1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. nennanè

    nennanè Membro Ordinario

    Proprietario di Casa
    ieri una donna ha fatto ai carabinieri una denuncia di maltrattamenti da parte del marito . senza giudicare la cosa più giusta o non giusta da fare io chiedo se riandando ai carabinieri può ritirare questa denuncia , perchè il carabiniere ha detto che non è più possibile . è vero oppure qualcuno mi sa dire come può fare ? grazie
     
  2. condobip

    condobip Membro Storico

    Proprietario di Casa
  3. nennanè

    nennanè Membro Ordinario

    Proprietario di Casa
    a me sembra assurdo , lei non può pentirsi di quello che ha fatto ?
     
  4. condobip

    condobip Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Perchè pentirsi di una denuncia se questo fatto è perseguibile d'ufficio?
    L'autorità di polizia proseguirà le indagini perche il fatto è (come detto) perseguibile d'ufficio, ovvero anche senza nessuna denuncia.
     
  5. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Se il reato è perseguibile d'ufficio...
    Se il reato ipotizzato è di "maltrattamenti in famiglia" (che in ogni caso presuppone una pluralità di episodi vessatori che possono costituire o meno, singolarmente considerati, fatti delittuosi), il procedimento penale continua anche se la parte lesa non ne abbia più interesse o voglia ritirare la denuncia.
     
  6. condobip

    condobip Membro Storico

    Proprietario di Casa
    :ok:
    Ossia il fatto è reato? Se lo è l'autorità di polizia prosegue per ufficio ... e chi l'ha denunciato non può fare retromarcia, o secondo te lo può fare?
     
    Ultima modifica: 10 Dicembre 2013
  7. nennanè

    nennanè Membro Ordinario

    Proprietario di Casa
    Secondo me si . Specie quando siamo certi che la minaccia di morte si avvererä . E non facciamo i giustizieri quando questo non ci tocca . Anche io se parlo di giustizia sono la più ligia al dovere . Ma quando so che da un momento all'altro c'è un pazzo che mi colpirà ,vedo come devo fare per salvarmi la pelle e quella dei miei figli . Questa donna sono 20 anni di denunce e nessuno ha mosso mai un dito per proteggerla ,ansi l'ultima volta i carabinieri hanno chiamato di nascosto il marito mentre lei aspettava in caserma per denunciarlo ,quando è arrivato il marito l'hanno costretta a fare la denuncia con lui presente . HO DETTO TUTTO
     
  8. uragano

    uragano Membro Attivo

    Professionista
    non credo proprio,in tal caso dovrebbe fare una denuncia alla polizia(specificando tutti i fatti)e portando prove.se i carabinieri avessero fatto questo sono penalmente punibili.
    quello che dici e' molto pesante nei confronti dell'arma(se non riesce a provarlo rischia pure una denuncia).comunque auguri
     
  9. arciera

    arciera Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Nannarella nannarella! Hai tirato in trabocchetto e ci hai tramortito tutti. Sembrava che tu volessi sapere il funzionamento di un procedimento attuativo di una legge e invece ci sottoponi questo po' po' di fatto! Alzo il cartellino giallo! E ti espello! Sto scherzando carissima nennane' . Se il fatto verificatosi ne viene a conoscenza la forza pubblica, rimane agli atti. Sono quei grossi faldoni che a quanto pare questo marito, se così la società lo chiama, sarà stato iscritto. Che dobbiamo risponderti noi poverette e poveretti di questo forum? Che finalmente la forza pubblica non chiuda più un occhio o tutt'e due, e perseguiti senza alcuna pietà questi delinquenti e li metta in condizione di non nuocere più. Con leggi ancor più efficaci.
     
  10. Luigi Criscuolo

    Luigi Criscuolo Membro Storico

    Proprietario di Casa
    sei come alsolito approssimativa. Prima fai intendere che la signora vorrebbe ritirare la denuncia perché si è pentita. Poi scrivi

    mi spieghi come fa una persona che è vent'anni che è minacciata e vessata ritirare l'ultima denuncia perché si è pentita?
     
  11. condobip

    condobip Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Infatti non lo può più perchè come ha detto giustamente Nemesis, c'è reato perseguibile d'ufficio, ovvero ora le forze di polizia (carabinieri in questo caso) sono al corrente del fatto per denuncia della donna maltrattata, e per forza di cose devono proseguire.
     
  12. arciera

    arciera Membro Senior

    Proprietario di Casa
    O potrebbe essere che era preoccupata che questa signora si potesse pentire e quindi l'ulteriore preoccupazione che la forza pubblica non potesse fare più nulla. Certo che quando ha calato la carta dell'asso di bastoni ci ha lasciato di stucco. Posso dirti ancora una cosa: prima la forza pubblica aveva gli ordini di non entrare troppo di forza nei legami familiari. Di prendere tempo affinchè i familiari potessero superare le normali crisi. Oggi davanti a queste crisi non possiamo essere più indulgenti. Le donne rispondono a tono perchè sono più autonome, in nome del diritto di essere persone e rispettate. Gli uomini, in alcuni casi, disonorano la loro natura umana, non sono pronti a un confronto con un essere che credono inferiore solo perchè non ha i muscoli nell'avambraccio. Ecco perchè si fa oggi un gran parlare di femminicidio. Una bella rivoluzione culturale ai maschi serve eccome!! (questo per dirti perchè non erano prima molto incisive le forze dell'ordine)
     
  13. nennanè

    nennanè Membro Ordinario

    Proprietario di Casa
    volevo ringraziare Arciera perchè chiaramente come donna può capire le paure e le insicurezze che si porta dietro una donna maltrattata da una vita .
    Questa donna voleva ritirare la denuncia perchè il marito saputo che si era recata in caserma le ha promesso di fargliela pagare . era solo per paura , ma come mi avete spiegato non è riuscita a ritirare .
    A Criscuolo volevo dire che non mi sento per niente approssimativa , bastava che mi chiedessi il perchè ed io ti avrei risposto . Comunque grazie davvero a tutti .
    di cuore
     
  14. arciera

    arciera Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Falle coraggio. Non è una situazione semplice, anche se oggi qualche arma in più l'abbiamo. Vediamo un po' questa volta come va a finire! Se trovano un vero carabiniere allora la tua amica e' a cavallo!
     
  15. nennanè

    nennanè Membro Ordinario

    Proprietario di Casa
    grazie Arciè (napoletanamente parlando) comunque è mia sorella ...grazie
     
  16. arciera

    arciera Membro Senior

    Proprietario di Casa
    ahi! ahi! mi dispiace che sia così vicina. Dille che può essere davvero protetta. Lo chiedesse e lo esigesse. Vedrai che questo tipo le girerà alla larga. Stanno finalmente sensibilizzando proprio ora la coscienza delle donne e degli uomini su questi fatti. Con abbastanza durezza. CI vorrebbe ancor più durezza per spazzarle completamente via. Portale i miei più sentiti auguri di buone feste. :fiore::festa::fiore:
     
  17. nennanè

    nennanè Membro Ordinario

    Proprietario di Casa
  18. sergio gattinara

    sergio gattinara Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
    una domanda, forse stupida.

    Tua sorella ha la possibilità di non tornare a casa ed essere ospitata da te o da qualcuno che la può proteggere? . Dopodichè rafforzi la denuncia denunciando la minaccia che il marito gli ha fatto e cioè di FARGLIELA PAGARE.
    Poi cercare nella vostra città una di quelle associazioni che si prendono cura di questo tipo di problematiche e farsi aiutare per mettere l individuo in condizioni di non nuocere
     
  19. Ennio Alessandro Rossi

    Ennio Alessandro Rossi Membro dello Staff

    Professionista
    Qual è la differenza tra denuncia e querela?
    La denuncia, presentata dal Pubblico Ufficiale o dal privato, è uno dei mezzi attraverso il quale il Pubblico Ministero o la polizia giudiziaria prendono conoscenza di un fatto costituente reato (artt. 331 e ss. c.p.p.). Ai privati è anche concessa la facoltà di presentare denuncia oralmente (art. 333 c.p.p.). Nel caso di denuncia, il procedimento si avvia d'ufficio, cioè senza che sia necessario l'intervento della persona offesa dal reato.
    (n.d. r. pertanto a mio avviso non è ritirabile)

    Per poter invece procedere in ordine ad alcuni reati specifici, la legge richiede una ulteriore condizione (c.d. condizione di procedibilità) che consiste frequentemente nella cosiddetta querela(ad esempio per i reati di lesioni, percosse, ingiuria, diffamazione, etc.). Per querela si intende la manifestazione di volontà della persona offesa che si proceda in ordine ad uno specifico reato (artt. 336 e ss. c.p.p.). Anche la querela può essere presentata oralmente (e in questo caso si redige un verbale per iscritto ad opera dell'autorità che la riceve) e può essere anche rimessa (cioè ritirata se già presentata) o rinunciata (se non è stata ancora presentata). La legge prescrive inoltre che la querela debba essere presentata entro iltermine perentorio di tre mesi.

    fonte http://www.studiolegale-online.net/penale_01.php
     
  20. arciera

    arciera Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Allora vi è da capire il fatto essenziale. Prima si procedeva con querela di parte , con le nuove disposizioni vi è la denuncia penale e si deve procedere d'ufficio. La querela di parte poteva essere incredibilmente ritirata. Dispensando gli organi di pubblica sicurezza incredibilmente di tutelare le cittadine.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina