1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. gcarbona

    gcarbona Nuovo Iscritto

    Buongiorno,
    ieri sera mi ha contattato una società di recupero crediti per conto di EnelGas per una fattura(bolletta) che sembrerebescaduta in maggio che io non ho mai ricevuto :shock:
    Secondo voi come dovrei comportarmi ( oltre che a pagare la bolletta una volta ricevuta ) per non essere eventualmente inserito nella lista dei cattivi pagatori con registrazione nele varie banche dati ??????
    Perche Enel Gas non mi ha mandato un sollecito ???

    grazie per eventuali suggerimenti
     
  2. AlbertoF

    AlbertoF Ospite

    Puoi stare tranquilla perchè le bollette e tutte le utenze in genere non vanno nella Crif (cattivi pagatori). Il fatto che ti abbia contattato una agenzia di recupero non deve fare alimentare i tuoi dubbi. Nei "cattivi pagatori" confluiscono i ritardi di pagamenti verso banche e finanziarie per prestiti ottenuti.
    Ciao
     
    A kirk piace questo elemento.
  3. gcarbona

    gcarbona Nuovo Iscritto

    grazie per la precisazione
     
  4. tovrm

    tovrm Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Chiama l'Enel e richiedi copia della fattura.
     
  5. arianna26

    arianna26 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    io suggerisco l'accredito in banca delle bollette. risolve tutti i problemi.
     
  6. raflomb

    raflomb Membro Assiduo

    Eccepisci quanto hai affermato, ovvero che detta bolletta non ti è mai pervenuta.
    L'onere della prova di avere spedito la bolletta spetta a loro.
    Enel gas avrebbe dovuto inviare un sollecito di pagamento a mezzo raccomandata.
     
  7. gcarbona

    gcarbona Nuovo Iscritto

    giusta osservazione .... a me non è arrivata ne bolletta ne sollecito ma solo la telefonata alle ore 19.45 di una società di recupero crediti
     
  8. tovrm

    tovrm Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Non è così. Occorre conoscere le procedure interne di recupero crediti di cui si è dotata l'Enel. I servizi di recupero crediti hanno diversi livelli, che possono prevedere solleciti verbali o scritti, spesso in funzione del tempo trascorso dallo scadere del credito. Nella stragrande maggioranza dei casi, almeno una parte di questi livelli sono affidati a soggetti terzi, spesso ignoranti ed arroganti, che non sono in grado nemmeno di distinguere se stanno parlando con una persona o con una bestia (per loro siamo tutti bestie anche se abbiamo ragione. Ne ho conosciuti diversi per motivi di lavoro e posso affermarlo per esperienza diretta)...

    A me, ad esempio è successo di non ricevere una bolletta della Telecom, sentirmi chiamare da una di queste agenzie per rivendicare il credito e, senza che mi fosse data la possibilità di capire perché mi stavano rinfacciando un mancato pagamento, trovarmi il giorno dopo con la linea interrotta. Ho contattato la Telecom, li ho presi a male parole, minacciati di azioni legali per danni e la sera stessa (era una domenica...) mi hanno riattivato la linea. Qualche giorno dopo mi è arrivata una copia della bolletta che ho regolarmente pagato e poi... ho lasciato la Telecom per un altro operatore!!!
     
    A geomarchini piace questo elemento.
  9. raflomb

    raflomb Membro Assiduo

    Non condivido, in quanto la prassi impone di inviare una raccomandata di sollecito prima di procedere oltre, in quanto una bolletta inviata per posta ordinaria potrebbe andare smarrita o essere sottratta dalla cassetta della posta, ne consegue l'onere della prova a carico del richiedente affinchè possa procedere ad un recupero del credito.
    Se viene saltato questo passaggio la richiesta è sempre eccepibile.
     
  10. gcarbona

    gcarbona Nuovo Iscritto

    è la prima volta che mi capita una cosa del genere e devo dire per la verità che finora le bollette erano sempre arrivate in tempo mentre questa proprio no ma neanche nessuna raccomandata di sollecito nessuna cartolina gialla lasciata dal postino nulla di nulla
     
  11. tovrm

    tovrm Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Sono assolutamente d'accordo con te in linea teorica. Ma la teoria e la pratica sono molto distanti e le cose stanno in realtà in modo ben differente. Quando mi ha contattato la società di recupero, il mio interlocutore ha affermato che il solo fatto che io avessi confermato la mia identità al telefono faceva ritenere valido il sollecito di pagamento. Per il resto hai già letto come si sono svolti i fatti.
     
  12. raflomb

    raflomb Membro Assiduo

    Possono affermare ciò che vogliono, resta il fatto che è loro onere dimostrare di avere trasmesso correttamente la bolletta.
     
  13. tovrm

    tovrm Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Ripeto. Sono d'accordo con te. Ma hai mai provato a farglielo capire quando ti staccano arbitrariamente l'utenza?...
     
  14. raflomb

    raflomb Membro Assiduo

    Ti sei rivolto al garante dell'energia per denunciare questo abuso?
    Hai avanzato richiesta di risarcimento danni?
    Se tutti ci si comporta così, allora le regole sarebbero rispettate!
     
  15. tovrm

    tovrm Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Se mi fossi rivolto al garante, immagini quanto tempo avrei dovuto attendere per avere riattivata l'utenza? Ho risolto prima con un contatto diretto, evitando anche lunghe contese legali...
    Se tuttavia non avessi avuto il risultato sperato, avrei certamente seguito la strada da te indicata. E anche con molta puntigliosità.
     
  16. raflomb

    raflomb Membro Assiduo

    Questo percorso lo avresti dovuto seguire a prescindere dal contratto diretto, in quanto serve a denunciare gli abusi commessi dalle varie società.
    E' anche un dovere civico e di solidarietà, affinchè venga posto un freno agli abusi.
     
  17. tovrm

    tovrm Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Caro mio, è anche un fatto pratico: non si può vivere in perenne contrasto con il mondo (e, talvolta, questa è la tentazione). Io sono riuscito a risolvere il mio problema in mezza giornata e senza spendere un soldo. Diversamente ne avrei dovuti spendere molti (ed anche molto tempo ed un po' di salute) a fronte di 20-30 Euro di penalizzazione che il Garante avrebbe imposto alla Telecom come risarcimento nei miei confronti (anche qui esperienza diretta). Alla fine bisogna anche valutare la convenienza del fare una certa azione. Le giornate hanno tutte 24 ore ed il tempo da dedicare a quella questione, l'avrei tolto ad altre che in quel momento mi stavano più a cuore. E senza dimenticare che i soldi non crescono sugli alberi.
    Io peraltro, nel mio piccolo, il mio dovere civico ritengo di farlo quotidianamente, talvolta anche a mie spese, denunciando tutta una serie di abusi e prepotenze di vita quotidiana.
    Buon weekend.
     
  18. raflomb

    raflomb Membro Assiduo

    Non avresti dovuto nè spendere un soldo nè perdere una giornata, queste cose, oggi, si fanno con un "click" Esperienza diretta.
     
  19. tovrm

    tovrm Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Spiegami meglio, perché quando ho contattato il Garante mi hanno risposto di inviargli una raccomandata con la quale avrei dovuto riepilogare quanto accaduto, dopodicheé avrebbero contattato loro l'operatore che a sua volta si sarebbe dovuto attivare nei miei confronti. Ovviamente esito in tempi biblici.
     
  20. raflomb

    raflomb Membro Assiduo

    Io ho operato via fax ed e.mail.
    Avendo già risolto il tuo problema in una mezza giornata, ben potevi parallellamente coltivare la denuncia dell'abuso senza temere le lungaggini della procedura.
    E' ovvio che il garante deve sentire in contraddittorio anche la controparte, è in sostanza una fase istruttoria a cui segue l'accertamento.
    I problemi, eventualmente sono a monte:
    a) i garanti, nelle varie materie, vedi l'AGCOM, sono effettivamente terzi e quindi super partes, o sono un'emanazione politica?
    b) la gente, ovvero noi, conosciamo nella sua interezza le procedure e le finalità che perseguono?
    c) la gente, ovvero noi, crediamo nell'efficacia dei loro interventi?
    d) ma, se non vi ricorriamo questa moltitudine di persone che dovrebbe porsi super partes, e procedere con snellezza, che ci sta a fare?
    In sintesi, dobbiamo assumere delle decisioni in merito alla loro funzionalità o alla loro inutilità, affinchè continuino ad esistere o meno.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina