1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. Tania58

    Tania58 Nuovo Iscritto

    Salve sono proprietaria di un uffiicio in un palazzo di immobili accatastati A10.
    Nel 2010 non è stato approvato il bilancio consuntivo 2009 e preventivo 2010 per mancanza di maggioranza millesimale (50%+1) e disaccordo dei condomini presenti all'assemblea che hanno letteralmente invitato gli amministratori a presentare le proprie dimissioni. Dopo di che non è stata più convocata alcuna assemblea e abbiamo solo pagato acconti per le spese correnti, dopo ripetuti solleciti e contestazioni sul merito della liceità della richiesta dei cosiddetti amministratori per evitare contenziosi con i fornitori di servizi.
    Nel frattempo ci sono arrivati preventivi di spesa per opere di manutenzione straordinaria effettuate senza alcun preavviso ( i problemi erano noti e non rappresentano a nostro avviso la fattispecie della manutenzione straordinaria probabilmente si sono solo aggravati per incuria) senza accennare ai bilanci del 2010 e 2011.
    Abbiamo inviato una raccomandata ( io e gli altri condomini solidali ) affinchè venisse indetta urgentemente una assemblea in cui al primo punto dell'ordine del giorno fosse messa la sfiducia degli attuali amministratori.
    Se costoro non si fanno vivi come ci dobbiamo comportare?
    Se indicono la assemblea che maggioranza ci vuole per disdettarli ( poichè nel palazzo c'è anche una banca e un supermercato costoro raramente partecipano alle assemblee e non delegano nessuno a rappresentarli ma senza di loro non si riesce a raggiungere il 50p% +1)?
    Ringrazio per la pazienza chi vorrà rispondere .
     
  2. Antonio Azzaretto

    Antonio Azzaretto Membro dello Staff

    Putroppo per voi, la legge prevede solo la sostituzione di un amministratore "reggente" con un altro.

    Più precisamente l' amministratore è nominato dall' assemblea, con la maggioranza prevista dal quarto comma dell' art. 1136 del codice civile; cioè metà più uno degli intervenuti, in rappresentanza di almeno 500 millesimi di proprietà.

    Se nominate un altro amministratore, quello che oggi vi governa decade.
    Finchè non nominate un' altro amministratore, quello che oggi vi governa rimane in carica.
     
  3. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    dovete indire un'assemblea con all'ordine del giorno elezione di un amministratore del condominio, cercando di racimolare più deleghe possibili e presentarsi in assemblea con qualche preventivo, da li dovra uscire un amministratore che può essere un condomino, il quale si farà carico di recuperare tutti i documenti del condominio in possesso al vecchio amministratore:daccordo:
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina