1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. fabiosgas

    fabiosgas Membro Junior

    Proprietario di Casa
    Ciao a tutti
    sapere se gli impianti della casa che ho affittato la scorsa settimana sono a norma.

    Impianto elettrico.
    L'elettricista che ho chiamato a gennaio per mettere a norma l'impianto alla
    fine mi ha fatto la dichiarazione di rispondenza (dopo aver installato
    il differenziale e aver cambiato tutte le prese e interruttori che
    avevano le placche in metallo).
    Non ha potuto mettere a norma l'impianto (quindi passare la terra)
    perchè metà dei fili era murati e le canaline erano troppo strette.
    Insomma avrebbe dovuto rompere tutto e fare nuove tracce.
    volevo sapere se con la dichiarazione di rispondenza sono in regola lo
    stesso e se è come avere l'impianto a norma.


    Impianto di riscaldamento.
    Qui non ho la dichiarazione di rispondenza. Ho un RAPPORTO DI PROVA
    del comune in cui abito fatto nel 2003 con l'identificazione
    dell'impianto, la verifica dell'impianto e il risultato di verifica
    (positivo per la UNI 10389).
    Poi ho il libretto dell'impianto in cui c'è scritto che la data di
    installazione della caldaia è febbraio 1991.
    Non ho altro. Sono a norma per l'ìimpianto di riscaldamento? o mi
    serve qualche altro certificato?

    Impianto Gas.
    Ho solo una fattura del 1973 in cui si parla di spostamento impianto
    gas e cambio contatore.
    Sono a norma? Serve qualche altra carta?

    Che certiifcati pensate che mi manchino per essere a norma e poter
    affitare casa serenamente?

    Non ho altri certificati di nessun altro impianto.
    Ne idrico ne antenna (sono impianti vecchissimi)
    E il certificato energetico credo non sia obbligatorio nelle marche

    ciao
    Fabio
     
  2. basty

    basty Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Per l'impianto elettrico sei conforme ai requisiti minimi di legge. (La DiRe equivale alla DiCo)

    Per l'impianto di riscaldamento , la norma citata riguarda il controllo del rendimento di combustione: non specifichi se sia una caldaia a gas, comunque ogni regione stabilisce un controllo periodico del rendimento e dei fumi, che per caldaie datate dovrebbe avvenire almeno ogni due anni, ed essere riportato sul libretto. Alcune regioni prevedono la trasmissione dei dati agli uffici preposti, e rilasciano un bollino verde (o blu) rappresentativo della tassa e della effettuata revisione (come le auto)

    Per il gas, consiglierei una verifica di un idraulico o tecnico: per impianti in esercizio esisteva la norma UNI 10738 recentemente rivista, che fornisce le linee guida per effettuare la verifica d'idoneità al funzionamento degli impianti a gas ad uso domestico. In pratica consiste in una verifica di tenuta. Data la vetustà dell'impianto una controllatina e magari qualche sostituzione locale non guasterebbero.
     
  3. fabiosgas

    fabiosgas Membro Junior

    Proprietario di Casa
    grazie per la gentile risposta.
    quindi per l'impianto elettrico, nel caso succeda qlcosa (speriamo di no) io i requisiti di legge li ho rispettati.

    per l'impinato a gas (ho una caldaia a metano in cucina a camera aperta che alimenta i termosifoni) di cui ogni anno faccio un controllo. ogni 2 anni il controllo riguarda anche i fumi e mi rilasciano un bollino azzurro. L'ultimo è stato rilasciato a dicembre 2011. Ad ogni conrollo segnano i dati sul libretto dell'impianto.
    Mi manca la fattura di acquisto della caldaia e l'eventuale certificazione.


    Per il fornello a gas il tubo mi era stato cambiato 2 anni fa ma da un idarulico amico che non mi hga rilasciato niente carta... :triste:
     
  4. basty

    basty Membro Senior

    Proprietario di Casa
    La tua risposta denota lo scrupolo giusto di una persona corretta: fai verificare se hai i fori di aerazione e ventilazione nel locale dove hai caldaia e fornello. Quanto alla tenuta (assenza di perdite) dovresti rendertene conto: il metano è erogato con addizionato un odore: non è una prova, ma normalmrnte tutti ci comportiamo così.
     
  5. fabiosgas

    fabiosgas Membro Junior

    Proprietario di Casa
    c'è solo 1 foro di aereazione tondo credo di diametro 200 nel muro della cucina a circa 30 cm da terra..
    Poi c'è sul soffitto (vivino alla caldaia) c'è un foro piu piccolo con una griglia che dovrebbe arrivare nel tetto (mi sa che è il foro della cappa di cucina).


    quando al gas mi ero fatto sostituire il tubo 2 ani fa proprio xchè si sentiva una leggera puzza. Ma da stupido non mi sono fatto rilasciare nessundocumento :triste:
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina