1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. leo dambrosio

    leo dambrosio Membro Junior

    Proprietario di Casa
    Ho affittato la casa ad un inquilino moroso resosi irreperibile, dopo una lunga serie di difficoltà, il giudice ha emesso sentenza di sfratto per morosità. Per rendere esecutiva la sentenza purtroppo ci vorranno ancora dei lunghi mesi, nel frattempo non mi è chiaro come comportarmi nei confronti dell'agenzia delle entrate, sperando di non dover pagare tasse su soldi per canoni mai percepiti. Sono sicuro che qualcuno del forum ha già avuto esperienza in merito. Grazie in anticipo del prezioso aiuto.
     
  2. gattaccia

    gattaccia Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    devi risolvere il contratto, avvisare il commercialista di spuntare la voce "casi particolari" sulla dichiarazione dei redditi di quel canone, e poi tenere la sentenza di convalida dello sfratto per eventuali controlli da parte dell'ADE
    il commercialista non dichiarerà anche i canoni non percepiti prima della risoluzione anticipata, indicati nella sentenza
     
  3. leo dambrosio

    leo dambrosio Membro Junior

    Proprietario di Casa
    Grazie per la chiarezza.
     
  4. aristideloris

    aristideloris Membro Attivo

    Proprietario di Casa
  5. moralista

    moralista Membro Attivo

    Professionista
    Quanto detto vale solo per i canoni residenziali
     
  6. leo dambrosio

    leo dambrosio Membro Junior

    Proprietario di Casa
    Chiedo scusa cosa intendi per risolvere il contratto. Devo comunicare all'agenzia delle entrate la sentenza. O devo fare qualcosa? oppure è sufficiente che il commercialista indica casi particolari nella dichiarazione dei redditi? grazie
     
  7. gattaccia

    gattaccia Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    devi comunicare la risoluzione anticipata all'AdE utilizzando il modello RLI, è un "adempimento successivo" da comunicare entro 30 giorni
    se avevi optato per la cedolare secca, non c'è nulla da pagare, altrimenti devi pagare € 67
     
  8. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Non bisogna "spuntare" quella casella in colonna 7. Ma indicarvi il codice '4'.
     
    A gattaccia piace questo elemento.
  9. Un giocatore

    Un giocatore Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    L'imposta di registro non è dovuta se si consegna all'ADE la convalida di sfratto.
     
  10. Carezzastaff

    Carezzastaff Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Salve, i 30 giorni per la comunicazione AdE decorrono dalla data della sentenza di convalida, o dall'effettivo rilascio dell'immobile?

    Grazie
     
  11. Un giocatore

    Un giocatore Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Azzardo una risposta: la comunicazione all'ADE va fatta, come la comunicazione di una riduzione del canone di locazione, prima della presentazione della dichiarazione dei redditi nella quale il reddito non percepito non viene dichiarato.
     
  12. basty

    basty Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Non mi risulta. A me è stata chiesta.
    Bella domanda. Ti stupirà la risposta: vale sempre il criterio dei 30 gg, ma ti dicono di consegnare la RLI di risoluzione solo dopo l'effettivo rilascio. Quindi verserai anche un pò di sanzioni ed interessi dalla data di convalida a quella di risoluzione.
    Non mi chiedere la logica.
     
  13. Un giocatore

    Un giocatore Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    C'è da dire che non sempre i vari uffici usano le stesse regole. E questo è da biasimare. Ad esempio qualche ufficio ritiene che la comunicazione all'inquilino riguardante l'adesione alla c.s. non deve essere reinviata in sede di proroga del contratto di locazione, ma solo qualora il locatore cambi opzione.
     
  14. basty

    basty Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Vero. Sul secondo punto però commenterei che è più frequente il contrario. Sono spesso i locatori a ritenere erroneamente non sia necessario ripetere la comunicazione in caso di proroga. Mentre è la Ade che si è sognata questa curiosa pensata, magari spiegabile in punta di diritto, ma assurda al lato pratico.
     
  15. Un giocatore

    Un giocatore Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    I locatori? No, gli uffici. E i locatori, saputa da loro la regola (qualunque essa sia), non possono far altro che attenersi.
     
  16. basty

    basty Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Ti avevo capito, e concordo. Volevo solo dire che per i locatori questa regola è spesso risultata nuova. Ne sono venuti a conoscenza dopo qualche spiacevole contestazione degli uffici. Io ad esempio la ho imparata leggendo un forum. Dalle circolari iniziali non si evidenziava questa conseguenza, tuttora poco praticata e nota.
     
  17. Un giocatore

    Un giocatore Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Per me la regola dovrebbe essere cambiata così:
    La comunicazione di adesione alla c.s. vale fino a revoca.
     
    A gattaccia e basty piace questo messaggio.
  18. gattaccia

    gattaccia Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    io inserisco nella risoluzione la data della sentenza di convalida, dato che in tale data il giudice risolve il contratto di locazione
    ovviamente non sono sicura che sia giusto così, tuttavia una volta mi è stato fatto un accertamento (il commercialista non aveva comunicato lo sfratto nella dichiarazione dei redditi), e ho mandato la copia della sentenza: tutto a posto
    il fatto è che in caso di sfratto la data della risoluzione/convalida non è la data dell'ultimo canone percepito/dichiarato, visto che l'inquilino smette di pagare qualche mese prima, poi il locatore gli fa lo sfratto e poi appunto c'è l'udienza di convalida, e eventuale esecuzione se non se ne va
    tuttavia nell'atto di citazione sono indicati i canoni impagati, che infatti il locatore non dichiara
     
    A uva piace questo elemento.
  19. uva

    uva Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Concordo: come data di risoluzione indico quella in cui il giudice ha convalidato lo sfratto, indipendentemente dal fatto che l'immobile verrà rilasciato (molti) mesi dopo.

    Per quanto riguarda l'imposta di registro in caso di risoluzione del contratto a seguito sfratto per morosità: L'AdE di Torino pretende, oltre alla consegna della convalida, il versamento dell'imposta di 67 euro se il contratto è in regime di tassazione ordinaria.
    Non si paga nulla solo se ci si trova in regime di cedolare secca.
     
    A Carezzastaff piace questo elemento.
  20. Un giocatore

    Un giocatore Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    A Roma non chiedono nulla, tuttavia dopo un po' (qualche anno) arriva l'imposta di registrazione del decreto ingiuntivo che il locatore ha fatto emettere nei confronti del locatario. L'imposta è superiore a 400 euro.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina