1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
?

Dichiarazioni Redditi Pubbliche: Sei d'accordo?

  1. Si è giustissimo

    409 valutazioni
    64,5%
  2. No ognuno ha diritto alla sua privacy

    205 valutazioni
    32,3%
  3. Non saprei...

    21 valutazioni
    3,3%
  1. JERRY48

    JERRY48 Ospite

    Rendere pubbliche le dichiarazioni dei redditi: Sei d'accordo?

    Come giudichi la proposta?

    Il compito spetterebbe ai comuni.
     
    A brasil, primogiovanni e rabadan piace questo elemento.
  2. ada1

    ada1 Nuovo Iscritto

    C'è già stato un precedente famoso che aveva fatto molto scalpore :

    I redditi degli italiani su Internetpoi arriva lo stop del Garante Corriere della Sera

    Cosa dirà il garante questa volta se la proposta è reale e se la norma fosse approvata ? e cosa diranno i partiti che allora si erano scatenati contro questa possibilità dataci riuscendo a farla abolire ?

    Personalmente vi sono sempre stata favorevole : essere ricco non vuol dire essere disonesto, avere soldi non è certamente una tara e la trasparenza è l'arma migliore per difendersi dagli abusi
     
    A brasil, rabadan, cellamare 1948 e 1 altro utente piace questo messaggio.
  3. keyer

    keyer Membro Attivo

    ...si + vero, essere ricchi non vuol dire esser disonesti, ma inevitabilmente, secondo me, si innesca una guerra fra "poveri" fatta da invidie e cattiverie, spionaggio occulto, anche se qualcuno ha risparmiato onestamente, rischia la gonia pubblica e considerato ladro.

    Questo secondo la mia opinione è un ottimo sistema per deviare la vera evasione, non quella della mancata emissione di scontrini, queste micro aziende ormai sono costtrette a questi stratagemmi per non chiudere visto la pressione fiscale attuale e quella che verrà, Mentre la Casta gode e continua nel suo intento, mentre la guerra fra poveri dilaga....Bisognerebbe avere il coraggio di diminuire drasticamente la pressione fiscale, sono certo che la maggior parte degli italiani sia onesta, e questo portera ad un maggior gettito alle entrate e gli onesti potranno dormire piu tranquillamente.. tra gli evasori si sa, cane non mangia cane....
     
    A Daniele 78 e Pitiuso piace questo messaggio.
  4. jac0

    jac0 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Accanto alle dichiarazioni dei redditi dei contribuenti, andrebbero pubblicati i redditi presunti degli evasori totali e parziali. Infatti occorre dar risalto non solo ai redditi dichiarati, ma anche a quelli non dichiarati.
     
    A meri56, aiace, SteCa e 1 altro utente piace questo messaggio.
  5. gcava

    gcava Membro Attivo

    Professionista
    beh...trovo che sia anche un'ottima guida per i furti. Già mi immagino sul sito..."Sei un ladro? registrati e segui le istruzioni per poter scegliere la villa da derubare più vicina a te" e nelle istruzioni "con pochi passi potrai scovare chi vive bene ma non lo dimostra"....si fa per ridere naturalmente...forse!!:^^::^^::^^:
     
  6. JERRY48

    JERRY48 Ospite

    x ada1

    Infatti "mi preoccupano questi continui annunci e retromarce dopo dopo poche ore".
     
  7. maurom

    maurom Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Secondo me, non potranno farlo per motivi di Privacy. Il Garante è intervenuto immediatamente l'ultima volta. E poi, signori miei, gli ultimi che lo vogliono fare sono proprio loro, quelli del nostro parlamento, vedere quello che guadagna Bossi o Berlusconi (..... solo dei redditi dichiarati.......) serve a qualcosa?
    Bisogna combattere chi non paga le tasse, bisogna combattere l'evasore altrimenti chi ci rimette è sempre la stessa persona , l'impiegato pubblico o privato. Bisogna combattere iniziando da noi, chiedendo lo scontrino e pagando solo con presentazione fattura, bisogna denunciare chi non lo fa.
    Solo cosi si puo' arrivare ad un giusto compromesso. I sistemi esistono ma non vogliono applicarli. Pensate ad un Bar al Centro di Roma che magari paga 6.000 euro di affitto e dichiara 20.000 euro l'anno di reddito. (pensate che questo Bar non evada le tasse? perchè non si interviene?) - A Bologna in Via montegrappa c'e' un risstorante che emette degli scontrini che non sono fiscali (non si accorge nessuno perchè lo emette da una cassa automatica) , gliel'ho detto, e mi fa lo scontrino fiscale. lo sapete che cosa mi ha detto successivamente... " a dotto' le tasse sono alte tanto se arriva la guardia di finanza al massimo mi fa una multa pari a 1.500 euro..... sono anni che vado avanti cosi....." roba da pazzi. (tenete presente che è un ristorante che minimo incassa 5/8 mila euro al giorno)
    Se il Governo vuole combattere l'evasione è sufficiente costituire delle griglie per singolo esercente o portatore di partita IVA (per categoria) fare delle statistiche e chi sta sotto certi livelli inasprire i controlli perchè la probabilità di evasione è alta.......ma forse Berlusconi e Bossi non lo vogliono fare........ e alla fine sapete che succede... le tasse non diminuiscono anzi le aumentano e le paghiamo sempre noi impiegati con reddito fisso e sicuro.
    Da una statistica letta su un giornale italiano (non ricordo quale) sembra che l'89% degli autonomi dichiara di guadagnare meno di 20.000 euro . Sarà vero?
     
    A gavi, bolognaprogramme e elisa86 piace questo elemento.
  8. alberto bianchi

    alberto bianchi Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Nei paesi "civili" i redditi sono pubblici, le cose vanno meglio, c'è più equità, e gli evasori vanno in galera: e.g. USA. Essere ricchi è un vanto e renderlo pubblico è un onore ed un grande piacere. .......non certo in Italia, dove non si dichiarano i redditi ...ma si ostentano i beni di lusso e le disponibilità per dire" Lei non sa chi sono io" e "Ma quanto sono furbo |".
     
    A GianfrancoElly, Dalam, aiace e ad altre 3 persone piace questo elemento.
  9. jac0

    jac0 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Da una statistica letta su un giornale italiano (non ricordo quale) sembra che l'89% degli autonomi dichiara di guadagnare meno di 20.000 euro . Sarà vero?

    Dichiarano così tanto?



    Leggi Tutto cliccando su: Rese pubbliche le dichiarazioni dei redditi, sei d'accordo?
     
    A elisabi piace questo elemento.
  10. alberto bianchi

    alberto bianchi Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Per Mauro2007,
    La legge sulla privacy può anche essere cambiata e limitata agli aspetti realmente personali.
    Cosa c'è di personale nel reddito che proviene da un'attività pubblica. Tutto è pubblico chi svolge una professione svolge un'attività pubblica, è a contatto con il pubblico e deve sottostare a delle regole, i suoi clienti sono pubblici, a meno che non faccia il procacciatore di "prostitute". Chi svolge un lavoro dipendente cos'ha da nascondere ? I colleghi sanno quanto guadagna, il datore di lavoro sa quajnto guadagna, l'Inps sa quanto guadagna. Ma perchè deevono esistere questi misteri nel nome della Privacy ?.
    Il problema italiano è che il garante della Privacy viene nominato dal Parlamento ed in particolare dalle lobbies che non vogliono che le cose cambino e che si possa continuare ad evadere, ad estorcere, a concutere.
     
    A GianfrancoElly e tittitaro piace questo messaggio.
  11. tovrm

    tovrm Membro Senior

    Proprietario di Casa
    La pubblicazione delle dichiarazioni dei redditi è un fatto di civiltà applicato in tutti gli Stati evoluti (nel nord Europa ci sono Paesi dove è possibile, al costo di 2 Euro, avere per sms i dati sui redditi di chiunque). Visco (grande!) ci provò nel 2008, ma andò come tutti sappiamo. Credo che sia solo un annuncio dei tanti che si fanno per propaganda e che alla fine non se ne farà niente.
    Qui la privacy non c'entra nulla. Se c'è un interesse pubblico, non c'è privacy che tenga. È solo un argomento usato da chi ha qualcosa da nascondere. È invece un ottimo strumento per stanare chi le tasse non le paga, se finalmente avessimo il coraggio di denunciare chi evade...
    È un primo passo, ma non basta. Occorrono strumenti per stanare i grandi evasori e poi... perché nessuno parla di lotta al riciclaggio di denaro? È qui che veramente girano tantissimi soldi in nero delle varie mafie italiane (migliaia di miliardi di Euro)...
     
    A GianfrancoElly, Dalam e teicili piace questo elemento.
  12. keyer

    keyer Membro Attivo


    ...cosa intendi, che 89 % degli autonomi sono tutti ladri ?... come vedi ho ragione , guerra fra poveri , mentre chi decide queste ******ate se la gode.... vogliono che ci sostituiamo alla finanza, quando basterebbe vedere l'effetivo tenore di vita di certa gente e vedere il reddito dichiarato, specialmente quelli a pareggio di certi industriali, 0 utili,0 tasse....meditate..

    Aggiunto dopo 4 minuti ....

    ...a proposito in galera chi evade 3 milioni di euro, .... quelli sotto sono salvi..!!!
     
  13. maurom

    maurom Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    E' una questione di parere personale. Dove lavoro io, non si sa quanto prende il collega - salvo che non te lo dice - o quanto guadagna l'amministratore o il Direttore Generale. Secondo me non è giusto farlo sapere e comunque personalmente non amo farlo sapere.
    Credo comunque che non risolverebbe la problematica che il nostro paese sta vivendo.
    Sono d'accordo con te, Alberto, che bisognerebbe inasprire le pene..... chi evade va in prigione!!!! pero' se ci pensate non è possibile che ogni volta bisogna minacciare per ottenere. Come facciamo con i ns figli, se non vai a scuola ti mando in un convento???? no non puo' essere cosi. Si devono fare le regole e si devono rispettare. anche chi fa le regole le deve rispettarle (Berlusconi non è un l'esempio) chi non le rispetta non deve andare alla gogna; ci saranno delle pene sicuramente. Lo Stato in questo è sempre stato assente, con le attuali tecnologie è facile e semplice arrivare a calcolare il reddito di ognuno di noi anche degli autonomi con piccoli scarti di errori. Ripeto non si vuole fare perchè non vogliono farlo.
     
  14. massimoca

    massimoca Nuovo Iscritto

    meno male..... ma sotto di quanto??Massimo:fiore:
     
  15. tovrm

    tovrm Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Il carcere per gli evasori non serve a nulla. Esisteva già con la vecchia L. 516/1982 (legge di conversione del D.L. 10-7-1982 n. 429, cd. Legge Formica). Ma di arresti ce ne sono stati talmente pochi (salvo intasare le Procure di procedimenti che, puntualmente, finivano in prescrizione) che nel 2000 la parte relativa alle «Norme per la repressione della evasione in materia di imposte sui redditi e sul valore aggiunto» è stata abrogata.
    Oggi viene riproposta. A che pro?
     
  16. Gisav

    Gisav Nuovo Iscritto

    Secondo me rendere pubblico è completamente inutile. Tutti gli enti ( banche, Agenzia delle Entrate, ecc.) che hanno bisogno di visionare la dichiarazione dei redditi di un individuo non hanno problemi. Rendere pubblico soddisferebbe solo la curiosità di impiccioni, speculatori e truffatori. Inoltre credo sia discriminante non solo per chi dichiara molto ma anche per chi dichiara poco per diminuzione di affari o per debiti da detrarre.
     
    A gcava e piace questo messaggio.
  17. alberto bianchi

    alberto bianchi Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Chiedi un po' a Madoff se il carcere serve !

    Aggiunto dopo 9 minuti ....

    Ho appena letto lo sconcertante risultato (anche se con un campione irrisorio) del sondaggio.
    La Privacy prevarrebbe sulla pubblicità dei redditi. Mi sconcerta e capisco perchè in Itala è difficile far pagare le tasse.
    Ma finchè continuiamo con questo andazzo resto ancora più convinto che le maniere forti sono indispensabili: Pubblicità dei redditi e divulgazione dei nomi degli evasori e carcere duro.
    Lanciatemi pure tutti gli strali che volete ma una società che permette a Tanzi, dopo aver frodato 14 miliardi di euro, di vivere tranquillo nella sua villa guardata a vista dalle sue guardie del corpo private, invocherò ancor di più il carcere.
     
    A meri56 piace questo elemento.
  18. maurom

    maurom Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Hai ragione Alberto ma la privacy con chi non paga le tasse, secondo me non centrano nulla. sono due elementi paralleli ma distanti.
    Tanzi è un caso ecclatante ; andiamo sul piccolo e mettiamo le norme del tipo..... tu esercente ristoratore o bar o altro , non paghi le tasse..... non potrai piu' svolgere l'attività per tre anni e ti chiudiamo il negozio per 6 mesi.......... poi se superi certe cifre allora anche il carcere........ SEcondo me la gente prima di evadere ci pensa tre volte..........
    Di sistemi ce ne sono tanti ma il piu' semplice è quello informatico (individuazione immediata di cosa devi pagare.....) se lo STATO ITALIANO si informatizza, non avremo questo problema.
     
    A Gisav piace questo elemento.
  19. tovrm

    tovrm Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Dimentichi che Madoff è stato giudicato negli USA e non in Italia. Quanto è durato il processo a Madoff? Quanto sarebbe durato in Italia?
     
    A piace questo elemento.
  20. Franchino

    Franchino Membro Junior

    L'evasione fiscale non la vuole combattere nessuno! Sono solo chiacchere. Io, che capisco la metà di chi non capisce nulla, in forma completamente gratuita, ed a costo zero, sono in grado di far sparire qualsiasi forma di evasione al centesimo!
    Il giorno in cui il parlamento italiano, mi rivolgerà l'invito ad illustrare come si deve procedere, ribadisco a costo zero, sono pronto e felice al tempo stesso.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina