1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. pavoluccia

    pavoluccia Membro Ordinario

    Proprietario di Casa
    Buongiorno a tutti,
    avrei bisogno di porre una domanda.

    Io ed il mio ragazzo vogliamo comprare casa e andarci a vivere assieme, per il momento senza un concreto progetto di sposarci, ma non è da escludere per un futuro.
    All'acquisto di questa casa parteciperemo entrambi per una stessa cifra alla quale andrà poi andrà ad aggiungersi il mutuo a cui ovviamente parteciperemo entrambi.

    Per lui questa è una prima casa, io invece ho già una casa di proprietà dove vivo con i miei nonni i quali rimarranno ovviamente a vivere lì, quindi l'idea sarebbe di intestarla a lui in modo da poter usufruire dell'agevolazione prima casa , ma anche e sopratutto per pagare le varie tassa (vedi IMU) senza maggiorazioni da urlo.


    Ora le cose vanno bene, e io spero sia così per sempre, ma facciamo caso succedesse mai che litighiamo, si sa che in quei casi escono fuori cattiverie non prevedibili ed io vorrei tutelami perchè comunque investo anche io una bella cifra, avevo quindi pensato di fare una scrittura privata (da un notaio) in cui viene ufficializzato che l'appartamento è per il 50% di mia proprietà, in modo da sentirmi completamente serena nell'affrontare questo acquisto.

    E' una cosa che si può fare?
    Vale per sempre qualsiasi siano gli avvenimenti (matrimonio, vendita mia prima casa, separazioni...), insomma so che è brutto pensare in questi termini solo che se ne sentono davvero troppe di cose!!!

    Grazie
     
  2. iaragos

    iaragos Membro Junior

    mi spiace ma non la vedo per niente bene 'sta cosa.
    avevo cominciato a scriverti tutti i punti critici e le possibili conseguenze ma stava diventando un papiro. la tua idea è una questione che coinvolge diversi istituti giuridici, tutti molto controversi (il che vuol dire che se finiste in causa non ne uscireste più): la promessa unilaterale, l'indebito arricchimento, l'obbligazione naturale, il negozio simulato e mille altri...un casino comunque la si guardi.
    La certezze che ti do sono:
    - la scrittura privata che hai in mente è aria fritta priva di qualunque valore legale.
    - tu rimani vincolata al mutuo.
    - qualunque tipo di accordo con qualche valore che potremmo trovare, dovrebbe comunque essere fatto valere in giudizio e certamente non sarebbe risolutivo di tutti i problemi sottesi alla fattispecie.
    Dammi retta, o fai le cose bene e intesti casa e muto al 50 (per non pagare l'IMU ti tuffi a pesce in un groviglio di rovi) e conti sul detto "l'eccezione che conferma la regola" (scusa il pessimismo ma non ne ho vista una andare dritta senza previo matrimonio: ci sono meno remore a lasciarsi e mancano regole giuridiche che disciplinino "l'addio") oppure lascia perdere...
    Il consiglio migliore che posso darti è di prendere appuntamento da un notaio e farti illustrare per bene i limiti e le implicazioni: è il migliore investimento che tu possa fare per non piangere domani.
     
  3. StLegaleDeValeriRoma

    StLegaleDeValeriRoma Membro Assiduo

    Professionista
    La soluzione ovvia è regolarizzare la vostra convivenza, oltre alla Chiesa c'è anche il Comune e non è tempo perso... per usare un eufemismo.
     
  4. griz

    griz Membro Senior

    Professionista

    non mi sembra che il matrimonio possa risolvere il problema, varrebbe come intestarsi il 50% della casa nuova, non risolverebbe il problema dalla prima casa
     
  5. parvati

    parvati Nuovo Iscritto

    Un consiglio dal cuore regolarizza tutto, quello che risparmi oggi ti potrebbe costare molto molto molto caro domani...............ovviamente ti auguro tutto il bene del mondo.
     
  6. Gugli

    Gugli Membro Attivo

    io la vedo che non è il caso di fare confusione tra affetti, indipendenza economica e patrimoniale personale
    fai comprare la casa a lui anche se il salasso di mutuo potrà essere micidiale ma su certe questioni bisogna essere precisi e razionali...
    poi se litigate tu vai dai nonni e lui si tiene la casa (dove magari tu partecipi alle spese che ti spettano per non essere di completo peso su di lui e non sentirti dire cose spiacevoli....)
    scusa la schiettezza ma non è colpa mia se il mondo gira così
     
  7. arianna26

    arianna26 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    anche secondo me è una pessima idea. o la casa la compra tutta lui e ve la intestate al 50% e amen. la tranquillità non ha prezzo.
     
  8. Adriano Giacomelli

    Adriano Giacomelli Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
    Diciamo che c'è una soluzione semplice semplice, ti intesti la casa al tuo 50% e non godrai dell'agevolazione I° casa, pochi € in più ma la certezza di una quota di comproprietà.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina