1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. pierugo

    pierugo Membro Junior

    Buonasera a tutti avrei bisogno dei vostri pareri su questo tema. Sono proprietario di un appartamento all'ultimo piano di fabbricato di quattro piani e anche del lastrico solare sovrastante. Vorrei modificare la destinazione di uso da lastrico a terrazzo ma soprattutto realizzare una scala a chiocciola esterna che dal mio balcone e forando la soletta arriva al terrazzo. Il tutto ovviamente verrebbe realizzato a regola d'arte da una ditta specializzata. Domanda:shock:ltre ai permessi comunali occorre (questo e' quello che preoccupa piu me) anche un'autorizzazione condominiale?
    Grazie
    P.U.
     
  2. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    come minimo:stretta_di_mano:
     
  3. pierugo

    pierugo Membro Junior

    Salve e grazie per la risposta. Quindi il condominio potrebbe impedirmelo ma su quali basi? Ci sono sentenze in merito?
     
  4. dolly

    dolly Membro Senior

    Professionista
    A mio giudizio, per quanto attiene alla realizzazione di questa scala, che si limiterebbe a collegare due proprietà esclusive, nulla vieta la sua realizzazione, sempreché il manufatto NON sia lesivo del "decoro architettonico", NON pregiudichi la staticità dello stabile, NON ne danneggi le strutture portanti, ed il tutto poi nel rispetto ovviamente del Regolamento Comunale.


     
    A possessore, condobip e Alessia Buschi piace questo elemento.
  5. condobip

    condobip Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Infatti sono perfettamente d'accordo :ok: tale diritto è previsto dall'art 1102 cc per le parti comuni, figuriamoci per quelle private, dove ovviamente servirà una regolare autorizzazione da parte dell'Ufficio Tecnico Comunale (con richiesta della Scia)

    Art. 1102.
    Uso della cosa comune.
    Ciascun partecipante può servirsi della cosa comune, purché non ne alteri la destinazione e non impedisca agli altri partecipanti di farne parimenti uso secondo il loro diritto. A tal fine può apportare a proprie spese le modificazioni necessarie per il miglior godimento della cosa.
    ...​
    Tra l'altro;
    CONCESSIONE E AUTORIZZAZIONE EDILIZIA - NON È NECESSARIO L'ASSENSO DEI CONDOMINI AI FINI DEL RILASCIO DELLA CONCESSIONE O DELL'AUTORIZZAZIONE EDILIZIA PER LE OPERE NELLE PARTI COMUNI DEL CONDOMINIO (Consiglio di Stato, Sezione V, 23 giugno 1997, n. 699)
     
    A possessore piace questo elemento.
  6. pierugo

    pierugo Membro Junior

    Grazie a tutti. Il mio dubbio concerne proprio la soggettività di giudizio del decoro. Tutti gli altri vincoli verrebbero adeguatamente rispettati con relazioni permessi e quant'altro. Nel mio caso vorrei realizzare la scala ad una estremità del balcone che tra l'altro è chiusa trattandosi non di balconi aggettanti. Quindi non sorgerebbe per esempio al centro del balcone danneggiando me in primo luogo sottraendomi spazio e diventando più evidente dall' esterno. Richiedendo un 'autorizzazione al condomino rischierei di avere pareri "contrastanti". Ecco perché vorrei basarmi su dati di fatto come potrebbe essere l'articolo succitato....
     
  7. condobip

    condobip Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Non ti occorre il consenso dell'assemblea, potrai informare i condomini che effettuerai dei lavori nella tua proprietà esclusiva, se caso mai qualcuno avrà da obiettare alla concessione comunale per un eventuale lesione al decoro dello stabile, dovrà rivolgersi al Giudice, unico in grado di valutare questo lato del problema, ma immagino che la richiesta sarà respinta, vista la concessione :)
     
    A possessore piace questo elemento.
  8. AvvocatoDauriaMichele

    AvvocatoDauriaMichele Membro Attivo

    Professionista
    Meglio realizzare il tutto prima del 18 giugno; la nuova legge sul condominio è (non di molto, a dire il vero, ma un poco si) più restrittiva rispetto al vecchio art. 1102 CC che - molto opportunamente - qualcuno prima di me ha già citato. Allo stato attuale non è nemmeno necessario informare il condominio, a stretta norma di legge.

    Circa il decoro... c'è poco da dire; si tratta sempre e comunque di un terno al lotto. L'alternativa sarebbe raccogliere l'unanimità dei consensi. In bocca al lupo.
     
    A possessore piace questo elemento.
  9. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    ma vi rendete conto cosa sta chiedendo pierugo, costruire una scala a chiocciola sul mio balcone, forando la soletta, tagliando o segando i ferri di legamento, nel cemento armato, come se fosse una torta, e voi citate il 1102, come se tutti si mettessero a tagliare solette, per accedere ad un attico (terrazzo)di proprietà non definita, se condominiale come presumo o di proprietà:disappunto: :confuso:
     
  10. condobip

    condobip Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Sono d'accordo per il decoro, ma non è il condominio ne l'assemblea a dover esprimere delle opinioni vincolanti, ma eventualmente un Giudice, Sentenza Corte di Cassazione, sez II, 22 gennaio 2004, nr. 1025, e non vedo differenze sul nuovo codice civile che andrà in vigore dal 18.6.13, per le opere effettuate nelle parti private.
     
  11. AvvocatoDauriaMichele

    AvvocatoDauriaMichele Membro Attivo

    Professionista
    ...col 1102 C.C. sono state aperte finestre, porte, portoni, nelle perti sicuramente comuni; perchè non nel proprio lastrico solare? Pierugo, infatti, asserisce di esserne proprietario esclusivo.

    Francamente vedo più problematica la questione del decoro architettonico.

    Saluti.
     
  12. condobip

    condobip Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Infatti se si tratta di decoro, l'assemblea non può essere Giudice :)
     
  13. pierugo

    pierugo Membro Junior

    È di proprietà esclusiva inoltre ho già parlato con il costruttore che non mi ha sollevato difficoltà .... Ovviamente il tutto va eseguito a regola d'arte. Il punto è che qui il lavoro è esterno per cui potrebbe porsi il problema del decoro ma se avessi voluto realizzato a internamente non ci sarebbe stato nessun problema di decoro.
     
  14. condobip

    condobip Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Infatti è quello che sostengo, se si tratta di decoro, qualsiasi condomino potrebbe adire al Giudice, ma se questo lavoro sarebbe stato interno e non visibile, ovviamente e sempre con i premessi comunali, il decoro allo stabile non sarebbe stato compromesso e nessuno avrebbe nulla da dire.
     
  15. dolly

    dolly Membro Senior

    Professionista
    Pienamente d'accordo.:stretta_di_mano:

    Gli articoli del CAPO I (cui rientra il 1102) non sono stati modificati dalla legge 220/2012 (altrimenti detta Riforma Condominio).
     
  16. pierugo

    pierugo Membro Junior

    Grazie a tutti per i suggerimenti.
     
  17. dolly

    dolly Membro Senior

    Professionista
    :)
     
  18. Daniele 78

    Daniele 78 Membro Storico

    Professionista
    Oltre alla scia si deve per forza allegare il progetto del cemento armato da parte di professionista abilitato (ingegnere o architetto) e fare il successivo collaudo con un altro professionista, proprio perchè si va a modificare la struttura dell'edificio.

    Non saprei se è da considerarsi proprio una parte privata in quanto è si una pertinenza personale ma va anche a variare l'equilibrio della struttura dell'intero edificio.
    per fare la modifica l'ingegnere di turno deve avere il progetto statico dell'edificio esistente, e con oppurtuni calcoli vedere eventualmente quali rinforzi aggiungere per sostenere la scala perchè non è scontato che i solai ed i muri come sono ora possano farlo. Molto probabilmente per non sovraccaricare con la nuova struttura tutto l'esistente opterei (io personalmente) per una chiocciola in acciaio che non in Cemento armato. Inoltre deve verificare che tagliando un solaio (per il buco) non ci siano travi in c.a che sostengono la struttura...non è semplice okkio perchè le tragedie negli edifici esistenti avvengono proprio perchè non si ponderano adeguatamente le forze che agiscono sugli edifici.

    Il tutto serve per avere l'agibilità delle opere



    per il riferimento normativo vedere allegato sotto.
     

    Files Allegati:

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina