1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. bobrock4

    bobrock4 Membro Ordinario

    Salve,

    stanno per scadere 2 contratti di affitto concordato gestiti finora dai miei genitori, che adesso hanno bisogno del mio aiuto:

    1) scade un contratto 18 mesi già rinnovato per altri 18 mesi.

    2) scade un contratto 3 anni che prevede il rinnovo automatico per altri 3.

    Durante la vita di di questi contratti, nel maggio 2010, il comune degli immobili ha emanato gli Accordi Territoriali.

    Vi chiedo se, secondo voi, il primo contratto si rinnova automaticamente o deve essere redatto ex-novo e se gli accordi territoriali intercorsi rendono necessario la loro indicazione nei contratti.

    Un saluto
    Roberto
     
  2. JERRY48

    JERRY48 Ospite

  3. bobrock4

    bobrock4 Membro Ordinario

    Mille grazie Jerry.

    Bella lista di risorse, ma stranamente non cita i contratti di affitto concordato.
     
  4. ChiaraB di Solo Affitti

    ChiaraB di Solo Affitti Nuovo Iscritto

    Buongiorno,
    vediamo se riesco ad aiutarti..
    1) Un contratto di 18 mesi può essere solo un transitorio e quindi non rinnovabile.
    2) Il contratto di 3 anni prevede un rinnovo di due anni e questo potrebbe rinnovarsi automaticamente, ma un 3 + 2 è solo un contratto a canone concordato, quindi stipulabile solo nei comuni metropolitani, capoluoghi di provincia e quelli ad alta densità abitativa. Se in questo comune gli accordi sono stati emanati solo nel 2010, il contratto che sarà partito nel 2009 potrebbe essere stato stipulato tenendo come riferimento gli accordi del comune limitrofo più vicino e simile (cosa prevista).
    Saluti,
    Chiara
     
  5. giudittan

    giudittan Membro Attivo

    Proprietario di Casa
     
  6. giudittan

    giudittan Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Che io sappia alla scadenza del contratto d’affitto di natura transitoria questo può essere rinnovato purché permangano le esigenze transitorie; in questo caso però occorre inviare la relativa comunicazione tramite lettera raccomandata prima della scadenza del termine del contratto.
     
  7. ChiaraB di Solo Affitti

    ChiaraB di Solo Affitti Nuovo Iscritto

    In effetti non avevo specificato.. Vale quanto dice Giudittan: il contratto può essere rinnovato nel caso permangano le esigenze transitorie.
     
  8. JERRY48

    JERRY48 Ospite

    Eppure è specificato esaurientemente tutto quanto quello che hai chiesto.
    salutijerry48
     
  9. bobrock4

    bobrock4 Membro Ordinario

    Quindi un contratto di affitto concordato risponde alla definizione di contratto a canone calmierato. Un saluto
     
  10. bobrock4

    bobrock4 Membro Ordinario

    Per Giudittan e ChiaraB grazie.

    Dai vostri interventi e dalle risorse di Jerry48 sembra che ho dei contratti mal fatti. 18 + 18 mesi e 3+3 anni ex legge 431/98 mi sembra siano durate non corrette per la legge sugli affitti concordati/calmierati. Probabilmente dei contratti annullabili.

    Un saluto
     
  11. bobrock4

    bobrock4 Membro Ordinario

    Dopo lo studio grazie ai vostri interventi posso fare dei nuovi contratti a canone concordato 3+2 nel rispetto anche degli accordi territoriali. Secondo voi ci sono dei cambiamenti in corso nel trattamento fiscale oltre all'IMU (IRPEF, imposta registro)? Grazie e un saluto:) Roberto
     
  12. ChiaraB di Solo Affitti

    ChiaraB di Solo Affitti Nuovo Iscritto

    In effetti c’è un cambiamento in corso: nel 2013 sui contratti concordati arriverà un’altra tegola, legata alla necessità di trovare una copertura finanziaria alla riforma del lavoro. Il ddl del ministro Fornero prevede infatti una riduzione secca della deduzione IRPEF agevolata sui contratti concordati che passerà dal 40,5 per cento a circa il 35%; la riduzione è dal 15% al 7% per i contratti liberi.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina