1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. sasisilu

    sasisilu Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Salve. Nel titolo il mio dubbio....Avevo appuntamento con l'ade per registrare un contratto transitorio per motivi di studio, ma questa sera le studentesse mi hanno bloccato perchè esigono che io registri tre contratti per ognuna di loro. Il contratto contestato era intestato a tutte e tre per una somma mensile indivisa e , temendo nel tempo la defezione di una di loro, le ragazze non vogliono essere responsabili dell'intero importo.
    Ma affittare le singole stanze di un unico appartamento non presuppone una licenza di affittacamere?
    Attendendo vostri lumi, ringrazio in anticipo.
     
  2. uva

    uva Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    No, non occorre licenza perché non si tratta di affittacamere se il proprietario si limita ad affittare singole stanze senza prestare altri servizi (cambio della biancheria, pasti).

    Se registri tre contratti distinti per ogni stanza data in locazione, ogni studentessa sarà responsabile solo per il pagamento del canone + spese relativo alla stanza che occupa.

    Se invece registri un unico contratto intestato alle tre inquiline per la locazione di tutto l'appartamento, ognuna di loro è tenuta al pagamento dell'intero canone + spese indipendentemente dall'eventuale morosità delle altre due (solidarietà di tutti i conduttori per l'adempimento delle obbligazioni contrattuali). Quindi se una di loro andasse via le altre due dovrebbero continuare a pagare l'intera somma.
     
    A sasisilu piace questo elemento.
  3. sasisilu

    sasisilu Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Grazie Uva. Quindi scrivo 3 contratti e li registro all'ade allegando la pianta dell'appartamento con l'indicazione delle stanze locate. Un ultimo dubbio: se una delle studentesse se ne andasse durante l'anno e se, per sostituirla, trovassi un uomo lavoratore , le ragazze che rimangono potrebbero opporsi ed in questo caso al lavoratore dovrei fare un 4+ 4 per l'unica stanza?
    Grazie
     
  4. uva

    uva Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Non vedo per quale motivo le due ragazze rimaste potrebbero opporsi: quando si libera una stanza tu hai facoltà di locarla ad un'altra persona. Si auspica che tutti gli inquilini vadano d'accordo tra di loro, ma la scelta spetta al proprietario!
    Se il nuovo inquilino è un lavoratore con esigenze locative transitorie (tipo un trasferimento temporaneo in quella città deciso dal suo datore di lavoro) puoi stipulare un contratto transitorio per un periodo da 1 a 18 mesi. La transitorietà deve essere chiaramente individuata e documentata. Altrimenti puoi stipulare un contratto 4 + 4; oppure un contratto agevolato a canone concordato (tipo 3 + 2) se in quel Comune esistono accordi territoriali che lo prevedono.
     
    A sasisilu piace questo elemento.
  5. sasisilu

    sasisilu Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Grazieeeee!
     
  6. Gagarin

    Gagarin Membro Attivo

    Professionista
    ...non è detto: dipende sempre da cosa si scrive nel contratto, che sarà un libero 4+4. Io, per esempio, in un contratto di questo tipo, ho inserito la solidarietà tra gli occupanti delle diverse stanze, limitatamente alle spese condominiali e di riscaldamento (se uno o più inquilini se ne vanno e le stanze restano vuote per parecchio tempo, cosa molto verosimile di questi tempi, ci si va a rimettere, soprattutto se le spese condominiali sono elevate e il riscaldamento centralizzato; inoltre, in questo modo, gli inquilini restanti sono incentivati a darsi da fare per trovare un "sostituto" e pagare di meno): tutto è stato regolarmente registrato e non ho mai avuto problemi o contestazioni.
     
    A sasisilu piace questo elemento.
  7. sasisilu

    sasisilu Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Aiuto....non avevo pensato al riscaldamento (centralizzato) e alle spese condominiali!!!! In effetti, se una se ne va, mi toccherebbe pagare quota parte di ambedue.....come ovviare???
     
  8. Gagarin

    Gagarin Membro Attivo

    Professionista
    ...è appunto quello che ti ho scritto....
     
  9. sasisilu

    sasisilu Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Aiuto! Pare invece che proprio non si possa! Almeno è quanto mi hanno detto al sindacato dei piccoli proprietari dove ieri mi sono recata per sapere quanto veniva l'affitto delle singole stanze a canone concordato.....L'appartamento ha tre stanze più accessori e posso fare solo due contratti, perchè con il terzo dovrei avere la licenza di affittacamere....La conclusione è stata: "Tutto si può fare, ma nel caso sorgessero contestazioni con gli inquilini, lei sarebbe dalla parte del torto perchè legalmente non ha licenza di affittacamere". :domanda::domanda:
     
  10. uva

    uva Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Quando hai chiesto informazioni al sindacato hai specificato che tu intendi locare delle stanze arredate senza fornire altri servizi (pasti, pulizia, cambio biancheria)?
    La differenza, a mio parere, consiste proprio nel tipo di servizio che si fornisce all'inquilino.
     
  11. sasisilu

    sasisilu Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Non ho specificato, ma era evidente....Comunque ho deciso di farli comunque....Anche fosse contro legge, cosa mi potrebbe succedere? Ci pago le tasse...che mi vengano a dire qualcosa!!! Sono stufa di tanti cavilli!
    Grazie, Uva
     
    A Anna Ti. e uva piace questo messaggio.
  12. uva

    uva Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Secondo me fai bene.
    Conosco diverse persone che affittano appartamenti arredati a studenti o a lavoratori stipulando contratti di locazione. In genere si tratta di appartamenti grandi (tre camere + servizi) che tempo fa si affittavano a famiglie di 4 - 5 persone. Ora è difficile per i proprietari trovare nuclei familiari numerosi che cercano case spaziose e riescano a pagare l'affitto e i costi inerenti; quindi ben vengano le locazioni in condivisione tra "estranei".
    Auguri!
     
    A sasisilu piace questo elemento.
  13. sasisilu

    sasisilu Membro Attivo

    Proprietario di Casa
  14. mluca

    mluca Membro Junior

    Proprietario di Casa
    Vorrei anch'io stipulare dei contratti ad uso studenti per stanza, nel mio caso l'immobile avrebbe solo due stanze per cui non rientrerebbe nel caso contestato dal tuo sindacato. Ma l'associazione di piccoli proprietari da me contattata non ha saputo darmi informazioni soddisfacenti sulle modalità di stipula di tali contratti. Preso appuntamento col loro avvocato più che consigli legali mi ha dato consigli di vita (!), rimandandomi per il resto al commercialista. Alla segreteria mi hanno detto che in ogni caso perderei le agevolazioni fiscali previsti per i contratti concordati. Tutto ciò mi sembra assai strano, ma anche se decidessi di non rivolgermi all'associazione per la consulenza nella stipula del contratto, non saprei come calcolare il canone concordato, in quanto a Genova nell'accordo territoriale è previsto solo l'affitto dell'intero immobile. Dovrei solo stare attento che la somma dei vari contratti non superi il limite di canone previsto per l'intero immobile? Devo calcolarlo sui mq della camera e poi sul 50% del resto dell'immobile esclusa la seconda camera? Puoi dirmi tu come hai fatto? Grazie
     
  15. sasisilu

    sasisilu Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Ciao mluca. L'accordo territoriale di Roma permette l'affitto delle singole stanze, quindi l'associazione, tenendo presenti alcuni parametri che incidono sull'aumento dei mq, mi ha fatto il calcolo per stanza a cui ha aggiunto una quota per gli spazi comuni. Quindi mi ha calcolato l'affitto in base alla fascia topografica in cui si trova il mio appartamento. E ho fatto 3 contratti a canone agevolato per studenti. Forse a Genova, essendo diverso l'accordo, per te è impossibile.....
     
  16. mluca

    mluca Membro Junior

    Proprietario di Casa
  17. sasisilu

    sasisilu Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    UPPI Unione Piccoli Proprietari Immobiliari
    Anche l'accordo di Roma non menziona contratti parziali, ma non per questo sono vietati. So che in alcune città sono vietati, però.....In bocca al lupo
     
  18. mluca

    mluca Membro Junior

    Proprietario di Casa
    Grazie! La UPPI a Genova rilascia informazioni solo agli associati. Un'altra associazione mi ha detto che per questi contratti "particolari" non prestano assistenza diretta ma rimandano ad un loro avvocato (chiaramente dietro compenso). Mi chiedo cosa ci sia di particolare in un contratto previsto dalla normativa vigente e di cui solo l'eccesso di burocratizzazione non permette una fruizione agevole. Contratti tra l'altro di cui godrebbero vantaggi anche gli inquilini. Probabilmente lascerò perdere per non incorrere in possibili contestazioni dell'ADE.
     
  19. sasisilu

    sasisilu Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Infatti io mi sono dovuta iscrivere per avere informazioni.....ma perchè non vai a parlare con URP a Palazzo Ducale e chiedi se l'accordo territoriale del comune di Genova prevede l'affitto a stanza? Così ti togli ogni dubbio!
     
  20. mluca

    mluca Membro Junior

    Proprietario di Casa
    Ho provato a contattare l'URP, non ne sanno niente, mi hanno rimandato all'ufficio comunale dell'agenzia della casa, ne sanno ancora meno, mi hanno rimandato all'ufficio che si è occupato dell'accordo territoriale, meno che meno, dicono che hanno solo registrato l'accordo. Ho dunque chiamato un sindacato di inquilini che mi ha assicurato che la legge 431/98 vieta i contratti parziali a canone concordato, sono possibili solo con i 4+4 (ma il comune di Torino li prevede nell'accordo territoriale). L'ultima cosa che mi rimane da fare è provare a chiedere direttamente all'ADE, sempre che mi rispondano o che ne sappiano qualcosa. Ne dubito.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina