1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. edocappa

    edocappa Membro Attivo

    Nel mio condominio sono stati edificati appartamenti sul terrazzo di copertura di proprietà esclusiva dove non ci sono mai stati i millesimi ne per il terrazzo e neppure per gli appartamenti. Le sopraelevazioni sono abusive voglio dire mai accatastate e neppure condonate. Per una decina di anni le stesse hanno usufruito dei servizi condominiali senza pagarli in quanto mancavano i millesimi. Per rimediare a tutto questo è stata rifatta la tabella millesimale includendo dette unità. La delibera di approvazione ha riconosciuto il diritto alla proprietà comune, e non solo ma anche il diritto di voto alle assemblee che vengono calcolati doppi come numero in quanto titolari di due unita immobiliari, voglio dire quella sottostante che hanno comprato il terrazzo dal costruttore più quella sopraelevata, nonche doppi anche come millesimi. Ma ditemi tutto questo è lecito? Io credo che gli stessi proprietari delle sopraelevazioni non possono diventare condomini ed accaparrarsi in quota la proprietà comune ma soltanto utenti di un servizio( il condominio) e che devono pagare. Ci sarà qualche sentenza da segnalarmi e che risolva questo dilemma e che mi potrà aiutare. Grazie.
     
  2. Un giocatore

    Un giocatore Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Ultima modifica: 5 Novembre 2015
  3. griz

    griz Membro Senior

    Professionista
    in geberale: se il terrazzo era di loro proprietà, lo è anche quanto è stato costruito sopra, compresa la responsabilità dell'eventuale abuso, l'ampliamento avrebbe però dovuto essere autorizzato dal condominio
     
  4. Luigi Criscuolo

    Luigi Criscuolo Membro Storico

    Proprietario di Casa
    e perché ti stupisci? Ogni unità immobiliare ha i suoi millesimi se il proprietario è una persona sola vota sia per l'appartamento dell'ultimo piano e sia per gli appartamenti che sono stati costruiti sul terrazzo. Certo che le tabelle millesimali redatte dopo la creazione del condominio si fondano sullo stato di fatto in cui si trova l'intero edificio. Se all'ultimo piano ci sono due appartamenti indipendenti e questi sono di proprietà di una sola persona, questa partecipando alla assemblea vota una volta per un appartamento e un'altra volta, consecutiva, per il secondo appartemento. Ciò perché gli appartamenti saranno, anche in mancanza di identificativi catastali, come interno X ed interno Y. Se questa situazione si verifica per quanto costruito sul terrazzo di proprietà del condomino dell'ultimo piano vale quanto esposto nelle righe precedenti. Quindi se la persona di cui tu parli è proprietaria di 4 unità immobiliari ovviamente voterà una volta sola ma il suo voto avrà la somma dei millesimi di tutti e 4 gli appartamenti. Se il voto viene conteggiato a chiamata risponderà 4 volte una volta per ogni appartamento.
     
  5. meri56

    meri56 Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    E non solo. Diventando comproprietari dell'area su cui è costruito il fabbricato e delle altre parti comuni avrebbero dovuto corrispondere al condominio una indennità.

    Perchè? D'accordo sulla somma dei millesimi ma anche chi ha più unità immobiliari non vale per una sola testa?
     
    A Ollj piace questo elemento.
  6. Un giocatore

    Un giocatore Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Sì. Vale come una testa.
     
  7. Ollj

    Ollj Membro Assiduo

    Professionista
    Giusto Meri, si segua sino in fondo il dettato dell'art.1127 Cc

    COSTRUZIONE SOPRA L'ULTIMO PIANO DELL'EDIFICIO
    1. Il proprietario dell' ultimo piano dell' edificio può elevare nuovi piani o nuove fabbriche, salvo che risulti altrimenti dal titolo. La stessa facoltà spetta a chi è proprietario esclusivo del lastrico solare.
    2. La sopraelevazione non è ammessa se le condizioni statiche dell' edificio non la consentono.
    3. I condomini possono altresì opporsi alla sopraelevazione, se questa pregiudica l' aspetto architettonico dell' edificio ovvero diminuisce notevolmente l' aria o la luce dei piani sottostanti.
    4. Chi fa la sopraelevazione deve corrispondere agli altri condomini un' indennità pari al valore attuale dell' area da occuparsi con la nuova fabbrica, diviso per il numero dei piani, ivi compreso quello da edificare, e detratto l' importo della quota a lui spettante. Egli è inoltre tenuto a ricostruire il lastrico solare di cui tutti o parte dei condomini avevano il diritto di usare


    Provassero ad eccepire che il tutto si è prescritto (infatti l'indennità dovuta andava richiesta entro 10 anni) allora fate una bella denunzia in Comune per attività potenzialmente pericolosa e per abuso edilizio: costruire all'ultimo piano è possibile ma dando garanzie di statica e di non pericolosità (ecco a cosa servono progetti di architetti ed ingegneri)


    Il problema non è se potessero essere o meno diventari proprietari, era nel loro diritto sopraelevare; tuttavia potevano farlo alle condizioni inicate dal CC su citato e nel rispetto della mormativa locale; ciò non è avvenuto ed in tale situazione il Condominio deve preoccuparsi per i propri diritti: quali certezze circa le opere realizzate... ricordarsi dei continui crolli in Italia non è allarmismo, anzi!
    Vi sono tutti gli estremi per una bella azione legale di danno temuto (che non si prescrive)

    Art. 1172 Cc DENUNZIA DI DANNO TEMUTO

    "1. Il proprietario, il titolare di altro diritto reale di godimento o il possessore, il quale ha ragione di temere che da qualsiasi edificio, albero o altra cosa sovrasti pericolo di un danno grave e prossimo alla cosa che forma l' oggetto del suo diritto o del suo possesso, può denunziare il fatto all' autorità giudiziaria e ottenere, secondo le circostanze, che si provveda per ovviare al pericolo.
    2. L' autorità giudiziaria, qualora ne sia il caso, dispone idonea garanzia per i danni eventuali"
     
  8. Ollj

    Ollj Membro Assiduo

    Professionista
    Si consideri infine che la modifica della tabella millesimale, dovrà avvenire in modo che si abbia un aumento della quota di comproprietà del condomino che ha effettuato il sopralzo e la corrispondente diminuzione di quelle di tutti gli altri condomini = voi dovrete pagare meno per la gestione del Condominio.
     
  9. Dimaraz

    Dimaraz Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    La prima parte è palesemente errata: chi detiene più unità vota una sola volta (come testa) per la somma dei valori detenuti (millesimi)...come già sottolineato dagli altri.

    Se mancano identificativi catastali significa che sono abusivi e in quanto tale nemmeno conteggiabili nei millesimi.

    Vorrei capire chi e perchè abbia votato a favore della nuova tabella millesimale.
     
  10. Un giocatore

    Un giocatore Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Perché lo sottolinea? Mi spiego: c'è un'alternativa all'aumento dei millesimi dell'u.i. 'sopraelevata' ed alla conseguente diminuzione dei millesimi di ognuna delle altre u.i.?
     
  11. Ollj

    Ollj Membro Assiduo

    Professionista
    Ho sottolineato la connessione aumento/diminuzione in correlazione alla tabella iniziale: non sia mai che, con l'occasione di rifacimento tabella causa due nuovi immobili, si utilizzino parametri diversi con conseguente mutazione dei rapporti millesimali già definiti, spalmando così su tutti le modifiche intervenute...
     
  12. Ollj

    Ollj Membro Assiduo

    Professionista
    @edocappa
    Spero che, il costo per la variazione della Tabella Millesimale, sia stato posto a carico del sopraelevante.
     
  13. Un giocatore

    Un giocatore Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Ossia il titolare dell'elevazione potrebbe avere nella nuova tabella un totale di millesimi inferiore a quello della tabella vecchia? Così carogne sarebbero gli estensori della nuova tabella?
     
  14. Ollj

    Ollj Membro Assiduo

    Professionista
    Non inferiore, ma non direttamente proporzionale all'aumento determinato con la sopraelevazione ..
    Non è solo questione di "carognosità": ogni tecnico ha un suo modus operandi... e se si mutano i parametri a suo tempo utilizzati, il gioco è fatto.
     
    Ultima modifica: 5 Novembre 2015
  15. Un giocatore

    Un giocatore Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Possibile uno scarto così forte tra una valutazione e un'altra? Allora per ogni perizia chiesta dal giudice occorrono 3 CTU e poi si fa la media!
     
  16. Ollj

    Ollj Membro Assiduo

    Professionista
    Non ha mai provato a redigere tabelle millesimali, corretto?

    Questa è altra cosa: paragone che non calza. Nel caso della revisione tabelle, si svolgerà azione in diverso ambito storico/temporale.
     
  17. Un giocatore

    Un giocatore Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    E' vero, mai fatte. Tuttavia, per quanto mi consta mi stupirei di una differenza tra due tabelle di altrettanti tecnici maggiore di un 10%.
     
  18. Luigi Criscuolo

    Luigi Criscuolo Membro Storico

    Proprietario di Casa
    guardate che poi la responsabilità delle tabelle millesimali è dell'intero condominio: è il condominio che con le maggioranze previste omologa il lavoro fatto dal tecnico.
    Prendiamo in considerazione il coefficiente più banale: il coefficiente di piano, che è un coefficiente presente in tutte le tabelle mm. Il tecnico può impiegare i valori previsiti dalla Circolare 26 marzo 1966 n. 12480 Ministero dei lavori pubblici, Direzione generale edilizia statale e sovvenzionata, recante le “Norme per i collaudi dei fabbricati costruiti da cooperative edilizie fruenti di contributo statale e per la ripartizione delle spese fra i singoli soci" oppure può impiegare dei valori da lui studiati ad hoc per quel tipo di fabbricato. Quando presenta le tabelle mm voce per voce è l'assemblea dei condomini che può avvallare i coefficienti di piano usati dal professionista, oppure, sempre con le maggioranze previste dalle legge, stabilirne dei nuovi. E così per tutti gli altri coefficienti presi in esame: può verificarsi anche il caso che l'assemblea bocci la presa in considerazione di alcuni parametri, come ad esempio il coeffciente d'affaccio o il coefficiente di luminosità.
    Una cosa è certa : una volta stabilita la scala dei valori dei coefficienti questa va applicata a tutti i locali di cui sono composte le unità immobiliari appartenenti al medesimo condominio.
    Infine, le tabelle mm giudiziali, cioè quelle che vengono determinate ex-novo da un giudice, sono redatte da un solo tecnico consulente d'ufficio del giudice medesimo, non da una terna di periti.
     
  19. Un giocatore

    Un giocatore Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Ossia il tecnico è uno scolaretto e l'assemblea una commissione d'esame? Mi pare strano, onestamente mi sembra un mondo alla rovescia!
    E poi: 'avvalla' significa che affossa? Oppure volevi dire 'avalla'?
     
  20. Dimaraz

    Dimaraz Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    In realtà la differenza potrebbe essere persino superiore senza che vi sia nulla di "scandaloso".
    Non esiste un criterio univoco di calcolo definito per Legge
     
    A meri56 e Ollj piace questo messaggio.

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina