1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. Daniele 78

    Daniele 78 Membro Storico

    Professionista
    http://www.lastampa.it/2014/06/18/e...ro-litalia-Nn1xRY0GUnr3RaSejQ8LuK/pagina.html

    Sicuramente ognuno ha sentito parlare d'infrazioni delle direttive europee, sopra il link di una di esse.
     
  2. alberto bianchi

    alberto bianchi Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Ecco uno che fa gli interessi degli Italiani. Ma chi ce l'aveva mandato questo ..idiota ?
     
  3. Daniele 78

    Daniele 78 Membro Storico

    Professionista
    Sarà pure un'idiota sarà idiota chi lo ha messo, sta di fatto che l'Italia (che da gennaio 2014 dovrebbe pagare entro 30 giorni i propri debiti) continua a fare ciò che gli pare...e i 146 giorni medi di pagamento per i costruttori (5 mesi) ormai non li vedo neanche più per i privati...con un condominio sono già a 7 mesi...praticamente come il pubblico.
    Tutti fanno i porci comodi loro, e poi ci si chiede ancora perchè uno chiude l'azienda e scappa via?? Basta come motivazione??
     
  4. alberto bianchi

    alberto bianchi Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Daniele, hai ragione al 1000 %, ma questo Signore è da molti anni che faceva il Commissario del Settore Industria (Senza avere la minima conoscenza ) si "sveglia" 7 giorni prima di lasciare la sedia ? Solo un Italiano Idiota (lo ripeto) poteva comportarsi così!
     
  5. Daniele 78

    Daniele 78 Membro Storico

    Professionista
    lo so, ma l'Italia ha già ricevuto più di un avvertimento sull'infrazione, già con Letta era successo (questo era accaduto a febbraio)
    http://www.huffingtonpost.it/2014/02/03/procedura-ritardo-pagamenti_n_4716851.html
    e puntualmente se ne sono sbattuti.
    Sinceramente non piace neanche a me, (anche perchè anch'io pago la sanzione come tutti) capisco il momento di difficoltà delle persone però si è superato veramente ogni limite...e più di una volta si campano pure scuse pretestuose. Quando però si arriva al culmine si mette la parola fine di tutto.
    Fine per me, fine per chi lavora con me e si va ad aumentare ulteriormente la disoccupazione.
    Poi c'è un'altro problema grande, in periodi di crisi si dovrebbero pure abbassare le pretese, fai i pagamenti che vuoi ma abbassi le pretese.
    Qui invece fanno i pagamenti che vogliono e non abbassano le pretese...anzi le alzano. Capisci bene che non è solo dura sta diventando un'odissea prendere i soldi...un'impresa epica insomma.
     
  6. alberto bianchi

    alberto bianchi Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Purtroppo questo stato di cose è andato peggiorando per l'incapacità del Ministero dell'Economia affidato negli ultimi decenni a pseudo "economisti" che di Economia e di Finanza non hanno mai capito niente. L'unico concetto che riuscivano a comprendere era quello della Cassa e dei Debiti Finanziari questi ultimi rappresentati quasi esclusivamente dalla montagna di Titoli del Debito Pubblico considerati erroneamente "L'Unico" Debito.
    Il "Mantra" dell'ultimo decennio è stato! "I nostri conti sono a posto"". Ma quali conti ?
    La Cassa ? Sono stati "immobilizzati" miliardi di Euro nei vari bilanci dello Stato e degli Enti Territoriali con l'Illusione della Stabilità dei conti e del Debito.
    Ma la vera realtà è che Tutti I Bilanci dello Stato erano/sono "fasulli", nell'Attivo ci sono delle poste gonfiate, come i crediti provenienti dalla lotta all'evasione, crediti per IVA ed altre imposte verso aziende fallite, crediti per sanzioni stratosferiche che non avranno mai un ritorno. Dall'altro lato, nel Passivo " mancano delle poste importantissime, come i debiti per fornitori di materiali e servizi, i debiti potenziali (uso un eufemismo) delle varie controversie che lo stato ha nei confronti di privati, aziende, lavoratori, etc.-n Poste che volutamente venivano nascoste o rinviate al futuro. La cassa non peggiorava (illusione) perché a fine anno semplicemente non si pagavano i debiti scaduti. Prima o poi il bubbone scoppia e diventa incurabile.
    Il Debito Reale non sono solo i Bot, CCT, CTZ; etc,
    Una buona soluzione al problema delle aziende creditrici l'ha proposta Passera, il quale partendo dal fatto che il Debito Complessivo oltre al Debito Finanziario deve includere anche il Debito Commerciale. Se paghiamo il Debito Commerciale, utilizzando la Cassa immobilizzata dal patto di stabilità, rimettiamo in circolo della liquidità che permetterà alle aziende di riprendere l'attività produttiva. tale operazione, è vero, riduce da un lato l'ammontare della Cassa dell'Attivo ma dall'altro riduce
    il Debito (reale).
    Non si può usare la cassa ? Si aumenta il Debito Finanziario e si riduce per lo stesso importo il debito Commerciale. Aumentano gli interessi passivi ? Niùn problema, la liquidità data alle aziende creditrici porterà dei benefici ben più elevati con IVA e imposte sui profitti e IRPEF sul lavoro.
    Cosa rimprovero al nostro Commissario Europeo Responsabile del Settore Industria e Attività Produttiva ?
    Si non aver saputo spiegare ai suoi colleghi Europei quali sono le esigenze dell'industria e delle attività produttive, non solo dell'italia ma dell'intera Europa.
    Perché non l'ha fatto ?
    Daniele, tu affideresti la progettazione di un grattacielo ad un contadino, o la coltivazione del riso di Vercelli ad un dentista ? Semplicemente non è il loro lavoro.
    Cosa c'entra il Sig. Tajani, di professione giornalista schierato nonché ex controllore di volo e provvisto di Laurea in Giurisprudenza, con l'Attività Industriale ?
     
    Ultima modifica: 18 Giugno 2014
    A Daniele 78 piace questo elemento.
  7. Daniele 78

    Daniele 78 Membro Storico

    Professionista
    Condivisibile la tua posizione @alberto bianchi, ho capito cosa intendi in fondo la pensiamo simile, ognuno deve fare il proprio mestiere e non dettare regole che non conosce e mi sta benissimo. Diciamo che noi con il nostro illuderci di poter comprare di tutto e di più e poi per pagare "poi ci pensiamo" ci ha portato sull'orlo del baratro, a sbranarci l'un con l'altro per sopravvivere. Il fatto che si sente parlare SOLO di diritti acquisiti e non anche di doveri acquisiti la dice molto molto lunga di dove siamo e dove ci stiamo indirizzando. Personalmente se non posso permettermi qualcosa rinuncio o faccio un piano più a lungo periodo (se è necessaria per lavorare e quindi per vivere). Purtroppo molti pur non potendosi permettere un qualcosa comprano, poi per pagare vedremo (magari)...(e non per attrezzature necessarie per lavorare ma per futilità o capricci). Ecco la differenza. Aldilà di governanti e loro malcostume queste sono le nostre TRISTI abitudini, ed ora stiamo pagando da io con gli interessi.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina