1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. Roccogri

    Roccogri Nuovo Iscritto

    Mia suocera deve essere trasferita in una casa di riposo che, perchè la accettino, richiede il trasferimento della residenza presso il suddetto istituto che, naturalmente, è in una città diversa dalla sua.
    La casa dove attualmente abita ( per usufrutto ) rimane prima casa anche se viene trasferita la residenza in altro comune ? Grazie !
     
  2. salves

    salves Membro Assiduo

    Professionista
    La prima casa è quella in cuisi risiede, cambiando residenza cambia lo stato fiscale.
    Ciao salves
     
  3. Roccogri

    Roccogri Nuovo Iscritto

    ... ma va in una casa di riposo e paga anche l'aria che respira !... non è un'altra casa di sua proprietà......
    questo non conta nulla ? grazie
     
  4. JERRY48

    JERRY48 Ospite

    se la casa non verrà locata, manterrà le agevolazioni
    saluti
    JERRY48
     
    A Roccogri piace questo elemento.
  5. salves

    salves Membro Assiduo

    Professionista
    Il probema non è quello che paga ma il fatto della residenza che nella maggior parte dei regolamenti fiscali sui tributi prevede la residenza nella quale si dichiara di essere prima casa.
    Ciao salves
     
    A Roccogri e umberto58 piace questo messaggio.
  6. salves

    salves Membro Assiduo

    Professionista
    @roccogri
    Una soluzione potrebbe essere di consultarsi con l'amministrazione della casa di cura dove ricovererai tua suocera, chiedigli se è obbligatorio la residenza e magari basterebbe il domicilio, in caso contrario fatti spiegare il perchè non è possibile.
    L'art.43 c.c.discpilina le due modalità.
    Ciao salves
     
  7. arianna26

    arianna26 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    ma cosa ci guadagna la casa di riposo nell'imporre la residenza?
     
  8. condobip

    condobip Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Un usufruttuario potrebbe affittare l'appartamento e percepire la provvigione, quindi abiterà da un'altra parte e di conseguenza avere un'altra residenza, non vedo alcun problema, ovvero non è obbligato a risiedere dove è usufruttuario;

    DIRITTI DELL’USUFRUTTUARIO
    L’usufruttuario:
    - può disporre del suo diritto, può cioè cederlo, dare in locazione il bene, e concedere ipoteca su di esso;
    - ha il diritto di avere il possesso del bene in usufrutto;
    - ha il diritto di conseguire i frutti (naturali e civili).
    Cos' l'usufrutto
     
  9. salves

    salves Membro Assiduo

    Professionista
    Il problema non è i diritti che ha un usufruttuario ma il fatto della residenza che nella maggior parte dei regolamenti fiscali sui tributi prevede la residenza nella quale si dichiara di essere prima casa.
    Ciao salves
     
  10. condobip

    condobip Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Ok, comunque non vedo l'obbligo di trasferire la residenza in una casa di riposo, potrebbe essere molto più semplice con un cambio di domicilio.
    Ossia non credo esista l'obbligo di residenza in casa di riposo e cambio di tutti i documenti, poichè questo potrebbe essere un trasferimento temporaneo.
     
  11. JERRY48

    JERRY48 Ospite

    persona disabile ricoverata in casa di riposo non deve pagare l'IMU per la 1 casa.
    in ogni caso, per questa fattispecie, occorre una delibera comunale.
    informarsi presso l'assistenza sociale del proprio Comune.
     
  12. condobip

    condobip Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Questo potrebbe essere utile come definizione di 1° casa;

    Argomento Agevolazioni fiscali
    PRIMA CASA & ABITAZIONE PRINCIPALE

    PRIMA CASA & ABITAZIONE PRINCIPALE
    Per il fisco, per prima casa si intende posseduta in proprietà, usufrutto, nuda proprietà o in uso, anche se non ci si vive.
    La prima casa gode delle agevolazioni ai fini delle imposte sui trasferimenti immobiliari (di registro, IVA, ipotecarie e catastali).
    L’abitazione principale, invece, è la casa in cui ci si vive, cioè la dimora abituale del contribuente e/o dei suoi familiari.
    L’abitazione principale gode delle agevolazioni ai fini della imposta I.C.I. e sui redditi.
    Definizione di Prima Casa di Abitazione Principale :: U.P.P.I. Alessandria :: Unione Piccoli Proprietari Immobiliari


    Comunque sono d'accordo con Jerry, una persona ricoverata non deve pagare le tasse della struttura, per cui non è obbligata a trasferire la residenza.
     
  13. Roccogri

    Roccogri Nuovo Iscritto

    la casa di riposo chiede il trasferimento della residenza presso la sua struttura, NON basta il domicilio temporaneo che mia suocera ha ora presso la casa di sua figlia.
    grazie a tutti per i consigli.
     
  14. hanton21

    hanton21 Nuovo Iscritto

    non e' possibile ,per legge, prendere la residenza in una casa di riposo : informatevi meglio su leggi e disposizioni comunali ai quali e' certamente soggetto la casa di riposo ed accertatevi che sia una casa di riposo riconosciuta e con tutti i crismi in regola....ultimamente sono state accertate FINTE case di riposo od almeno propagandate come tali ma SENZA i necessari permessi : in questultimo caso e' logico pretendere la "residenza" ...diventerebbe una "assistenza sanitaria privata" con tutta una serie di gabbule (compreso pagamento contributi) che sconsiglio vivamente
     
    A Roccogri e arianna26 piace questo messaggio.
  15. JERRY48

    JERRY48 Ospite

    A Roccogri piace questo elemento.
  16. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    E' falso. Si consiglia la lettura dell'art. 5 del D.P.R. n. 223/1989 (Regolamento anagrafico). Tali strutture residenziali non sono luoghi di cura, con la conseguenza che l'art. 8, comma 1, lett. b) dello stesso D.P.R. non può trovare applicazione.
    Ne consegue che chi dirige la convivenza ha l'obbligo di rendere le dichiarazioni anagrafiche (art. 6, comma 2 di quel D.P.R.) entro i termini dell'art. 18 dello stesso D.P.R. e che il rifiuto, o il ritardo, comporta l'applicazione dell'art. 11 della legge 24/12/1954, n. 1228.
     
    A Roccogri piace questo elemento.
  17. condobip

    condobip Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Infatti l'art. 8 Decreto del Presidente della Repubblica 30.5.1989, n. 223, toglie ogni dubbio, se il ricovero non supera i due anni, non c'è l'obbligo di modificare la variazione di iscrizione anagrafica;

    Articolo 8
    Posizioni che non comportano l'iscrizione anagrafica.
    1. Non deve essere effettuata, né d'ufficio, né a richiesta dell'interessato, l'iscrizione anagrafica nel comune, per trasferimento di residenza, delle seguenti categorie di persone: a) militari di leva, nonché pubblici dipendenti e militari di carriera (compresi i carabinieri, il personale di polizia di Stato, le guardie di finanza ed i militari che abbiano, comunque, contratto una ferma) distaccati presso scuole per frequentare corsi di avanzamento o di perfezionamento; b) ricoverati in istituti di cura, di qualsiasi natura, purché la permanenza nel comune non superi i due anni; c) detenuti in attesa di giudizio.
     
    A Roccogri piace questo elemento.
  18. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Quella lett. b) dell'art. 8 si riferisce agli istituti di cura. Le RSA non sono istituti di cura, come avevo già scritto.
     
  19. JERRY48

    JERRY48 Ospite

  20. condobip

    condobip Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Ok, va bene, comunque il problema posto da Roccogri;

    La casa dove attualmente abita ( per usufrutto ) rimane prima casa anche se viene trasferita la residenza in altro comune ?

    credo si possa risolvere con quanto avevo precedentemente postato, ovvero;

    PRIMA CASA & ABITAZIONE PRINCIPALE
    Per il fisco, per prima casa si intende posseduta in proprietà, usufrutto, nuda proprietà o in uso, anche se non ci si vive.
    La prima casa gode delle agevolazioni ai fini delle imposte sui trasferimenti immobiliari (di registro, IVA, ipotecarie e catastali).
    L’abitazione principale, invece, è la casa in cui ci si vive, cioè la dimora abituale del contribuente e/o dei suoi familiari.
    L’abitazione principale gode delle agevolazioni ai fini della imposta I.C.I. e sui redditi.


    per cui la 1° casa rimarrà quella dell'usufrutto e l'abitazione principale sarà nella casa di riposo.
     
    A Roccogri piace questo elemento.

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina