1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. Fifo84

    Fifo84 Membro Attivo

    Salve a tutti,
    La faccio un pò difficile.

    Ipotizziamo questa situazione. Tizio A, lavora con un classico indeterminato con una media di 1250 euro mese di stipendio. Vive solo, non ha detrazioni particolari, spende 700 euro mese di affitto, e possiede in una altra regione una quota di immobile ( pari al 25 %).
    Questo immobile, con il consenso di tutti i proprietari viene affittato, e a tizio A, verrà fatto mensilmente un bonifico di circa 200 euro come compenso di affitto diciamo.
    Questa ulteriore entrata, secondo voi, quali maggiorazioni di tasse comporta? Ne comporta?
    Ovviamente, a parte la quota di IMU più salata, poichè appunto in affitto. MI riferisco alla quota IRPEF di Giugno e via dicendo...E' possibile fare un sorta di simulazione di calcolo?
     
  2. alberto bianchi

    alberto bianchi Membro Senior

    Proprietario di Casa
    I 1250 Euro sono lordi o netti ? Perché non indichi il lordo e quante mensilità prendi ? fai degli straordinari ?
    Che tipo di contratto di locazione hai ? Ordinario o con cedolare secca ?
     
  3. Fifo84

    Fifo84 Membro Attivo

    Allora, 1250 NETTI, il lordo sulle 1700 ( circa 500 euro di trattenute quasi mensili).
    Mensilità 14, locazione classica 4+4 no cedolare secca.......converrebbe la cedolare?
     
  4. sergio 41

    sergio 41 Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Tassazione totale quota canone affitto = 30,53% (IRPEF + add.regionale+add,comunale). Per la cedolare sarebbe il 21% (senza addizionali)
     
  5. Fifo84

    Fifo84 Membro Attivo

    quindi conviene cedolare secca, giusto? Ma poi, quando a giugno si fa il 730...si scaricano ugualmente medicine, affitto che si paga ( sono in affitto) e via dicendo, o le detrazioni non ci sono più e la tassa è al 21 e stop?
     
  6. alberto bianchi

    alberto bianchi Membro Senior

    Proprietario di Casa
    I 1700 euro sono al lordo dei contributi previdenziali ( che non sono imposte sul reddito) di conseguenza l'imponibile fiscale mensile sarebbe di 1700-170= 1530 Euro, pari ad un imponibile annuale di Euro 21.420. Con una imposta totale annua di Euro 4620, al netto delle detrazioni per lavoro dipendente. Per le addizionali ho applicato delle aliquote leggermente superiori alla media nazionale.
    L'incidenza media, come scritto prima è tra il 21 ed il 22 %.
    Fatti dare un sostanzioso aumento di stipendio ed avrai sempre convenienza ad applicare la cedolare secca.
    Con l'attuale livello di reddito, la tassazione ordinaria dell' affitto cadrebbe nello scaglione del 27% + addizionali., pertanto come già riportato da Sergio è più conveniente la cedolare Secca.

    Per quanto riguarda le spese mediche, le puoi sempre scaricare nel 730, finché c'è capienza di imposta. L'importo di imposte che potrai recuperare è pari al totale spese mediche - la franchigia di 129,00 Euro * 19 %.
    Se hai molte spese mediche e altre spese da scaricare ti conviene fare una verifica sulla tassazione dell'affitto.

    Senza detrazioni, in questo caso, ti conviene la cedolare secca in quanto andresti a risparmiare circa un 8 % sull'ammontare dell'affitto.
    L'affitto si può scaricare solo a certe condizioni (casi molto rari).
     
    Ultima modifica: 2 Febbraio 2014
  7. Fifo84

    Fifo84 Membro Attivo


    Ma poi, quando a giugno si fa il 730...si scaricano ugualmente medicine, affitto che si paga ( sono in affitto) e via dicendo, o le detrazioni non ci sono più e la tassa è al 21 e stop?
     
  8. alberto bianchi

    alberto bianchi Membro Senior

    Proprietario di Casa
    [DOUBLEPOST=1391349880,1391349659][/DOUBLEPOST]
    Rileggi il mio messaggio precedente, che è stato corretto.
     
  9. Fifo84

    Fifo84 Membro Attivo


    verifica della tassazione di affitto, cioè?
    Secondo te, più o meno, quanto dovrei spendere di spese mediche per convenire?
    Quindi mi confermi che se faccio CEDOLARE SECCA NON scarico più nè spese mediche, nè affitto...giusto>?
     
  10. alberto bianchi

    alberto bianchi Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Con la cedolare secca "SCARICHI" le spese mediche, basta che esista capienza, e cioè basta che abbia pagato delle imposte sullo stipendio per poterle recuperare.
    SE tu sullo stipendio hai pagato 3000 Euro di imposta, potrai detrarre spese per Euro 15790 il cui 18 % da esattamente 3000 Euro, pari a quanto hai pagato sullo stipendio.
    Se invece hai 20000 Euro di spese mediche l'eccedenza la scaricherai l'anno successivo.
    Per quanto riguarda l'affitto, hai cambiato casa negli ultimi 3 anni ? Hai meno di 30 anni ? Hai trasferito la residenza in altra Regione ? Hai intenzione di farlo ?
    Se non hai questi requisiti non puoi "scaricare" niente.
     
  11. Fifo84

    Fifo84 Membro Attivo


    No, ma fino all'anno scorso scaricavo 300 euro lordi sull'affitto, quest'anno, credo sui 150 lordi per via del reddito.Per le spese mediche in totale avrò una spesa si e no di 300/350 euro massimo circa non di più. Le trattenute in busta paga son sempre FORTISSIME, non avendo nessun tipo di detrazione ogni mese sono ALMENO 400 euro al mese di trattenute IRPEF in busta. Quindi, considerando questo, cedolare secca conviene?
     
  12. Fifo84

    Fifo84 Membro Attivo

    Che poi altra domanda...ipotizziamo cedolare secca. Se la tizia in questione, vorrebbe pagare per i primi 2 mesi, meno affitto, è possibile farlo? Nel senso, si può registrare un contratto dicendo che, per i mesi di marzo e aprile esempio, ci da 100 euro a testa tra i proprietari, e che da aprile in poi, diventano per esempio 200 a testa?
     
  13. alberto bianchi

    alberto bianchi Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Ti rispondo solo ora perché ieri pomeriggio, quando avevo la risposta pronta, è mancata all'improvviso la connessione a Internet.
    .............
    Ammettiamo che le spese siano 350 Euro, togliendo la franchigia di 129 euro circa, ti restano 221 Nette detraibili che al 19% porta un rimborso di 31 Euro di imposta.

    L'ammontare dell'affitto è pari 200*12 = 2400 Euro
    Tassazione cedolare secca 21 % = 504 Euro

    Tassazione ordinaria Affitto 2400 - 5 % abbattimento = Imponibile 2280
    Imposta 27 % + Add. Regione Lazio 2,33 % + Comune Roma 0.90 % = 30.23 %
    Imposta = 2280*30.23% = 689 Euro
    Oltre all' IRPEF bisogna aggiungere l'imposta di Registro 1% a tuo carico = 24 Euro

    .............
    Riguardo alla domanda di stamattina sulla riduzione del canone per due mesi, sì è possibile però occorre comunicarlo all'ADE con apposito modulo.
    Però, vista la ridotta durata, non so se vi conviene.
    Scusa, ma in quale data scade l'annualità del contratto in corso ?



    %
     
  14. Fifo84

    Fifo84 Membro Attivo


    CIao, prima di tutto, grazie del tempo che mi dedichi, sei molto gentile.
    Rispondo alla domanda. In pratica, è un contratto di affitto temporaneo in teoria, poichè la persona in questione, vorrrebbe poi acquistare l'immobile, immobile di cui simao proprietari solo al 50% ( tra me e mio fratello) e 50% è dello Stato ( è assodato).
    Lei sta richiedendo tutta la documentazione e non ci sarebbero problemi poi a far l'asta e acquistare lei lìaltra metà. Torniamo comunque al nostro 50%. La casa è da ristrutturare pesantemente, è abbandonata da anni diciamo, quindi, la signora vorrebbe prima star in affitto un tot tempo ( il tempo x l'asta, il tempo per ristrutturare etc etc), pagare l'affitto, eppoi, saldare a fine contratto concordato, la nostra quota del 50%.
    Questo acquisto ipotetico futuro, verrebbe inserito in una scrittura privata, nel senso, lei vorrebbe un affitto classico 4+4 al momento, ad un prezzo basso per ristrutturare, tramite scrittura privata, si impegna a dire che, o in corso di contratto, o massimo entro fine contratto di affitto, acquisterà la nostra metà di casa a tot prezzo.
    E' un pò ingarbugliata la cosa...nel frattempo, volevo fare in modo che questo piccolo affitto non mi ammazzasse ulteriormente di tasse, considerando che già l'IMU è salata, visto che per il mio solo 25% pago quasi 400 euro l'anno.
     
  15. sergio 41

    sergio 41 Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Piccola rettifica 1,2%
     
  16. Fifo84

    Fifo84 Membro Attivo

    "meglio ancora".......è evidentissimo che mi convenie la cedolare secca allora
     
  17. alberto bianchi

    alberto bianchi Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Grazie per la correzione. Anche a Roma hanno applicato la maggiorazione dello 0,3 %
     
  18. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    :pollice_verso::stretta_di_mano:scarica scarica e vedrai che il tubo di scarico si tappa,
     
  19. Fifo84

    Fifo84 Membro Attivo

    cioè?
     
  20. alberto bianchi

    alberto bianchi Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Adimecasa è molto spiritoso ! Parlava di un "altro scarico.".:^^::^^:
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina