1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. Abacuc12

    Abacuc12 Membro Junior

    Proprietario di Casa
    Buongiorno,
    scrivo perché ho un problema con un mio affittuario di un locale commerciale, il quale alla scadenza naturale dei 6+6, mi ha improvvisamente annunciato che pretende un calo significativo dell'affitto, altrimenti lascerà all'improvviso il locale. Inoltre si è rivolto ad un avvocato, il quale mi ha paventato l'ipotesi che io debba addirittura corrispondere, nel caso in cui mi rifiutassi, la cifra considerevole dell'avviamento commerciale. Quindi le mie domande sono due:

    1 - Innanzi tutto, è possibile che non avendo io ricevuto alcuna disdetta da parte dell'affittuario, questo possa andare via senza preavviso? Non c'è comunque il tacito rinnovo? Specifico che il contratto è appena scaduto e lui si trova ancora nel negozio.

    2 - Nel caso in cui sia lui ad andare via, o che comunque il contratto si risolva naturalmente, come è possibile che io debba pagare l'avviamento? Mi pare ovvio che non dipende da me visto che non cambio in alcun modo le condizioni contrattuali.

    Anzi! Per andargli incontro ho anche accettato di calargli l'affitto, ma di un'entità minore a quella richiesta da lui.

    Vi ringrazio per ogni consiglio che vorrete fornirmi nella questione e saluto.
     
  2. jerrySM

    jerrySM Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Se non hai ricevuto nessuna disdetta nei termini e modi previsti, il contratto si proroga in automatico per altri 6 anni (o comunque per quanto previsto a contratto).

    Nel caso il contratto si risolva per colpa dell'inquilino (ad esempio per inadempienza contrattuale) o per recesso anticipato da parte dello stesso, non è prevista nessuna indennità di avviamento. Quest'ultima, nei casi in cui sia prevista, spetta al conduttore se e solo se sia il locatore a non prorogare un contratto in essere.

    Hai detto la parola giusta "per andagli incontro". Noi sei assolutamente obbligato a farlo, anzi. Solo per il fatto che si sia rivolto ad un avvocato gli avrei risposto (magari tramite MIO avvocato) ricordandogli i suoi obblighi contrattuali e riportandogli gli articoli di legge a proposito di locazioni commerciali e su quando, come e a chi corrispondere l'indennità di avviamento ...altro che riduzione del canone.
     
  3. Abacuc12

    Abacuc12 Membro Junior

    Proprietario di Casa
    Ti ringrazio perché mi confermi quanto, in effetti, mi sembrava di aver già sentito sul forum. Il fatto è che il mio avvocato, purtroppo, è in ferie e non potevo percorrere la strada per così dire ideale.
    Caso vuole che il contratto scada proprio in questa data. Ma un'altra cosa, se per caso non riusciamo a metterci d'accordo e il negoziante decide di andar via (come in effetti sarebbe anche possibile) lui dovrà corrispondermi comunque sei mensilità, giusto?
     
  4. jerrySM

    jerrySM Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Lui dovrà corrisponderti quanto previsto a contratto.
    Ti faccio un esempio. Se siete prossimi alla scadenza del contratto, lui avrebbe dovuto comunicarti la sua intenzione di non prorogarlo secondo le modalità e i tempi previsti a contratto (di solito raccomandata AR) se nulla è previsto a contratto si applica quanto previsto per legge a tal proposto (6 mesi di preavviso). Se non l'ha fatto per tempo, adesso è costretto a prorogare il contratto per ulteriori 6 anni (o comunque per il periodo previsto a contratto).

    Se invece vuole dare disdetta anticipata può farlo se e solo se a contratto è data questa facoltà (con relativo preavviso DA RISPETTARE). Altrimenti la legge (art 27 D.L. 27/7/1978) prevede che il locatario (l'inquilino) può recedere in qualsiasi momento qualora ricorrano GRAVI MOTIVI, dandone preavviso di almeno sei mesi a mezzo raccomandata.
    Se se ne va di punto in bianco (ammesso che ricorrano i gravi motivi oppure sia inserita apposita clausola nel contratto che glielo permetta) deve in ogni caso corrisponderti l'equivalente del preavviso non rispettato.
     
  5. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Che è proprio una legge (n. 392), e non un D.L.
     
  6. chiacchia

    chiacchia Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Anche se il tuo avvocato è in ferie prendi spunto da quanto su detto e gli rispondi per raccomandata, chiudendo, che se ancora dovesse persistere la situazione passerai la pratica ai tuoi avvocati
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina