• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

capapazza

Membro Attivo
Buongiorno a tutti gli iscritti e non, e a tutto lo staff.
La mia proprietà con quella del vicino lato est, è divisa da una rete metallica sul confine con una siepe attaccata al lato opposto molto invadente nella mia proprietà, ho più volte reclamato sia per la potatura che la disinfestazione, la mia vicina che è un avvocato, si arroga del diritto di strafare in barba alle leggi vigenti, asserisce che la siepe è sua e che io non posso potare quello che sporge nella mia proprietà, addirittura asserisce che anche la rete che divide le due proprietà è sua, un paio di volte l'ho invitata con a/r a potare la siepe, ma quando lo ha fatto per il tramite di due lavoranti, ha solo defogliato lasciando rametti lungi anche 50cm appuntiti che mettono a repentaglio l'incolumità di chi vi transita nelle immediate vicinanze.
qualcuno può darmi consigli di come risolvere definitivamente la situazione? potete darmi dei suggerimenti giuridici? grazie
 

Nemesis

Membro Storico
Proprietario Casa
come risolvere definitivamente la situazione?
Intima alla vicina di tagliare i rami che si protendono sulla tua proprietà, come prevede l'art. 896 c.c. (a meno che i regolamenti e gli usi locali prevedano diversamente).
Se non lo farà, dovrai intraprendere una causa per ottenere un provvedimento del giudice che la obblighi a tagliarli. In quella sede, potrai eventualmente chiedere il risarcimento dei danni.
Controlla anche che la siepe sia posta alla distanza dal confine prevista dall'art. 892 c.c. (o dai regolamenti o usi locali, se prevedono diversamente).
N.B.: non tagliare i rami di tua iniziativa.
 

capapazza

Membro Attivo
in risposta di Nemesis, che ringrazio, penso che dovrò intraprendere per forza di cosa una lite giudiziaria, ho già denunciato alla Procura di zona la vicina, proprio perché ho fatto quello che tu mi consigli di non fare, ho tagliato tre rami molto pericolosi nella mia proprietà, subito sono stato aggredito verbalmente da entrambi i coniugi, pare che la cosa era premeditata, perché lei era subito pronta con il telefonino per registrare, cmq alla fine, la Procura ha archiviato, però mi dava ragione per i rami tagliati, i regolamenti di polizia rurale sono a mio favore, ma lei gioca sul fatto che è avvocato, quindi molte conoscenze negli uffici giudiziari............. per farti comprendere il tipo di vicino, è sempre dietro la siepe a spiarci.
 

moralista

Membro Senior
Professionista
per le distanze potrebbe essere intervenuta l'usucapione, ma la sporgenza dei rami va tagliata
 

capapazza

Membro Attivo
per quanto riguarda la siepe potrei essere d'accordo che possa essere intervenuta l'usucapione, perché quando ho acquistato 11 anni fa era già posizionata, ma il fatto che lei dice che la siepe è sua e la taglia solo quando io la invito con a/r , questo da fastidio, anche perché cresce a dismisura anche 50cm oltre la rete, invadendo di molto la mia proprietà, e quando lo fa, la defoglia non la pota a raso.
 

Maxximo

Membro Ordinario
Proprietario Casa
Buonasera a Voi, correggetemi se ricordo bene o male. Per capire di chi è la recinzione, mi sembra che di solito le paline di sostegno hanno la testa rivolta verso la proprietà che non possiede la recinzione, cioè la rete è attaccata sul lato della proprietà che non possiede la recinzione. Giusto?
 

capapazza

Membro Attivo
buongiorno a tutti voi, la rete non ha paline, diciamo che è sostenuta dalla siepe e comunque ramifica abbondantemente nella mia proprietà ed è posizionata sulla linea di confine delle due proprietà.
 

moralista

Membro Senior
Professionista
se la rete non ha paline, ed è la siepe a sostenerla allora è da sostituire, e nella sostituzione trovate un accordo tra i 2 confinanti altrimenti sarete sempre a discutere di una cosa banale e semplice di confine.
 

capapazza

Membro Attivo
certamente lei dirà che non vuole sostituirla e che per lei va bene così, come posso obbligarla, qualcuno conosce i codici di riferimento?
 

capapazza

Membro Attivo
certamente sarà lei a soccombere, visto che la siepe è sua ed invade la mia proprietà, le spese legali, saranno da me solo anticipate, ma, con un tiro prenderò due piccioni, lungo tutto il confine ha alberi che i rami invadono la mia proprietà, posso intimargli anche il taglio degli alberi.
 

Gianco

Membro Storico
Professionista
lungo tutto il confine ha alberi che i rami invadono la mia proprietà, posso intimargli anche il taglio degli alberi.
Puoi solo intimargli di tagliare i rami che non possono invadere la proprietà altrui. Gli alberi puoi farglieli tagliare solo se sono pericolanti e se sono a distanza inferiore a quella legale se piantati meno di 20anni.
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Le Ultime Discussioni

Ultimi Messaggi sui Profili

ALICE55 ha scritto sul profilo di Alessia Buschi.
ciao ti chiedo scusa se ti scrivo qua ma ho cercato molto nel sito e non sono riuscito a trovare la soluzione al mio problema...avrei una richiesta da farti/vi in privato ...c'è un modo per scrivere in privato ad un amministratore ?...scusa di nuovo il disturbo probabilmente sto sbagliando ma non sapevo dove scrivere...ciao di nuovo e grazie....
Buongiorno a tutti, sono proprietaria di un locale commerciale categoria C1 - 87 mq, mi hanno proposto di venderlo con un contratto Rent to buy oppure con un contratto preliminare di compravendita con consegna anticipata. Non avendo nessuna conoscenza di tali procedure, ringrazio chiunque possa informazione sulla diversità dei due contratti e suggerimenti utili da tener presenti per non incorrere in fregature.
Alto