1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. Cosimo1369

    Cosimo1369 Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Buonasera,
    sono proprietario di un appartamento con giardino dal 2006. L'ho acquistato dal precedente proprietario il quale lo aveva acquistato dall'impresa edile che nel 1996 ha completamente ristrutturato l'immobile. Casualmente durante gli scavi per la piantumazioni di piccoli alberelli mi sono accorto che sotto circa 40 cm di terreno l'impresa che nel 1996 fece la ristrutturazione dell'immobile ha smaltito materiale di risulta delle lavorazioni quali, cemento, scarti di pavimenti e rivestimenti, teli e sacchetti di nylon, cavi elettrici e pure piccoli elementi in cemento-amianto. Il precedente proprietario non si è mai accorto del problema perchè non ha mai scavato in giardino. Penso che si tratti di uno di quei casi che viene chiamato "vizio occulto". Questa situazione non mi sembra regolare e vorrei sistemarla. Qualcuno sa cosa posso fare? mi posso rivalere con l'impresa di costruzioni in qualche modo facendo riferimento alle leggi? avete consigli?
    Grazie
    Cosimo
     
  2. condobip

    condobip Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Secondo il mio personale parere la questione è abbastanza complessa, perchè tu dici che hai acquistato nel 2006, la ristrutturazione è stata effettuata nel 1996, ora noti che al di sotto del terreno a circa 40 cm ci sono materiali di risulta ed anche inquinanti (amianto), il vecchio proprietario forse non ne sapeva nulla, oppure lo sapeva e taceva? Non si sa!
    Non credo si tratti di vizio occulto, ma piuttosto, secondo il mio parere di norme di discarica non effettuate regolarmente, ma da chi? Costruttore, acquirente magari d'accordo con il costruttore? Una risposta è difficile da fornire senza indagini appropriate.
    Posso azzardare una soluzione, ovviamente non vincolante, ma solamente un consiglio personale, prova a sentire i Vigili del Fuoco e/o qualche associazione a difesa dell'ambiente, spiegando bene l'accaduto e vedi di risolvere questo problema.
     
  3. romrub

    romrub Membro Ordinario

    Proprietario di Casa
    Dubito che tu possa cavartela così semplicemente, a mio parere non hai alcun titolo per rivalerti sul costruttore, ma eventualmente solo su chi ti ha venduto.
    Sempre a mio parere, ne puoi uscire in due maniere, o trovi un accordo con il venditore, facendo a metà laa spesa o gli fai causa dopo aver verificato con un legale, la reale possibilità di spuntarla.... a dir il vero ci sono altre due possibilità: tenersi il terreno come è, oppure farlo bonificare a tue spese, probabilmente ti viene a costare meno che a fare la causa.
     
  4. Elisabetta48

    Elisabetta48 Membro Assiduo

    La vedo grigia anche sulla causa al venditore: sono passati più di 6 anni. Quello potrebbe dire che quando c'era lui lì era tutto a posto.
    Se fossimo in una serie televisiva, si troverebbero i testimoni che riconoscerebbero nei cocci di piastrella proprio il rivestimento della cucina come era prima della ristrutturazione... ;) Nella realtà dubito che si riesca a dimostrare la provenienza del materiale "in discarica" anche se è ovvio a tutti che arriva dal cantiere.
    Temo anche io che dovrai bonificare a tue spese. Per l'amianto, poi, ci sono procedure speciali da seguire.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina