1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. pinomaga

    pinomaga Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Salve, chiedo aiuto a chi ne sa più di me per avere una risposta chiara in merito ad un nuovo proprietario di casa che anzichè cucinare nella propria cucina preferisce farlo sul suo balcone. Il problemi sono due:
    1) Essendo dei paesi dell'est usano moltissima cipolla e aglio che, cucinati a tutte le ore della giornata, impestano con un fetore insopportabile tutti i piani sovrastanti; morale: non ci si può più affacciare ai balconi per la puzza insopportabile.
    2) Per cucinare usano quei fornelli in smalto bianco a 3 fuochi (tipo quelli da campeggio) con una bombola di gas che ovviamente risiede anchessa sul balcone.

    Alle mie rimostranze sull'uso improprio del cucinare all'esterno della propria abitazione, la risposta è stata che in casa sua può fare quello che vuole.

    Stufo di questo andazzo chiedo:
    1) E' legale poter cucinare sul balcone facendo nauseare tutti i condomini sovrastanti?
    2) E' legale avere una bombola di gas all'esterno di un balcone col pericolo che accidentalmente possa esplodere per cause attribuibili al sole che batte per dodici ore su quel balcone o per incauta manutenzione del tubo del gas o per altre cause?

    Grazie a chi mi darà informazioni in merito, soprattutto citando eventuali articoli del codice civile.
     
  2. arcierone

    arcierone Nuovo Iscritto

    bisogna rivolgersi alla asl di competenza. L'immissione di odori insopportabili vanno anch'essi "misurati" ed anche per vedere la leicità della "cucina"
     
  3. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    spero che almeno quando piove cucini in cucina????:daccordo::idea:
     
  4. arianna26

    arianna26 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    hai provato a segnalare la cosa ai vigili del fuoco?
     
  5. pinomaga

    pinomaga Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    No, ai vigili del fuoco non ci ho pensato ma lo farò. Credevo che ci fossero leggi esplicite che vietassero di cucinare sui balconi. E i vigili urbani possono fare qualcosa??
     
  6. roberta25

    roberta25 Nuovo Iscritto

    L’emissione degli odori molesti è contraria all’art. 84 del codice civile e può configurare il reato di molestia previsto dall’art. 660 del Codice penale. Fossi in te contatterei l’amministratore di condominio – che di queste cose dovrebbe essere esperto - e sentirei il parere di un avvocato.
    Non disturberei i VVFF che hanno cose ben più importanti a cui pensare.
     
    A alice67 piace questo elemento.
  7. arianna26

    arianna26 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    le bombole non sono ormai molto frequenti ma.. continuano a poter esplodere. io ho conosciuto una ragazza con la famiglia decimata da un evento simile. se non usate correttamente tali bombole si trasformano facilmente in bombe. meglio verificare se è il caso di interessare i VVFF prima che costringerli ad intervenire poi. questo ovviamente secondo me.
     
  8. roberta25

    roberta25 Nuovo Iscritto

    Forse in effetti non va bene tenerle al sole...................... Anche se sono molto resistenti e sicure quelle in vendita. Ma non si sa come le usano.
     
  9. Marco Costa

    Marco Costa Membro dello Staff

    salve,
    il mio parere e' che gli Amministratori di Condominio dovrebbero servire ad appianare queste divergenze, ed invitare a terminare utilizzi impropri degli alloggi e relativi affacci facenti parte di un condominio.
    Proprio loro dovrebbero essere al corrente delle norme del civile convivere da far rispettare anche a chi ha abitudini e tradizioni proprie dei luoghi di origine, dato che qui pur favorendo l'integrazione ne abbiano di diverse ed essendo nel nostro paese vorremmo che fossero rispettate quando ledono la liberta' altrui di affacciarsi ai balconi senza subire odori molesti.
    Questo vale anche per i nostri piatti tipici (cito quello maleodorante della cucina tipica di dove vivo io ...ovvero la "bagnacauda" .... solo che essendo consumata generalmente in pieno inverno viene cucinata al chiuso)

    cordiali saluti Marco ;)
     
  10. alice67

    alice67 Membro Junior

    Inquilino/Conduttore
    se stai sopra e loro cucinano, innaffia i fiori e se ti chiedono di smettere gli dici che tu sei a casa tua e fai quello che vuoi, no scherzo ma sarebbe un modo come un'altro per fargli capire la situazione, capisco anche gli odori che possono produrre cerca di trovare soluzione con amministratore e condomini,in alcuni casi si può costringere il condomino che disturba a vendere e quindi ad andarsene, è nello statuto dei condomini, non sempre, leggi il tuo e vedi se c'è
     
    A marco1234 piace questo elemento.
  11. pinomaga

    pinomaga Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    A tutti coloro che mi hanno risposto voglio dire che sono io l'amministratore del condominio ma non sono così esperto in codice civile da poter conoscere le leggi ad hoc. Lo faccio da 23 anni e so come districarmi nelle varie vicissitudini quotidiane. Questo è un caso unico e raro in cui non mi ci ritrovo. Questo condomino fastidioso ha acquistato l'appartamento da pochissimi mesi, è rozzo nel vero senso della parola, scorbutico e maleducato, quindi il suggerimento di alice67 di costringerlo ad andare via è poco attuabile.
     
  12. roberta25

    roberta25 Nuovo Iscritto

    ...AH!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! :shock:
    Cmq l'amministratrice del mio condominio ha una barca di avvocati intorno...
     
  13. Marco Costa

    Marco Costa Membro dello Staff

    Salve .... ecco perche' ho smesso di fare l'amministratore per il condominio dove abito, cosi' non devo piu' fare da pacere , ma posso con molta piu' liberta' far sentire le mie rimostranze e valere i miei diritti , senza paura di attuare "abuso di potere" o incorrere in "conflitti di interesse"
    saluti Marco ;)
     
  14. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    potevi continuare a fare l'amministratore e far valere i tuoi diritti senza incorrere in un abuso di potere se ti senti nella ragione non cè nulla da temere a farsi sentire come condomino o come amministratore:daccordo::idea:
     
    A Marco Costa e roberta25 piace questo messaggio.
  15. alice67

    alice67 Membro Junior

    Inquilino/Conduttore
    è attuabile nello statuto del regolamento del condominio si può multare l'inquilino fastidioso o addirittura si può decidere all'unanimità di far in modo che questo o si adegua alle regole condominiali o è proprio costretto per vie legali ad andare via, è un'estremizzazione ma si può, non commento ulteriormente ma sono anch'io amm. di condominio.
     
  16. maidealista

    maidealista Fondatore Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
    C’è una multa in Italia che non si usa più. Non la paga nessuno. Meglio, non la fa pagare nessuno. E’ la multa che l’amministratore può imporre a chi non rispetta il regolamento del condominio. Perché è sparita? Semplice. Per la legge, ferma al 1942, la somma da pagare è di 100 lire, cioè 5 centesimi di euro. Ma, sempre per la legge, la lettera di contestazione va spedita con una raccomandata. Che costa 2,99 euro. Si spende più di quello che si incassa.
    Le cose, però, potrebbero cambiare…..
    Multa dell’amministratore a chi non rispetta il regolamento di condominio
     
  17. arcierone

    arcierone Nuovo Iscritto

    mbeh! questa mi sembra un pò forte! obbligarlo ad andare via. credo che neanche il duce ci poteva riuscire a far vendere una casa ad uno, al massimo lo confinava in qualche isola. E' una battuta di pessimo gusto, ma non si possono dire queste cose. Sì negli USA ci sono regolamenti di condominio in palazzi extra lussuosi dove se entri è perchè vieni accettato, ma stiamo nella stratosfera. Qui non c'è altra soluzione che rivolersi alla asl e verificare con loro la quantità di immissione di odori sgradevoli. Ti dico che a Piazza di Spagna a Roma a Valentino (palazzo Mignanelli) non è riuscito a far sanzionare mcDonalds che riversa nelle sue nobili stanze dove riceve(va) le grandi della terra, per gli odori delle sue cucine. Comunque l' unica cosa da fare è questa. Per quanto riguarda le bombole, c'è mezza italia ancora che le usa, c'è poco da fare...sono legali.
     
  18. alice67

    alice67 Membro Junior

    Inquilino/Conduttore
    forse non l'hai capito che sta nello statuto, siccome in italia siamo alla carlona le regole a volte non vengono rispettate, anche perchè non si conoscono questa regola stà nello statuto vivi in un condominio? e devi stare alle regole, non è questione di duce è che per 1 soffrono tutti gli altri e per legge volente o nolente o si adegua o se ne và, ripeto regola dello statuto di condominio non me lo sono inventato io, nemmeno io vorrei che fosse mandato via ma se questa regola c'è può essere sfruttata anche per far capire che a casa sua può fare quello che vuole ma che non deve ledere la libertà degli altri, oltrttutto da come descritto sembra il bullo della situazione e bisogna farlo calmare non vive in un condominio da solo riporto per chi non riuscisse ad afferrare ciò che scrivo vai per vie legali, è una sorta di bullismo e ti dirò di più non sono razzista, sono sarda più di noi chi è stato offeso, gli isolani lo sanno, terroni, ma che uno non italiano venga a fare da padrone qua non mi sembra il caso poi prendetela come volete, alcune idee di bossi io le approvo, la chiusura delle frontiere, anche perchè se andiamo noi fuori ci trattano da m...e, fatelo dire da una che è vissuta fuori italia, qui all'extracomunitario è permesso tutto e loro hanno mangiato la foglia. cmq ritornando a bomba la regola c'è e si può usare condominio vs condomino cuoco.....
    ragazzi non prendetevela saluti anzi a si biri.......
     
  19. arcierone

    arcierone Nuovo Iscritto

    mbeh...che ci sia uno statuto che obbliga un padrone di casa a vendere la sua proprietà e andarsene da un'altra parte a me pare che stiamo dando i numeri. Si può chiedere l'inervento dell'asl, al limite denunciarlo per qualche manchevolezza, meglio se una bella querela se atteggiamenti bullisti possono arrecare qualche danno morale o peggio da stalking, insomma le possibilità sono tante per guerreggiare contro un vicino di casa (e mi pare che noi italiani in questo siamo maestri) ma da qui a poter considerare il fatto che possa esistere una possibilità (decretata da chi, poi?) di sbattere fuori casa dalla sua casa un legale proprietario di casa, non è proprio cosa!
     
  20. alice67

    alice67 Membro Junior

    Inquilino/Conduttore
    io son sarda ma scrivo e parlo italiano repetita juvant nel regolamento di condominio ci sono delle regole che vanno rispettate quando si arriva all'eccesso si può ricorrere al regolamento di condominio dove c'è questa piccola regoletta, ti dico che il regolamento di condominio è valido ai fini di legge firmato e controfirmato dai condomini e ogni condominio ha il suo, in un regolamento standard la regoletta c'è ripeto non ho inventato io la regola,è stata sicuramente inserita per poter vivere tutti insieme senza che nessuno leda la libertà dell'altro.
    se tu vai da un legale poi questo vedrà il da farsi se tutti i condomini firmano petizione,viene costretto a vendere da un giudice se tutti i condomini lo citano, ripeto è una situazione estrema ma è possibile attuarla, non ti parlo di litigi tra 2 condomini ma quando tutto il palazzo è daccordo, cosa molto improbabile in italia, purtroppo esiste la regoletta,dovunque vai ci sono regole a volte chiudi un occhio, ma non per questo non esistono, certo che se fossi io il condomino che vengo citato scoccia anche a me ma in quel caso divento consapevole che sto facendo quello che non devo fare, 2 sono le situazioni o mi calmo e vivo senza rompere le scatole a nessuno e finisce la, se io imperterrito continuo come in questo caso nonostante tutto continua anche la citazione e si va in tribunale, certo è pesante la situazione ma quando sono situazioni pesanti ci si deve difendere ripeto sono casi estremi non succede sempre che uno litighi cono tutti questa è una possibilità, certo che se sporchi una volta le scale condominiali si puntualizza e stop finisce li ma se la questione è spinosa ci sono i mezzi, vai per vie legali.....
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina