• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Franco Melone

Membro Junior
Proprietario Casa
Buongiorno,
Nel giugno del 2017 a seguito della morte di mia madre ho ereditato insieme ai miei due fratelli una casa con piscina. In breve, dopo aver ricevuto una raccomandata da parte dell'ufficio territori del mio comune, ho scoperto solo ad aprile 2018 che la piscina non era stata accatastata dai miei genitori, c'erano permessi firmati dal sindaco nel lontano 1994 quando è stata costruita ma il fabbricato non era accatastato. La raccomandata chiedeva di provvedere all'accatastamento entro 90 giorni pena sanzioni.
Nel luglio 2018 il mio geometra ha presentato l'accatastamento al comune e all'agenzia dell'entrate. In questi giorni, a novembre 2018, ho ricevuto una comunicazione dell'agenzia dell'entrate che ha corretto la rendita catastale (più del doppio!).
Le mie domande sono le seguenti e ringrazio in anticipo chi sarà così gentile da sapermi rispondere, considerato che non ho trovato conforto ne uniformità nelle risposte che ho ricevuto fino ad ora:

1) a dicembre dovrò iniziare a pagare l'IMU sulla piscina, dovrò pagarla da luglio, momento dell'accatastamento, basandomi sull'ultima rendita indicata dall'agenzia dell'entrate?
2) oltre all'IMU dal momento dell'accatastamento è previsto che io paghi anche i 5 anni precedenti (tempo massimo poi interviene la prescrizione)?
3) ci sono ulteriori sanzioni e come si calcolano?
Considerate che l'IMU annuale con la nuova rendita si attesta intorno ai 200€, facendo due rapidi calcoli se dovessi pagare 5 anni di arretrati vengono 1000€ più eventuali sanzioni? Quali? Come si calcolano?
4) devo aspettare l'f24 inviatomi dall'agenzia dell'entrate per pagare le sopracitate tasse o me ne devo occupare io da subito?

Grazie
 

Gianco

Membro Storico
Professionista
1 - Dovrai pagare la nuova IMU dal momento che è stata variata;
2 - si;
3 - certamente, ti consiglio di presentare il ravvedimento operoso che ti permette di sanare senza sanzioni. Senti un commercialista;
4 - segui il punto precedente.
 

Franco Melone

Membro Junior
Proprietario Casa
Grazie gentilissimo. L'unico dubbio che mi sorge riguarda il ravvedimento operoso. Nel mio caso scatterebbe quello "lungo" oltre i due anni, mi sembrava di aver letto che non si applica a IMU e tasi che sono tasse comunali, sbaglio?
 

Nemesis

Membro Storico
Proprietario Casa
Il ravvedimento IMU è possibile entro i termini di presentazione della dichiarazione relativa all'anno in cui è stata commessa la violazione.
 

Franco Melone

Membro Junior
Proprietario Casa
Altra curiosità: visto che ho ereditato quel fabbricato "fantasma" da mia madre, siamo sicuri che eredito anche l'evasione dell'IMU?
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Le Ultime Discussioni

Ultimi Messaggi sui Profili

A quando ****o attivano l'account
che le domande non devono essere pubblicate in questo box ma in discussioni che possono essere viste dagli utenti attivi. Grazie.
Alto