1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. Fifo84

    Fifo84 Membro Attivo

    Secondo voi, è possibile fare questo :

    Mettiamo che tizia A, voglia acquistare un immobile. Il prezzo è relativamente basso, diciamo sui 50 mila euro come somma pattuita.

    Mettiamo che tizia A, dovendo affrontare anche svariati migliaia di euro di lavori di ristrutturazione, non abbia fondi a sufficienza a pagare al momento il venditore.

    E' possibile, ovviamente tramite non so, scrittura privata tra avvocati, o davanti al notaio, o che che sia, stipulare un accordo nel quale, tizia A, va intanto a vivere dentro tale casa, e paga una tot somma al mese al proprietario a "scalare" l'importo finale. Ovviamente il tutto, entro facciamo conto, un paio di anni.
    Tradotto. La tizia A che deve comprare, manda piccoli bonifici per 2 anni circa, poi, tra due anni massimo, versa tutta la somma finale dell'acquisto di questo immobile arrivando all'atto di vendita vera e proprio.

    E' una cosa fattibile? E a livello fiscale, il proprietario che riceve tali somme mensili, senza un atto di vendita vero e proprio, come si regola? come funziona?

    Sicuramente la cosa più semplice sarebbe che la tizia A prendesse un mutuo e pagasse al proprietario tutta la sua parte e la rateizzazione avenisse con banca o finanziaria...ma se questo, almeno per il momento non fosse possibile, e il proprietario volesse andarle incontro, avendo però garanzia di questi soldi, come si fa?
    Perchè accettare una piccola caparra, eppoi vedere tutti i soldi tra due anni è troppo......iniziare ad avere qualcosa mese per mese sarebbe meglio.......ma fiscalmente? tali bonifici come si giustificano?
     
  2. effemme8

    effemme8 Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    stamattina mi sono svegliato "ZEN"...quindi rispondo con piacere

    • si suppone (presupposto indispensdabile per continuare a leggere) che ambedue le parti sono oneste sino al midollo e che rispetteranno "i patti" ( o quanto sottoscrivono)
    • facendo il presupposto che lo pagherai in 3 (tre) tempi diversi :
      • sarai proprietario di volta in volta di quanto pagato ?
        • caro vi costa....le tasse e i notai NON si pagano "in proporzione"....e se uno dei due "muore" prima del dovuto ? ( eredi ? cosa c'è scritto sui pati ? )
      • sarai proprietario DI TUTTO immediatamente dopo il 1° pagamento ?
        • qui ha trovato un vero ANGELO, che ti regala casa....con la promessa di un SANTO che pagherà a lui ( o ad eventuali eredi se l'ANGELO muore) le altre parti - tutto comunque deve essere dettagliato...e concordato dalle parti tramite NOTAIO ( ...dopotutto è un acquisto "normale"....con cambiali .... o qualcosa di simile)
      • sarai proprietario DI TUTTO, solamente dopo il 3° pagamento ?
        • qui il SANTO ha trovato un ANGELO (lo debbono essere anche eventuali eredi) che ti "passerà" l''immobile (gratuitamente) perchè "deve rispettare i patti" ( e lo deve fare anche se il SANTO muore..e si presentano eredi)

    • la parte FISCALE "dovrebbe essere semplice" : vale il discorso di :
      • quando diventi proprietario...e di che cosa
      • di quando paghi
     
  3. Fifo84

    Fifo84 Membro Attivo



    Grazie per la risposta. Il problema è questo. La tizia al momento NON ha i soldi in contanti per acquistare la casa, il motivo sono i forti lavori di ristrutturazione, e diciamo una buona ipoteca che si impegna a saldare per poter appunto procedere poi all'eventuale atto. Ovviamente, il tutto tramite scrittura privata, ma alla fine, pure che uno scrive, per farsi rispettare serve sempre il tribunale se succede qualcosa, e considerando i tempi in Italia.........Il problema è che NON posso affittare regolarmente la casa (ci son dei motivi tecnici che meglio non sviolinare per non impicciare di più la cosa), quindi tecnicamente non mi è possibile farle tipo un affitto regolare a riscatto diciamo. Quindi chiedevo, se c'era un modo per farsi si che lei mi potesse pagare un pò alla volta....La sua intenzione era una sorta di[DOUBLEPOST=1392362951,1392362866][/DOUBLEPOST]
     
  4. effemme8

    effemme8 Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    ....ma se uno è SANTO e l'altro è un ANGELO ....che problema hai a vendere la casa con un generico, semplice, sicuro "PAGHERO'" ?
    • mi pare che le cambiali esistano ancora.....se si allegano all'atto....e tutto viene registrato : lei diventa proprietaria (immediatamente...e quindi paga le tasse lei) ...e te riceverai quando il SANTO avrà i soldi e li consegnerà all'ANGELO
     
  5. tumultuoso

    tumultuoso Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Io, per semplificarmi la vita, tenterei la formula dell'affito a riscatto, la persona ti sta dentro in casa in modo legale pagando un affitto normale che va a scalare, anche se di poco, il capitale che ti deve dare per l'acquisto, e intanto mette da parte i soldi che ti deve dare (magari in un conto deposito, così prende anche gli interessi). Quando ha tutta la somma, fate una regolare e normale compravendita, e tu ricevi il capitale pari al valore dell'immobile meno i soldi dell'affitto fino ad allora percepiti.
    Saluti.
     
  6. massimo binotto

    massimo binotto Membro Attivo

    Professionista
    Certo che si può fare.
    Il notaio fa un normalissimo atto di compravendita.
    Si dichiara il prezzo pattuito, si pagano (subito) le tasse e la parcella del notaio e in atto si può (o meno) anticipare una somma.
    Tutto il resto verrà regolato alla scadenza pattuita, secondo gli accordi scritti in atto.
    Non c'è da giustificare nulla.
    I pagamenti successivi avvengono con bonifico e quindi sono tracciabili al fisco.
    Ovviamente la causale sarà "rata di pagamento dilazionato per acquisto immobile di cui al rogito rep. n. in data .. del notaio .."

    Ti rimando a questo sito che ti darà tutte le informazioni richieste
    www.notaiobrambilla.it/brambilla/notaio_compravendita.html‎
     
    A arciera piace questo elemento.
  7. Fifo84

    Fifo84 Membro Attivo

    NON posso affittare casa per motivi tecnici, questa soluzione è da escludere
     
  8. tumultuoso

    tumultuoso Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Scusa, non avevo ancora letto perché stavo scrivendo :innocente:
     
  9. Fifo84

    Fifo84 Membro Attivo



    Perfetto grazie. Quindi si procede subito con Atto Notarile di compravendita , dove lei si impegna a pagare rateizzato per tot tempo tempo una piccola somma al mese e scaduto questo tempo, il saldo totale, giusto? Le spese e la tasse dal notaio sono comunque di chi compra no? Io venditore, che tipo di tasse avrei al riguardo?...e quindi facendo cosi, non devo affittare nulla, giusto?[DOUBLEPOST=1392363487,1392363477][/DOUBLEPOST]
    :)
     
  10. effemme8

    effemme8 Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    GIUSTO : il SANTO si impegna

    ...e l'ANGELO gli cede "immediatamente" la casa , che quindi comunque...non sarà più sua
    .... anche se il SANTO si impegna poco : nel senso che gli serve un tantino di tempo in più per avere la somma necessaria...ma siccome è un SANTO, rispetterà sicuamente i patti (altrimenti non si può dire che sia SANTO.....no ? )
     
  11. Fifo84

    Fifo84 Membro Attivo


    Capisco la giusta IRONIA, ma altre soluzioni dove lui non deve essere SANTO ad impegnarsi?? Nel senso, c'è qualcosa che mi tuteli allora? Considera che più che Santo ha il problema delle banche in Italia, ha il discorso che per ristrutturarla serve un botto, ha il problema che deve pagare tale ipoteca non proprio piccolissima.....vorrei andargli incontro, visto che è L'UNICO ACQUIRENTE in tanti anni ( viste le condizioni di casa), ma ripeto..l'affitto regolare NON lo posso fare.....e quindi, oltre ad affidarmi a notaio e scrittura privata, ci son altre soluzioni? La soluzione di Binotto mi sembra l'unica ma...altre ideee?
     
  12. effemme8

    effemme8 Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    ci provo :
    • da quanto ho capito, ALMENO i soldi per la ristrutturazione li HA
    • quindi, dando un valore a quanto si realizza....lei potrebbe diventare PROPRIETARIA di (esempio) 25% dell'appartamento.... anche se la ristrutturazione "vale" il 20% dell'intero appartamento
    • quindi potrebbe diventare proprietaria del solo 25% e con diritto esclusivo di prelazione .... al prezzo pattuito di (valore dell'80%) , purchè sia pagato entro il ....... altrimenti perde il diritto di prelazione (ma rimane proprietaria "solamente" del 25%)... e non DOVREBBE avere altri DIRITTI ESCLUSIVI (nemmeno di abitazione)
    proposta troppo vincolante ...per ciascuno ?

    (mi sfugge il dettaglio : perchè può comprala e tu venderla...ma non affittarla ? ..... le carte da produrre SONO LE STESSE .... )
     
  13. Fifo84

    Fifo84 Membro Attivo


    Per diventare proprietaria del 25% deve acquistare solo questa quota....quindi fare poi in 2 anni circa, 2 atti notarili, no?
     
  14. effemme8

    effemme8 Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    io la vedo così :

    • con 1 atto notarile + cambiali ....se va male, ti ritrovi un PEZZO DI CARTA in PROTESTO (al massimo riesci a pignorare la "sua nuova casa")
    • con 2 atti notarili ( i costi totali di tutto ve li ripartite come volete...anche dando un valore alle FICHES ) siete ambedue garantiti ( e non chiedete soldi-a-strozzo ): se va male, ognuno è proprietario di qualcosa che HA PAGATO...con i propri diritti "messi per iscritto"
    mi viene anche in mente :
    ....se uno e SANTO e l'altro è un ANGELO, puoi anche venderlo/comprarlo senza ATTO .....attendi la scadenza dell'usucapione...... (intanto ci paghi le tasse, o te le fai rimborsare ....per i prossimi 30 anni ...)
     
  15. griz

    griz Membro Senior

    Professionista
    anni fa avevo visto una trattativa simile gestita con delle cambiali ipotecarie, non ricordo i particolari ma era un modo per tutelare il venditore
     
  16. Fifo84

    Fifo84 Membro Attivo

    si posson fare delle cambiali anche tra privati?
     
  17. griz

    griz Membro Senior

    Professionista
    certo che si!
     
  18. Luigi Criscuolo

    Luigi Criscuolo Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Non si capisce se la signora compra estinguendo il mutuo ancora esistente sulla casa (c'é forse un procedimento pignorativo in atto?) oppure se questa signora debba figurare come proprietaria per avere un mutuo per fare le riparazioni necessarie per rendere abitabile l'immobile.
     
  19. Fifo84

    Fifo84 Membro Attivo

    No..non serve che figuri come proprietaria per le riparizioni..è solo questione che non ha tutti soldi..e volevamo una soluzione sicura per tutti..
     
  20. arianna26

    arianna26 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    A me sembra tutto un pò rischioso. Bisogna cominciare dall'inizio comprando la casa e poi ristrutturarla. Vero che può aspettare il proprietario ma può aspettare anche chi ristruttura.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina