1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. Lauri

    Lauri Nuovo Iscritto

    Buongiorno a tutti,

    la mia situazione di acquirente (da un costruttore) ha dell'assurdo e si presenta come segue:
    una volta terminati (faticosamente) i lavori a fine novembre, si attende che il notaio fissi la data del rogito. Il costruttore fa pressioni da settimane, è sempre più nervoso. Fortunatamente, la data fissata è il 23 dicembre, prima di Natale.
    Il notaio chiama personalmente il costruttore per avvisarlo e per chiedergli due documenti mancanti: la certificazione energetica e l'assicurazione postuma decennale. Lui risponde senza mezzi termini che non fornirà l'assicurazione "nè da vivo nè da morto" e sbatte il telefono in faccia al notaio. Il quale senza assicurazione non rogita. E l'atto salta una prima volta (NB: nel compromesso che il costruttore a suo tempo ha firmato, è chiaramente scritto che avrebbe dovuto fornire tali documenti al rogito, con tanto di citazione del relativo decreto leg.).

    Cmq, ogni tentativo di parlare con il costruttore è vano, devo accettare di rogitare senza quell'assicurazione. L'agenzia immobiliare trova un notaio "compiacente", che fissa il rogito per il 29 dicembre.
    Il costruttore viene avvisato e dice ok. Ma dopo qualche ora ci ripensa, richiama e dice che quel giorno ha altro da fare e preferisce rogitare nel 2011 (credo che la vera ragione sia di tipo fiscale). E così il rogito salta una seconda volta.

    Adesso sto aspettando che un notaio compiacente qualunque fissi una qualunque data per il rogito.

    C'è una cosa da aggiungere: durante i lavori il costruttore mi ha sempre lasciato le chiavi di casa (a patto di avvisarlo sempre quando ci fossi andata) e adesso ho dentro metà dei mobili e i caloriferi sono accesi (al minimo). Sono rimasti accesi perchè non ho potuto più entrare in casa dopo che il costruttore stesso, inferocito con il notaio, si è vendicato su di me "sequestrandomi" le chiavi, dicendomi che non me le meritavo più, che ero stata manipolata dall'agenzia e altre fesserie.

    Dall'agenzia mi dicono di "non farlo arrabbiare", di non replicare, altrimenti si offende.. Io sono sull'orlo di una crisi di nervi, ho 29 anni, è la mia prima casa, ho fatto tutto da sola e adesso mi trovo in balìa di un pazzo.

    Posso fare qualcosa quantomeno relativamente al rogito?

    Grazie a chi mi risponderà,
    buona giornata

     
  2. acquirente

    acquirente Nuovo Iscritto

    L’art. 4 del decreto legislativo n. 122/2005 impone al costruttore di stipulare, a beneficio dell’acquirente di un immobile da costruire, una polizza assicurativa indennitaria decennale a copertura dei danni materiali e diretti all'immobile, compresi i danni ai terzi, cui sia tenuto ai sensi dell'articolo 1669 del codice civile.

    http://vetrina.ilsole24ore.com/consulenteimmobiliare/archivio/759/articoloImmobili.htm

    manda una lettera A/R al costruttore con indicata la data del rogito presso il notaio che sceglierai tu dato che sei l'acquirente.
    tu sei dalla parte della ragione perche' nel compromesso e' indicata la consegna dell'assicurazione decennale e se lui non la presenta diventa inadempiente e quindi se tu volessi recedere dal contratto avresti il diritto di ottenere il doppio della caparra che gli hai versato.
    se alla data del rogito non dovesse un'altra volta presentarsi gli manderai un'altra lettera raccomandata A/R mettendolo in mora e cioe' gli fisserai un altro appuntamento max a 15 gg di distanza dalla raccomandata e gli scriverai che se non si prentasse al rogito lo considererai inadempiente e sciolto il contratto con le relative conseguenze.
    Se il venditore-costruttore non intende adempiere all’obbligo di consegna della polizza, puoi chiedere ed ottenere dal Tribunale una ingiunzione nei confronti del venditore affinchè consegni quanto TI spetta. Per fare ciò occorre l’assistenza di un avvocato.
    auguri.
     
    A Lauri e arianna26 piace questo messaggio.
  3. Lauri

    Lauri Nuovo Iscritto

    Grazie mille per la risposta e soprattutto per gli auguri..
     
  4. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    Risposta per lauri, se il costruttore come tu la presenti è inaffidabile, pertanto non avere remore prendi un legale immediatamente e vedrài che cose si metteranno a posto, certi costruttori non riescono a capiri la criticità del momento e prendono tutto alla leggera l'assicurazione è obbligatoria il certificato energetico pure mica stai chiedendo la luna, ciao adimecasa bergamo
     
    A Lauri piace questo elemento.
  5. raflomb

    raflomb Membro Assiduo

    Dopo averlo diffidato a mezzo raccomandata affinchè si presenti dal notaio con tutti i documenti richiesti, e lui non si rende parte diligente, potrai optare o per la risoluzione del preliminare ottenendo indietro la caparra più una pari somma a titolo risarcitorio, oppure puoi ottenere il trasferimento di proprietà, ove ti interessa l'immobile, in via coattiva, ovvero per sentenza del tribunale, che gli imporrà anche la polizza assicurativa, essendo prevista per legge.
    Ti chiedo, inoltre, di specificare più dettagliatamente a che titolo ti era stato concesso di prendere possesso anticipato dell'immobile medesimo, in quanto ove fosse previsto per preliminare, il fatto che il costruttore ti abbia spossessato, potrebbe essere passibile di un esposto-querela, oltre ad avere diritto ad un equo risarcimento danni
     
  6. arianna26

    arianna26 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    ma a che titolo hai aperto il contratto di fornitura per il gas? in ogni caso meglio rivolgersi ad un legale. subito. secondo me con il suo aiuto puoi fare molto.
     
  7. Lauri

    Lauri Nuovo Iscritto

    Grazie per il consiglio...
    in realtà il costruttore mi ha proposto di lasciarmi una chiave negli ultimi due mesi, dato che i lavori in casa erano finiti e mancavano solo delle rifiniture esterne. Così ne ho approfittato per imbiancare, ordinare i primi mobili (che sono arrivati la settimana prima di natale, esattamente quando era stato fix il primo rogito), etc.
    Nel corso di questi due mesi in cui ho avuto in mano la chiave, lui si è arrabbiato due volte (non con me, ma una volta con l'agenzia e una volta con agenzia e notaio) ed entrambe le volte mi ha ripreso le chiavi, anche se io non c'entravo nulla con i suoi dissidi. Insomma, un tira e molla. Ma non c'è nulla di scritto, l'unica prova è che la casa ha dentro i mobili e i caloriferi sono già funzionanti. Buona giornata.

    Aggiunto dopo 2 minuti :

    Ciao Arianna,
    quando i lavori erano quasi finiti e il rogito era previsto per metà/fine dicembre, ho deciso di attivare le utenze in modo da cominciare a riscaldare la casa e soprattutto asciugare i muri (già parzialmente imbiancati). E' venuto anche il tecnico a collaudare la caldaia. Purtroppo non sospettavo minimamente che avrei avuto problemi a rogito fissato :triste:
     
  8. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    Risposta x Lauri: come giudichi il costruttore che si comporta in questo modo, ti rendi conto in caso di contenzioso dopo aver rogitato e saldato conto dell'immobile, l'agenzia non si sente che fine ha fatto??, il costruttore se come dici si comporta in questo modo, vedi di contattare un legale e di farti rilasciare tutte le garanzie del caso,:triste: ciao adimecasa auguri.
     
  9. Lauri

    Lauri Nuovo Iscritto

    ciao, per quanto riguarda il costruttore è meglio che io non scriva qui come lo giudico, potrei essere decisamente volgare. Ahimè, l'agenzia cerca di "mediare", ma in realtà nemmeno loro riescono a comunicare civilmente con il costruttore, che sbatte regolarmente il telefono in faccia a tutti e non si rende reperibile. Per questo motivo mi hanno suggerito di avere pazienza e "non farlo arrabbiare", se no temono faccia saltare tutto. Insomma non ho grandi vie di uscita.
    Temo fortemente che in questa situazione avvalermi di un legale sarebbe lecito, ma controproducente...
    Grazie per gli auguri..
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina