1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. basenji

    basenji Membro Ordinario

    Proprietario di Casa
    Nel condominio in cui vivo ci sono delle aree comuni e delle aree di proprietà dalle quali ognuno accede al proprio appartamento. Circa trent'anni fa, di comune accordo, è stato concesso ad uno dei condomini di costruire la scala, per accedere alla sua proprietà, in proprietà comune. In teoria lui avrebbe utilizzato la scala e noi la parte sottostante (l'idea era di chiudere e di farne un magazzino comune per gli attrezzi, con accesso dalla proprietà comune). In realtà anche la parte sottostante è stata utilizzata dal condomino e l'accesso è interno al suo garage.... tutto, in qualche modo (è stato convincente!) di comune accordo.
    Qualche anno fa l'appartamento è stato venduto e attualmente la scala è proprio mal messa e pericolosa anche da percorrere. L'attuale proprietario assolutamente non si preoccupa di ripararla e un giorno ha nominato "la scala in proprietà comune". Effettivamente, ho scoperto, niente è stato cambiato e quella risulta ancora proprietà comune.....
    Quello che volevo chiedere è: potrebbe pretendere la riparazione dal condominio? Se qualcuno si fa male siamo responsabili? In definitiva non dovrebbe essere un caso di usucapione, visto che sono passati trent'anni?
     
  2. Ollj

    Ollj Membro Assiduo

    Professionista
    Anche fosse, l'usucapione ricorre solo se chi vi ha interesse la rivendica.
    Il Condominio non è proprietario della scala ma dell'area su cui la stessa sorge. La scala è di chi chiese permesso di realizzarla. Manutenzione a carico dell'attuale proprietario condòmino. Se non provvede, il Condominio a fronte di effettivo pericolo deve agire, anche giudizialmente, per eliminare il manufatto. Una intimazione scritta al proprietario è necessaria per fissare i limiti della questione.
     
    A meri56 piace questo elemento.
  3. basenji

    basenji Membro Ordinario

    Proprietario di Casa
    Tutto chiaro. Grazie.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina