1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. zamparpa

    zamparpa Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Il caso specifico:
    Il nostro Condominio ha la concessione di un'area di parcheggio di proprietà del Comune, regolata da un contratto di locazione.
    Ora il Comune decide di vendere l'area in questione tramite asta pubblica a busta chiusa con aggiudicazione (provvisoria) al maggior offerente ed il Condominio ha il diritto di prelazione.
    Il Condominio non può farsi sfuggire di mano quest'area, ma come fa a non rischiare questa ipotesi ? E' più conveniente partecipare o non partecipare alla gara d'asta ? Mi spiego meglio:
    1) Se il Condominio non si presenta all'asta e l'area viene aggiudicata ad un terzo soggetto, perde il diritto di prelazione in virtù del fatto che non partecipando si potrebbe dedurre che l'area non gli interessa ? oppure il Comune è obbligato comunque a chiedere al Condominio la volontà di esercitare il diritto di prelazione ?
    2) Se il Condominio si presenta all'asta con una offerta, ma viene superato dall'offerta di un terzo soggetto, mantiene il diritto di prelazione, oppure lo perde in virtù del fatto che ha partecipato all'asta ?
    Un caloroso GRAZIE a chi vorrà darci una sua opinione in merito.
    Armando
     
  2. Ollj

    Ollj Membro Assiduo

    Professionista
    Deve distinguersi:
    - il diritto soggettivo di chi vanta il diritto di prelazione
    - l'interesse legittimo della P.A. a conseguire il maggior vantaggio economico.
    La P.A. emesso bando d'asta per la cessione del bene, nel medesimo indica la sussistenza del diritto di prelazione a favore del Condominio; chi risultasse vincitore in fase d'asta, avrà diritto a conseguire il bene solo ove il Condominio non esercitasse il proprio diritto.
    Il Condominio non deve partecipare all'Asta; deve attendere che la P.A. comunicato l'esito dell'asta, inviti ad esercitare, entro il termine concesso, il diritto di prelazione.
    Ove il Comune non concedesse tal facoltà, il Condominio dovrà rivolgersi al Giudice Ordinario (non al T.A.R) per rivendicare il proprio diritto leso.
    Saluti.
     
    A Gianco piace questo elemento.
  3. zamparpa

    zamparpa Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Grazie Ollj,
    anche io la penso cosi.
    Il bando di vendita non è ancora uscito, ma da contatti avuti da un condomino con un Geometra del Comune che segue le procedure di vendita, sembra che il Comune invierà al Condominio una comunicazione dell'avvio della gara di vendita con la sussistenza del diritto di prelazione, da esercitarsi come previsto dalla legge.
    Molti condomini però sono convinti che sia meglio partecipare, perchè dicono, che se non partecipiamo facciamo capire che l'area non ci interessa; e che se l'asta andasse deserta per due volte consecutive, il Comune (come previsto dal regolamento comunale per l'alienazione del patrimonio immobiliare) procederebbe alla vendita a trattativa privata, con il rischio che decada il nostro diritto di prelazione.
    Io penso invece che sia il contrario, e cioè che se noi non partecipiamo, sia che la vendita avvenga all'asta o a trattativa privata a un terzo soggetto, il Comune è sempre obbligato a comunicarcelo per darci la possibilità di esercitare il diritto di prelazione.
    Potrebbe essere invece più pericoloso partecipare all'asta, perchè nella eventualità di non riuscire ad aggiudicarsi l'area, il Condominio potrebbe perdere il diritto di prelazione proprio in virtù della sua partecipazione all'asta.
    Sono forse inutilmente preoccupato o troppo pessimista ?
    Grazie di nuovo, saluti.
     
  4. Ollj

    Ollj Membro Assiduo

    Professionista
    Io non parteciperei all'asta: servirebbe solo a far lievitare il prezzo (non è nel vostro interesse).
    Il vostro diritto di prelazione dipende da come venne configurato/attribuito; dal titolo va compreso l'ambito di quanto garantito dalla P.A.
    Fosse diritto di prelazione tout court, la P.A. avanzerà richiesta di esercizio ad asta conclusa. Andasse deserta asta, ciò non inciderà sul vostro diritto.
    Informarsi bene presso la P.A. di quale diritto siete titolari ed agire di conseguenza
     
  5. moralista

    moralista Membro Attivo

    Professionista
    Contratto con il Comune che avete in concessione è oneroso? e cosa dice in merito al diritto di prelazione, devi dare più notizie in merito a tale contratto, altri condomini quali interessi avrebbero per partecipare all'acquisto di una area a posteggio (parcheggio)
     
  6. griz

    griz Membro Senior

    Professionista
    riepiolghiamo: il comune bandisce l'asta citando nel bando il vostro diritto di prelazione, rimane quindi che se mai l'area interessase a qualcuno comunque varrebbe il vostro diritto, l'area potrebbe essere ceduta ad altri se voi non esercitaste il diritto, ne va che l'asta andrà deserta a mcno che qualcuno non venga a suppore che non interessi a voi il che non è vero. L'asta a cosa serve? Probabilmente all'amministrazione per dimostrare di avere proceduto in modo corretto ma alla fine, dopo le aste deserte, lo dovrà vendere a voi che credo sareste gli attori della trattativa privata.
    Giusto?
     
  7. moralista

    moralista Membro Attivo

    Professionista
    Anche se l'asta venisse aggiudicata dovrà essere fatta domanda di prelazione tramite U.G. al condominio locatario dell'area
     
  8. griz

    griz Membro Senior

    Professionista
    appunto!
     
  9. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Se non fosse a titolo oneroso, non si tratterebbe di locazione.
     
  10. zamparpa

    zamparpa Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Rispondo a moralista:
    Il contratto è oneroso naturalmente. Il contratto di locazione non menziona il diritto di prelazione. Per vari motivi ci potrebbero essere interessati terzi esterni al nostro condominio.

    Rispondo a griz:
    Concordo su tutto.

    Quindi anche voi siete del parere che da come si prospettano le cose in questo momento (ripeto che il bando di vendita non è ancora uscito) sarebbe più opportuno non partecipare alla gara d'asta !
    Quando uscirà il bando di vendita vedremo se ci sarà qualcosa di diverso che potrebbe farci cambiare opinione.

    Grazie a tutti per le Vostre considerazioni e riflessioni.
     
  11. moralista

    moralista Membro Attivo

    Professionista
    A questo punto ti conviene attendere il bando e vedere se ti comunicheranno i tuoi diritti di prelazione
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina