono pronunciati:
    Daniele78, Gianco, Griz
     
  11. arciera

    arciera Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Ed io?
     
    A JERRY48 piace questo elemento.
  12. ely

    ely Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Grazie a tutti fortunatamente non è un mio problema ♡
     
  13. JERRY48

    JERRY48 Ospite

    Stavo per inviare la risposta e ho aperto una nuova notifica per cui la tua risposta mi ha preceduto. Scusa, te lo meriti.
     
  14. arciera

    arciera Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Ma quanto mi piace essere corteggiata....ma quanto mi piace...
     
  15. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    :ok::maligno:E jerry48 che li ha spronati ad intervenire, arciera non perdona le tue marachelle[DOUBLEPOST=1396427439,1396427279][/DOUBLEPOST]e qualè il problema di ely
     
    A arciera piace questo elemento.
  16. arciera

    arciera Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Argutissimo. D'altronde l'uomo va pizzicato, ma non se ne deve accorgere. (Infatti la sequenza temporale la conoscevo! :maligno:) baci Jerry
     
  17. griz

    griz Membro Senior

    Professionista
    va beh.. un po' di vanità è giusto averla
    però devo correggerti: la sanzione minima per la sanatoria per opere interne è pari a € 516 (il milione di lire), oltre al compenso per il tecnico rilevatore
     
  18. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    Più che pizzicato andrebbe stimolato, ma non con malignità, come dalla tua faccina allegata per jerry
     
  19. arciera

    arciera Membro Senior

    Proprietario di Casa
    @griz No. In ogni caso si sarebbero sempre pagate le 258, sono le tasse, come le chiamano? Di segreteria. La sanzione e' di 200. O viceversa, insomma, non mi mettere in agitazione...[DOUBLEPOST=1396427964,1396427852][/DOUBLEPOST]@adimecasa la malignità era da parte mia. Nel senso che avevo teso una trappola...è' una faccina molto femminile, trovo.
     
  20. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    il minimo della sanzione per una sanatoria è di 516,00 eurucci
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina