1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. alessio.piantari

    alessio.piantari Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Buongiorno a tutti ,
    Mi chiamo Alessio ho 24 anni ed ho una casa di proprietà con i miei genitori.
    Sul mio lotto grava una servitù per un confinante/parente che con ha mai pagato i costi per il rifacimento della rampa di accesso (pavimentazione , sottoservizi e manutenzione ordinaria). Oltrc a cio' si continua a verificare un continuo andirivieni di auto (DI PERSONE NON RESIDENTI) sulla rampa a cui non hanno voluto partecipare alle spese.
    Vorrei capire i termini certi, se sono realmente tenuti a partecipare alla manutenzione e se necessario al rifacimento già avvenuto della rampa di accesso che costituisce la servitù e in che quote.
    Vorrei inoltre capire se il transito di persone e mezzi non residenti per questa rampa costituisce una qualche forma di reato o violazione in genere, visto che accedono per parte di casa mia.

    Ringrazio anticipatamente quanti potessero aiutarmi
    Ciao
    Alessio
     
  2. condobip

    condobip Membro Storico

    Proprietario di Casa
    In tema di servitù di passaggio, l’art. 1069 del Codice civile prevede che, nel caso di realizzazione di opere sul fondo servente (il terreno gravato dal diritto di passaggio), dalle quali tragga vantaggio anche il proprietario del fondo dominante (il fondo a favore del quale la servitù è costituita), entrambe le parti debbano concorrere alle spese in proporzione al “rispettivo vantaggio”.
    Nel concetto di realizzazione di opere è da tempo concordemente inclusa la manutenzione (si vedano le sentenza della Corte di Cassazione n. 72 del 1976, n. 2255 del 1978, n. 949 del 1982).
    Considerato che né la normativa né la citata giurisprudenza puntualizzano in che misura debba essere ripartita la spesa, i criteri per l’individuazione dei “rispettivi vantaggi” sono i più vari.
    Per completezza si segnala che alcuni Giudici di merito (tra tutti: Tribunale di Roma, sentenza n. 20638 del 2003) hanno preso in considerazione di volta in volta: intensità di utilizzo, lunghezza del percorso, metodo di utilizzo (pedonale o carrabile).
    La quantificazione della ripartizione delle spese richiederebbe, quindi, un’analisi più approfondita delle situazioni di fatto.
    Oltretutto bisognerebbe considerare anche l’incremento di valore che il fondo servente trae dalle opere.
    In linea teorica, nell’ipotesi di utilizzo equamente distribuito della strada, suggerirei la seguente ripartizione delle spese: 3/5 a carico del proprietario del fondo servente e di 2/5 a carico del proprietario del fondo dominante.
    http://www.avvocatomatteobertocchi.it/domande/domande/spese-manutenzione-servitu/

    Per quanto riguarda il passaggio di persone non residenti, a mio parere è necessario vedere gli accordi contrattuali della servitù di passaggio
     
  3. JERRY48

    JERRY48 Ospite

    A parte la disamina di @condobip per i costi di manutenzione della rampa di accesso e che sono regolati appunto dalla legge, io mi soffermerei sull'aspetto dell'andirivieni delle macchine estranee.
    A mio parere, se la mia casa usufruisce di una servitù su fondo servente, perchè devo far parcheggiare i miei amici che vengono a farmi visita in strada?
    Se la servitù di passaggio esiste, devono contribuire alle spese sia il proprietario del fondo servente come altresì il proprietario del fondo dominante, e quì non ci piove.
    Ma le macchine degli amici, ripeto, devono passare.
     
  4. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    più che devono, possono passare, per il resto idem c.s. ciao
     
  5. JERRY48

    JERRY48 Ospite

    Scusa adime, ho usato il verbo "devono", poichè le macchine non volano.
    E la servitù non è una "possibilità" di utilizzo, ma un "diritto".
     
  6. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    possono se vogliono, devono se sono obbligati, questa la differenza caro jerry48
     
  7. JERRY48

    JERRY48 Ospite

    Appunto "sono obbligati all'utilizzo" della servitù per poter raggiungere il fondo, in quanto non possono "invadere", "usufruire", "servirsi" del fondo di proprietà di terzi.
     
  8. arciera

    arciera Membro Senior

    Proprietario di Casa
    uhuuu!! quali sottigliezze!!
     
  9. JERRY48

    JERRY48 Ospite

    Sai, è...l'istinto...:^^:
     
  10. condobip

    condobip Membro Storico

    Proprietario di Casa
    :risata: :risata: :risata:
     
  11. arciera

    arciera Membro Senior

    Proprietario di Casa
    SPOSATEVI! dai! che fra poco ve lo permetteranno...:fico:
     
  12. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    magari' l'istinto, pat. o mat. ma per un coetaneo con la testa dura, la vedo dura ciao
     
  13. JERRY48

    JERRY48 Ospite

    arciera, cerca di smetterla di dire ****....ate!!! :rabbia: :rabbia:
    O ti mando alle tue coordinate...un missile da Perdasdefogu. Cappitto mi hai???:rabbia:
     
  14. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    istinto mat. o pat., ma la vedo dura con un coetaneo che ha la testa dura ciao[DOUBLEPOST=1367845977,1367845873][/DOUBLEPOST]mi sono scomparse la faccine, qualcuno mi può spiegare il mtivo????

    sono arrivate grazie, ma non so ha chi, :fiore: :applauso: ciao
     
  15. arciera

    arciera Membro Senior

    Proprietario di Casa
    per @JERRY48: :risata: secondo le teorie più moderne (ed anche quelle antiche a dirla tutta) gli opposti si attraggono...anche se non lo sanno. è una questione di fisica. guarda che fine hanno fatto la destra e la sinistra italiana dopo due secoli di battibecchi..:amore:
     
  16. alessio.piantari

    alessio.piantari Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    scusate un attimo...
    la mia ignoranza è tanta e non me ne vergogno visto che faccio un' altro lavoro... :) ma vorrei una risposta od un accenno in temini di leglislazione vigente non in termini di supposizioni come faccio io...
    Se il terreno del mio confinante ha una servitù prediale per l' accesso tramite il mio terreno, la servitù appartiene al fondo del confinante, ed il fondo appartiene al proprietario...
    Ergo.... se A=B e B=C allora A=C ...
    Se il fondo ha una servitu' , il proprietario puo' esercitare il suo diritto di servitù, NON TUTTO il PAESE ! o no?
    Se domani un gruppo di cingalesi passesse 6/10/15 volte al giorno per la rampa di casa mia che serve il fondo dicendo di essere amici o parenti del confinante allora se è come dite voi possono farlo tutti e la servitù perde di senso e significato!
    Posso passare al LIMITE gli effettivamente residdenti nel fondo non tutti quelli che dicono di sìessere amici del proprietario... o no?
    Dopodichè , se si è rifiutato di partecipare alla manutenzione/rifacimento puo' perderla o essere interdetta in qualche modo la servitu' oppure è un diritto che non dipende dalla parteciapzione alla manutenzione ???
    Vi ringrazio
    Alessio
     
  17. arciera

    arciera Membro Senior

    Proprietario di Casa
    chiudi il fondo e dai una chiave al vicino. Comunque, in ogni caso, il diritto di servitù lo ha solo il vicino, non gli altri. Tranne quei casi per in cui ad esempio, lo vengono ad aiutare nella semina etc. Nessuno ha il diritto di penetrare nel fondo di un altro a meno che, appunto, si recano da lui. A quel punto è il vicino che dovrebbe aprire la porta d'accesso.
    hai il diritto di chiedere la partecipazione alla manutenzione. Che puoi fare? lo citi? minacci la citazione? conviene in base alla spesa. Tutti noi, come dicono in tanti nel forum, abbiamo davanti esseri sì, ma senza la dicitura "umani".
     
    A JERRY48 piace questo elemento.
  18. alessio.piantari

    alessio.piantari Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
  19. Andrea perinti

    Andrea perinti Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Se la servitù di passaggio esiste, devono contribuire alle spese sia il proprietario del fondo servente come altresì il proprietario del fondo dominante, e quì non ci piove.

    invece ci piove perchè il 1069 del cc obbliga il servente a partecipare alle spese del dominante e non viceversa

    [DOUBLEPOST=1391110841,1391110739][/DOUBLEPOST]alla fine della fiera il proprietario del fondo dominante non può essere obbligato a pagare per lavori disposti dal fondo servente
     
    Ultima modifica di un moderatore: 31 Gennaio 2014
  20. arciera

    arciera Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Perchè? Abbiamo un passaggio nel terreno servente che conduce al terreno dominante. I lavori sul tratto di passaggio spettano al dominante e se giova al servente paga. Non capisco il problema posto da @Andrea perinti . I lavori sul fondo servente servono al dominante? si o no? certo che se ci fa una casetta non credo che il dominante debba contribuire...;)
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina