1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. Alberto Casaboni

    Alberto Casaboni Nuovo Iscritto

    Buongiorno a tutti,

    volevo sottoporvi un quesito riguardante i termini di presentazione di successione ereditaria.
    Un mio zio è mancato giusto un anno fa e ha lasciato come suoi unici eredi cinque nipoti: due miei cugini, due miei fratelli e il sottoscritto.
    Il de cuius ha vissuto gli ultimi anni sempre con uno dei miei cugini, ma a oggi, non so se ha lasciato un testamento. So per certo che la successione non è mai stata avviata. Ho scritto una lettera a mio cugino, chiedendo a nome mio e dei miei fratelli, di farmi sapere qualcosa.... Ma non ho ottenuto risposta.
    So per certo che il patrimonio dello zio è formato da beni immobili e mobili e non vorrei trovarmi a dovere pagare tasse e sanzioni anche a nome degli altri, senza aver ancora conosciuta l'entità dell'eredità.
    So di avere a che fare con personaggi di dubbia moralità e vorrei tutelarmi senza far sentire il "peso" della minaccia di un intervento legale, quindi:

    1 - Quale dovrebbe essere il mio prossimo passo?
    2 - Cosa c'è di vero nella prescrizione dopo sei anni che non è stata presentata successione ereditaria?
    3 - Cosa accade agli affitti degli immobili che nel frattempo sono trattenuti da una sola persona?
    4 - E' possibile che i miei cugini possano tacere e impugnare tra vent'anni un'usucapione a danno mio e dei miei fratelli?

    Grazie per il tempo e la cortesia che mi metterete a disposizione.
     
  2. acquirente

    acquirente Nuovo Iscritto

    la successione può essere aperta da ciascuno degli eredi attraverso il modulo reperibile sul sito dell'Agenzia delle Entrate ... o attraverso il notaio.
     
  3. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    solo dopo aver aperta la successione, e se viene accettata da tutti puoi agire altrimenti con chi te la prendi se nessuno ancora non a ereditato
     
  4. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Art. 456 c.c. : La successione si apre al momento della morte, nel luogo dell'ultimo domicilio del defunto.
     
  5. luri

    luri Nuovo Iscritto

    La dichiarazione di successione va presentata entro 12 mesi dall'apertura della successione all'Agenzia delle Entrate su apposito modulo.
     
  6. acquirente

    acquirente Nuovo Iscritto

    si, in teoria ma se la presenti anche dopo, va bene lo stesso, paghi qualche sanzione.
     
  7. Alberto Casaboni

    Alberto Casaboni Nuovo Iscritto

    Grazie a tutti, ma...

    per 'adimecasa': Me la prenderei col cugino che continua ad intascare gli affitti di un immobile dove è locato un esercizio commerciale che appartiene allo zio morto... Non sta accantonando le quote per le future divisioni ereditarie, se le sta intascando punto.

    per 'luri' e per 'acquirente': non vorrei dover pagare le spese di successione senza sapere l'ammontare del patrimonio. Nessuno me l'ha comunicato e i miei cugini non si fanno sentire, negandosi anche al telefono. So che fa ridere, ma è la verità. Se tutti gli eredi devono sostenere le spese di successione in solido, vorrei che lo facessero anche in parti uguali. Insomma: temo che stiano architettando qualcosa di poco chiaro, come han già fatto in passato, con la morte di mia madre. Se non mi comunicano l'esistenza di un testamento o l'ammontare dei beni del de cuius o persino se non gli hanno fatto la dichiarazione dei redditi, mi troverò anch'io a doverne pagare le sanzioni, in futuro...
     
  8. acquirente

    acquirente Nuovo Iscritto

    chiunque degli eredi puo' aprire la successione. il patrimonio del de-cuius andra' in eredita' agli eredi.
    L'accettazione dell'eredità con beneficio d'inventario è un diritto che spetta in capo all'erede.
    il notaio ti comunichera' gli attivi ed i passivi.
    in quel momento deciderai se accettare o rifiutare.
    non e' difficile.:basito:
     
    A Alberto Casaboni piace questo elemento.
  9. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Era stato già precisato, ma repetita iuvant. La successione si apre ex lege, al momento della morte. Non sono i chiamati all'eredita ad aprirla.
     
  10. ccc1956

    ccc1956 Nuovo Iscritto

    La successione si apre al momento della morte. Se il defunto non ha predisposto un testamento gli eredi, i legatari, i tutori o i curatori dell'eredità, gli esecutori testamentari o le persone che per effetto della dichiarazione di morte presunta dell'erede sono immessi nel possesso dei beni sono tenuti a presentare la dichiarazione di successione entro 1 anno dalla data del decesso all'ufficio del Registro competente in base all'ultima residenza del deceduto.
    Non c'è una figura addetta ad aprire la pratica di successione. E' una cosa che possono fare da soli gli stessi familiari. Comunque solitamente è il notaio ad aprire la successione e ad aiutare gli eredi a capire qualcosa tra le tasse e i documenti.
    Il notaio dà assistenza alle parti nella compilazione di questo documento di particolare complessità compiendo gli accertamenti catastali necessari. Provvede a redigere la dichiarazione di successione, il prospetto di autoliquidazione delle imposte, il modello di pagamento di tasse imposte sanzioni ed altre entrate, e l’autocertificazio​ne. Provvede poi a registrare la Dichiarazione presso l’Agenzia delle Entrate competente, predisponendo e presentando la voltura catastale.
    ottimo il suggerimento di acquirente per il benificio d'inventario.
     
    A Alberto Casaboni piace questo elemento.
  11. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Scritta così si dedurrebbe che l'obbligo della presentazione della dichiarazione di successione sussista solamente nell'ipotesi di "successio ab intestato". Invece, e ovviamente, tale obbligo esiste anche nel caso di successione testamentaria. E, in tutti i casi, salvo che non si rientri nelle ipotesi di esonero dall'obbligo di dichiarazione (che non ricorrono nella fattispecie descritta dall'OP).
     
  12. ccc1956

    ccc1956 Nuovo Iscritto

    ovvio.:sorrisone:
    il ns. amico utente non sa nemmeno se esiste un testamento olografo, quindi rivolgersi ad un notaio sapendo di essere un erede e' la cosa migliore che puo' fare.
    vedra' che se esiste un testamento scritto, gli altri che adesso fanno finta di niente, lo tirano fuori.
    se non esiste, si procedera' in tal senso.
     
  13. Alberto Casaboni

    Alberto Casaboni Nuovo Iscritto

    Grazie a tutti. Il testamento è saltato fuori. Datato 1995 annulla automaticamente il precedente del 1990.
    Chiaramente si tratta di una versione riveduta e corretta... A danno nostro. Tanto meglio.
    Rinnovo i ringraziamenti e auguro a tutti un felice Natale.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina