1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. ninetto

    ninetto Membro Attivo

    se i genitori pur campando 100 anni, poi muoiono e lasciano i debiti, mica i debiti si estinguono? eventualmente non si estinguessero, a chi tocca sanarli?
     
  2. maidealista

    maidealista Fondatore Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
    Se i figli rinunciano alla eventuale eredità non sono attaccabili dai creditori. :daccordo:
     
    A ninetto, Marco Costa e floris piace questo elemento.
  3. Fausto1940

    Fausto1940 Membro Attivo

    aggiungerei che se i beni caduti in successione dovessero essere di un certo valore, sarebbe il caso di accettare l'eredità con il beneficio di inventario. E' successo di assistere a una rinuncia frettolosa per non coprire un debito bancario abbastanza rilevante e poi è spuntata una cassetta di sicurezza presso altro istituto con somme, beni e titoli di enorme valore. :-o
     
    A Marco Costa e ninetto piace questo messaggio.
  4. fausto manca

    fausto manca Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    La rinuncia all'eredità può essere revocata.
     
    A ninetto piace questo elemento.
  5. Fausto1940

    Fausto1940 Membro Attivo

    certo che può essere revocata, fatto salvo quanto previsto nel 525 CC; in conseguenza di questo fatto e della carenza di informazioni da parte di un professionista....poco professionista i rinuncianti ne sono usciti...."cornuti e mazziati"
     
    A ninetto piace questo elemento.
  6. ninetto

    ninetto Membro Attivo

    Caro Fausto mica ci puoi dire qualcosa di più? grazie
     
  7. Fausto1940

    Fausto1940 Membro Attivo

    Ciao Ninetto, la rinuncia all'eredità (art. 519 CC)può essere fatta davanti a un Notaio o davanti al Cancelliere del Tribunale(in Tribunale risparmi un po' do soldini, ma ritengo che con il Notaio siano sempre ben spesi). I tempi sono: tre mesi dal decesso se il chiamato a succedere (erede) è in possesso o utilizza i beni oggetto della successione; dieci anni dalla data del decesso in caso contrario. Documenti per il Tribunale: certificato di morte in carta libera, 1 marca da 14,62, mod F23 dimostrante il versamento di 168,00 € PER CIASCUN RINUNCIANTE. In Tribunale si ottiene la copia della rinuncia (l'originale resta in Cancelleria) con un marca da 21,24 se urgente o di 7,08 se non urgente.
    La rinuncia può essere revocata (art.525 CC) dagli eredi rinuncianti se non è decorso il termine di prescrizione (dieci anni) per l'accettazione. NON può essere revocata qualora sia stata acquistata da altri eredi chiamati in subordine. NON può essere revocata se i diritti sono stati acquistati da terzi.
    Spero di esserti stato utile.
    Ciao , Nonno Fausto
     
    A ninetto piace questo elemento.
  8. Jrogin

    Jrogin Fondatore Membro dello Staff

    Professionista
    La via dell'accettazione dell'eredità con beneficio di inventario, suggerita dall'ottimo Fausto1940 nel post n°3 mi sembrerebbe nel caso la più appropriata.
     
    A ninetto e Peppeok piace questo messaggio.
  9. Fausto1940

    Fausto1940 Membro Attivo

    confermo, confermo, confermo!
    Auguri di serenità a tutti e che il Signore benedica tutti, anche i....birichini!
    Fausto
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina