1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. Franz

    Franz Membro Attivo

    Impresa
    nel 2011 subisco il pignoramento del mio negozio da parte di mia ex moglie, per pura cattiveria, per un precetto di miseri 647 euro(spese extra del figlio)verso cui ho fatto opposizione, in quanto in parte non fondato

    a inizio 2012 affitto il mio negozio, ben sapendo che verso fine anno riuscirò a far togliere il pignoramento, perchè avrò finito di pagare tutta la conversione del pignoramento a rate disposta dal giudice dell'esecuzione(e successivamente parto con una causa per danni verso la mia ex, perchè ho dovuto sborsare 3000 euro di perizia+3400 euro di spese legali)

    ora stò dando sfratto ai conduttori, perchè sono in forte ritardo coi pagamenti dei canoni, e l'udienza di sfratto è tra un mese...so già che in un modo o nell'altro pagheranno, perchè l'attività non l'hanno ancora aperta, ma vi hanno investito 70.000 di mobili e attrezzature(sushi bar)

    mi domando = ma i conduttori possono opporsi al pagamento degli affitti perchè gli ho affittato un negozio che risulta pignorato? a fine anno il pignoramento verrà tolto dal giudice, dopo l'ultima rata della conversione del pignoramento, mentre il contratto è registrato e i conduttori ne hanno avuto sempre la piena disponibilità, dalla firma del contratto
     
  2. JERRY48

    JERRY48 Ospite

    Il pignoramento, per definizione, ti impedisce di vendere o affittare l'immobile...con questo atto non puoi fare niente "l'immobile è stato espropriato dalle tue volontà".

    Puoi affittare il locale solo se vi è il consenso scritto di chi ha azionato il pignoramento.
    Considerando il fatto che la locazione è successiva al pignoramento e i conduttori non erano stati informati potresti trovarti, a mio parere, in un pasticcio bello e buono. (potrei essere smentito).
    saluti
    jerry48
     
  3. Franz

    Franz Membro Attivo

    Impresa
    ciao jerry48

    in realtà ho trovato che per affittare ci vuole il consenso non del creditore, ma del giudice dell'esecuzione

    '''''L’art. 560 c.p.c. fa divieto al debitore ed al custode nominato di dare in locazione l’immobile pignorato se non vi è un’autorizzazione del Giudice dell’esecuzione.'''''

    Locazione e pignoramento
     
  4. JERRY48

    JERRY48 Ospite

    Come vedi, ci vuole sempre il consenso, franz.
    saluti
    jerry48
     
  5. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Il fatto che l'immobile sia stato locato dopo il pignoramento, senza l'autorizzazione ex art. 560, secondo comma c.p.c., implica certamente l'inefficacia di quel contratto nei confronti della procedura esecutiva. Il locatario in buona fede che ha stipulato quel contratto può agire per danni verso il locatore. Ma finora sembra proprio che il locatario non abbia nessun danno per il quale potrebbe lamentarsi.
     
  6. Franz

    Franz Membro Attivo

    Impresa
    il conduttore proprio nessun danno ha avuto dal formale pignoramento del mio negozio(di cui non ho riferito per non allarmare inutilmente)..però stà aprendo adesso il sushi bar, a ben 9 mesi di distanza dalla firma del contratto

    perchè si sono trovati senza parte dei soldi per pagare gli arredamenti..così hanno buttato via più di 7 mesi di affitto(13.000 euro)..io ancora non ho percepito nulla, ma a dicembre c'è l'udienza dello sfratto, e qualcosa dovranno fare, per evitarlo

    allo stesso tempo, a dicembre ho l'ultima rata della conversione del pignoramento, cui seguirà l' annullamento del pignoramento
     
  7. hanton21

    hanton21 Nuovo Iscritto

    se hai un pignoramento ...devi avere un debito impagato : rivolgiti al giudice ed offri la sanatoria del debito tramite pagamento rateale con cessione dell'affitto = ti tieni il negozio,scarichi il debito e....tutti sono contenti...ma la tiritera la dovra' fare unlegale !
    se l'inquilino NON paga ...ci sara' una ragione : forse SA' del pignoramento....allartga il commercio cosicche' quando e se il giudice adira' alla vendita per incanto (pignoramento = vendita ...prima o poi se TU non paghi il debito che ha condotto al pignoramento !)....fara' la SUA offerta = il negozio diventa SUO .....se non paga potresti essere invece tu ad informarti se ha proprieta' ed,oltre lo sfratto (che non ti conviene adesso) chiedi un ipoteca del bene dell'inquilino...attivita' compresa
    altro potrebbe essere la cessione del debito contratto dall'inquilino....ma e' necessario sempre un legale:daccordo:
     
  8. Franz

    Franz Membro Attivo

    Impresa
    hanton21, se leggi bene la mia domanda all'inizio vedi che il precetto è di 647 euro!!quindi, anche se l'inquilino SA', avrà anche capito che non può succedere che un negozio va all'asta per una simile cifra, perchè il proprietario la paga, o se anche fosse in difficoltà, trova modo di pagarla

    e vedi anche che con la conversine del pignoramento a dicembre ho finito le 6 rate, e il giudice toglierà il pignoramento

    l'inquilino non ha ancora pagato nulla perchè è rimasto a corto di soldi per pagare gli arredamenti, e sta aprendo l'attività in questi giorni = infatti, gli arredamenti sono arrivati a ottobre, ben 8 mesi dopo la firma del contratto
     
  9. arianna26

    arianna26 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Non so se sia possibile ma non ti conviene pagare, estinguere il pignoramento e ragionare su altre basi? se a dicembre finiresti comunque la cifra non dovrebbe essere abnorme.
     
  10. hanton21

    hanton21 Nuovo Iscritto

    647 eu ? chiedo venia......
     
  11. Franz

    Franz Membro Attivo

    Impresa
    647 euro = precetto per cattiveria della ex(neanche mi ha fatto vedere le fatture, ma è andata dall'avvocato a dire che io mi rifiutavo di pagare!!)...
    ma tra poco parto con una causa per danni nei suoi confronti, perchè ho dovuto pagare 3000 euro di perito+3400 euro di spese legali del suo avvocato(a rate, con la conversione del pignoramento)

    p.s. il precetto è stato opposto dal giudice di pace, perchè contiene alcune spese che non sono tenuto a pagare..la sentenza è per settimana prossima
     
  12. hanton21

    hanton21 Nuovo Iscritto

    franz : era cio' che sospettavo ...purtroppo = e' semnpre la solita storia ....a me pignorarono un appartamento da 450000 eu per un presunto debito di 1 milione di lire (500 eu)
    ho dimostrato che era tutto errato ed il giudice mi ha data ragione :_ chi ,pero',mi aveva inoltrato l'atto (mentre tra l'altro ero da 5 anni a lavorare negli USA) si e' fatto di cera e dal 2000 ancora oggi lo sto ricercando = fra avvocato ,revoca e cancellazione ipotecaria,pignoramento etc ho dovuto sborsare 7800 E U R O !
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina