• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

#1
Finalmente il giudice ha convalidato lo sfratto al 6 dicembre p.v.. Il problema è che l'inquilina, come già successo per la notifica della convocazione al giudice per la richiesta dello sfratto, si nasconde in casa, non ritira posta e men che meno si fa vedere in giro. Ora si preannuncia la stessa trafila con la sicurezza che le notifiche giudiziarie torneranno indietro e verrà coinvolto l'ufficiale giudiziario. In questi casi come si comporterà secondo voi l'U.G.?, nel senso potrebbe rimandare l'esecuzione dello sfratto semplicemente perché non trova l'inquilino in casa? E se avessi una chiave per l'accesso sarebbe un mio diritto procedere subito a ritornare in possesso del mio appartamento? Il rischio è di trovare l'inquilina dentro ma a quel punto credo che comunque l'ufficiale debba proseguire con lo sfratto forzoso. E' una situazione strana così come strani sono alcuni inquilini che entrano in casa con l'inganno pensando di poter tranquillamente godere di un bene non proprio.
 
#2
NON è UN CONSIGLIO UFFICIALE, ma entra con il pretesto che c'è una grave perdita d'acqua nell'appartamento sottostante e devi in qualità di proprietario porre fine alla perdita..... che poi verificherai non essere originata lì!
 
#4
Certo a pensar male è sempre possibile, ma risolvere un annoso sfratto di una persona che se ne avvantaggia, non corrispondendo il canone, è un'ipotesi di spessore. Poi una persona che viene colpita da sfratto ed è fuori casa, avrà la voglia e gli argomenti per fare un ricorso?
Poi ognuno saprà gestire e soppesare le sue cose con la dovuta ragionevolezza.
Ma anche il tuo rilievo ha del buon senso!
 
#6
Vorrei chiarire che la persona non è fuori casa ma si è letteralmente chiusa in casa. Non sa di essere sfrattata, non ha mai ritirato notifiche e quindi ogni giorno che passa è un giorno in più. Naturalmente non ho nessuna intenzione di irrompere in appartamento se non con la presenza dell'ufficiale giudiziario. In fondo se togli la targhetta del nome dal citofono, non rispondi alla porta etc., sarà pure mio diritto entrare con l'U.G.?
 
#8
Non sa di essere sfrattata, non ha mai ritirato notifiche e quindi ogni giorno che passa è un giorno in più. Naturalmente non ho nessuna intenzione di irrompere in appartamento se non con la presenza dell'ufficiale giudiziario.
In presenza dell'ufficiale giudiziario tu non devi neanche far sospettare che hai le chiavi di casa. Tanto meno entrare (questo anche in assenza dell'ufficiale). Non so a quale tentativo di accesso, sarà il fabbro (pagato da te) a "forzare" la porta e l'ufficiale giudiziario con annessa forza pubblica ad entrare, che l'inquilina sia in casa o no. Immagino il tuo avvocato te lo abbia detto. Capisco che possa essere "frustante" ma così è: ogni tua mossa volta a riprenderti casa, rischia di essere volta contro di te. In bocca al lupo.
 
#9
In presenza dell'ufficiale giudiziario tu non devi neanche far sospettare che hai le chiavi di casa. Tanto meno entrare (questo anche in assenza dell'ufficiale). Non so a quale tentativo di accesso, sarà il fabbro (pagato da te) a "forzare" la porta e l'ufficiale giudiziario con annessa forza pubblica ad entrare, che l'inquilina sia in casa o no. Immagino il tuo avvocato te lo abbia detto. Capisco che possa essere "frustante" ma così è: ogni tua mossa volta a riprenderti casa, rischia di essere volta contro di te. In bocca al lupo.
Grazie per la puntuale risposta. In realtà non ho le chiavi ma essendo una serratura di nuova generazione ho il codice per replicarla. Tra tante spese avrei voluto sinceramente scassinare la porta con ulteriori aggravi di spesa. Sarei pazzo in questa fase a fare di testa mia proprio ora che ho la sentenza di sfratto in mano. Da quel che leggo però tu ritieni che al primo tentativo non se ne farà nulla, nel senso che in assenza di risposte al citofono o alla porta l'U.G. rimanderà il tutto?
 
#10
Da quel che leggo però tu ritieni che al primo tentativo non se ne farà nulla, nel senso che in assenza di risposte al citofono o alla porta l'U.G. rimanderà il tutto?
Vedo che scrivi da Bari e non so come funziona la prassi nella tua città. A Roma (per la mia esperienza diretta e per quanto mi hanno detto i tecnici) prima del terzo accesso, l'ufficiale giudiziario non chiede l'intervento della forza pubblica quindi non entra in casa ma si "limita" a notificare all'inquilino. Da quanto ho capito - ma non sono un tecnico - la notifica non deve essere necessariamente messa nelle mani dell'inquilino, basta ci sia il suo nome sulla cassetta della posta e del citofono. Il nostro avvocato (dopo un primo tentativo buca proprio per mancanza di nome sul citofono) al secondo accesso è arrivato un'ora prima dell'ufficiale giudiziario e ha apposto etichette sul citofono e sulla cassetta delle lettere. Quindi la seconda notifica è andata a buon fine anche se l'inquilino era assente. Non so se abbia ritirato la posta ma aveva un legale (anche se non so con quali soldi lo abbia pagato) e forse il suo legale si è informato presso il tribunale.
Immagino abbia un legale anche tu: fai chiedere se l'ufficiale giudiziario ti autorizza a fare copia della chiave per evitare danni alla proprietà.
 

uva

Membro Senior
#11
Tra tante spese avrei voluto sinceramente scassinare la porta con ulteriori aggravi di spesa.
Concordo con @Excalibur e aggiungo che ci sarebbe un sistema per entrare nell'appartamento senza scassinare la porta.
Il giorno fissato dall'Ufficiale giudiziario per l'accesso vi presentate tu o il tuo avvocato con una copia della chiave. Dite che l'avete trovata sotto lo zerbino, lasciata lì presumibilmente dall'inquilina.
Così l'Ufficiale giudiziario entra insieme a voi aprendo con la chiave senza danneggiare la porta.

A me è capitato alcune volte, con inquilini sfrattati che se ne vanno prima dell'accesso dell'Ufficiale giudiziario. Senza avvisare nessuno e lasciando le chiavi appunto sotto lo zerbino, o nella cassetta delle lettere aperta, o da un vicino.

Certo che nel tuo caso se entrando con l'Ufficiale giudiziario trovate l'inquilina in casa, lei negherebbe di aver lasciato fuori la chiave. Ma sarebbe la sua parola contro la tua. E comunque non potrebbe accusarti di essere entrato abusivamente.
 

uva

Membro Senior
#12
al primo tentativo non se ne farà nulla,
A Torino funziona così: al primo accesso l'Ufficiale giudiziario non esegue mai lo sfratto, si limita a lasciare nella cassetta delle lettere dello sfrattato un avviso con la data del secondo accesso.
Se poi quel giorno riscontra delle criticità nel nucleo familiare da sfrattare (minori, persone malate o disabili, situazioni di indigenza) coinvolge i servizi sociali e concede ulteriori rinvii.
 

uva

Membro Senior
#18
D'accordo con l'inquilino, conservo copia delle chiavi del cancello di sicurezza e della porta di accesso dell'appartamento
Secondo me deve trattarsi di un accordo scritto: una apposita clausola del contratto di locazione oppure un accordo successivo firmato da entrambi (locatore e conduttore).
Se hai la prova che l'inquilino ti ha autorizzato a tenere copia delle chiavi, puoi esibirla all'Ufficiale giudiziario. Sarà lui, con le chiavi in tuo possesso, ad entrare nell'appartamento per eseguire lo sfratto.
 
#19
Questo non c'entra con lo sfratto, ma di solito alla firma del contratto chiudo un mazzo di chiavi in una busta che l'inquilino e io sigliamo (sul margine della chiusura, naturalmente) perchè a volte fa comodo anche agli inquilini sapere che esiste un mazzo di riserva. Anzi due volte mi è capitato di essere convocata in soccorso per farli entrare. L'ho sempre ritenuta una prassi corretta. Lo è davvero? Penso che equivalga alla prova invocata da @uva visto che c'è la firma dell'inquilino sulla busta.

Quanto allo sfratto: è già stato detto tutto. Purtroppo la trafila è quella. Importante, come è stato suggerito, è tenere sempre aggiornato il nome dell'inquilino sul campanello, perchè non ci sia la scusa che non è stato possibile individuarne l'alloggio.

Per il resto, nei due anni che ci vorranno, nessuno impedisce di sognare: io ero arrivata al lancio di una puzzola dentro all'appartamento. Ma non sapevo dove trovare una puzzola e l'appartamento era al sesto piano... :disappunto:
 
#20
C'è qualcosa che non quadra: l'inquilina barricata in casa "non sa d'essere sfrattata" perchè "non ha mai ricevuto notifiche". Senza le quali c'è quindi da chiedersi come abbia fatto il giudice a convalidare lo sfratto e renderlo esecutivo. Quanto al mazzo delle chiavi di riserva questo, salvo diversi patti specifici al momento del contratto, va dato comunque al conduttore e non se lo può tenere il proprietario per ovvi motivi di privacy. Bella poi l'idea del lancio della puzzola. Per il recapito a quella altezza si potrebbe utilizzare un bazooka ma temo che la bestiola arrivata a destinazione potrebbe finire i suoi giorni in casseruola.
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Ultimi Messaggi sui Profili

Salve,dal 20 settembre 2017 sono venuto ad abitare con una famiglia a cui ho prestato la mia opera di badante per un loro cugino gravemente ammalato, che è deceduto dopo un mese,la famiglia di sua spontanea volontà mi fece la proposta di rimanere a vivere con loro fin quando non avrei trovato un'altra lavoro ma non mi avrebbero pagato per dare una mano in casa,mi dovevo accontentare di vitto e alloggio
moralista ha scritto sul profilo di luciano155.
ma non c'è neanche il profilo di luciano155
tanti auguri a tutti buone feste e tante belle cose lella
anche x marinarita grazie della comprensione ...comunque c'e' legge nuova x tutelare proprietari case ….noi alla fine da 1 giugno 2013 a 7 luglio 2017 mai pagato affitto 4 anni piu' spese tribunale avvocati tasse ...ecc. se pagava onestamente l'affitto tutti i mesi non sarebbe in questa situazione le lasciano meta' stipendio….tanti anni ...non so se ne valeva la pena non pagare l'affitto ….giustizia e' fatta
x uva ---finalmente finita con sentenza tribunale milano dato che la nostra inquilina aveva fatto 2 finanziarie …???? il 29 novmbre tribunale milano ci ha messo primi creditori sul quinto dello stipendio ...tutto specificato debiti avvocato 4 anni affitto mai pagato ….la tipa si e' presentata urlando ...la giudice ci ha inserito primi creditori prenderemo tutto da subito con quinto dello stipendo .finita bene kiss
Alto