1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. Antonella Tamagnone

    Antonella Tamagnone Nuovo Iscritto

    Buon giorno a tutti! Una persona informata dei fatti mi ha messo un 'condominio' di pulci nelle orecchie.
    Qui di seguito indichero' tutto cio' che mi sono sentita dire:

    - sono un Amministratore abusivo perche' non iscritta Albo
    - ho dichiarazioni o documentazione fiscale da presentare ( tolto eventuale
    770)
    - presentazione di queste dichiarazioni/documentazioni e pagamenti sono
    mia responsabilita' quindi colpevole in caso di errore
    - avrei dovuto a fare una iscrizione (non dice quale) all'Ufficio delle Entrate
    :shock::shock::shock:

    Sinceramente ho percepito altri anatemi cadenti sulla mia testa, ma avevo
    gia' le farfalle nello stomaco e non ho memorizzato.

    Gentilmente c'e' qualche Buon Samaritano che mi puo' dare delucidazioni?

    Grazie! :disappunto::disappunto::disappunto:
     
  2. Antonio Azzaretto

    Antonio Azzaretto Membro dello Staff

    Anzitutto ti dico che il "condomino incaricato" non esiste.

    Pertanto, o un assemblea ha deliberato di nominarti amministratore con le maggioranze previste dalla legge, oppure sei soltanto un soggetto che si occupa di gestire lo stabile di cui è comproprietario, in una certa misura proporzionale.

    Poi è bene sapere che le cosiddette associazioni di amministratori (anaci, anammi o simili) non danno alcun titolo "ufficiale" da accampare che possa essere assimiliato alla patente di guida per poter guidare.

    L' amministrazione, come la politica, o la fai o la subisci, il resto sono chiacchere.

    Il tuo condominio, come tutti i condomìni, ha bisogno di un' organizzazione amministrativa economica, efficace ed efficiente.

    L' organizzazione del condomìnio è indispensabile a causa dei servizi di gestione insostituibili che fornisce:

    La rappresentanza legale, la gestione della cassa, la cura e la manutenzione dei beni comuni.

    Proprio perchè i condòmini hanno un bisogno assoluto di organizzarsi, non ne possono cioè fare a meno; proprio per questo, chi governa il condomìnio, se agisce in mancanza di un sistema di procedure controllato, può imporre prezzi altissimi per i servizi di gestione erogati, per quanto questi possano essere scadenti.

    Ossia, l' amministratore in carica può permettersi di esigere e incassare altissime quote condominiali, mentre dall' altro lato può permettersi di dare in cambio il minimo indispensabile in fatto di servizi, trattenendo e usando per sè la differenza tra le risorse incamerate e quelle erogate.

    Così massimizza i profitti! E' la legge della domanda e dell' offerta in un regime monopolista!

    Siccome gli amministratori sono imposti dalla legge, finora essi hanno agito con la piena libertà di poter imporre anche la propria organizzazione e il proprio sistema di procedure; proprio per questo motivo gli amministratori, spesso, sono inefficienti; sempre, sono potenzialmente in conflitto di interessi; occasionalmente, fuggono con i soldi della cassa comune.
     
    A Antonella Tamagnone e BRUFERBOLOGNA piace questo messaggio.
  3. cautandero

    cautandero Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Vedo che sei contro gli amministratori per partito preso. Ti preciso, comunque, che non sono gli amministratori a determinare le spese e le quote condominiali che questi deve esigere, ma è l'Assemblea dei condomini. Se l'amministratore da in cambio del suo lavoro dà il minimo indispensabile e questo non piace ai condomini, l'Assemblea degli stessi, può decidere, in quesiasi momento di "defenestrarlo" ,mandandolo "a casa" ed eleggendo un altro amministratore al posto di questo che giudicano inefficiente. Premetto,non sono un amministratore condominiale e non ho voluto mai farlo.
     
  4. Antonella Tamagnone

    Antonella Tamagnone Nuovo Iscritto

    Non ho avuto la tua sensazione leggendo la risposta di Guardiano.
    Quello che ho capito e' che, purtroppo, una grande parte degli amministratori seguono le regole generali comportamentali
    che sono un uso in Italia da parte di coloro che esercitano la loro professione in un campo che da' la liberta' di agire
    senza tanti controlli. Queste sono le regole dei furbetti. Tutti si lamentano ma poi al momento di prendere la decisione di
    sostituire detti furbetti dicono l'un l'altro " Tanto sono tutti uguali magari finiamo da uno peggiore!". E cosi' si rimane per
    anni intrappolati.
    Guardiano ha sottolineato che esistono anche gruppi di Amministratori che fanno gli interessi dei condomini e che comunque
    riescono a guadagnare facendo il loro lavoro in modo onesto ed oculato.
    :daccordo::daccordo::daccordo:
     
  5. Antonio Azzaretto

    Antonio Azzaretto Membro dello Staff

    Non sono "contro" gli amministratori, visto che, tra l' altro, esercito la professione di "amministratore".
    Invece sono "per" la gestione condominiale che crea valore per chi abita nella casa.

    Chissà perchè in Italia è così necessario avere dei nemici da combattere!

    Io non ho nemici! Discuto con tutti coloro che hanno la voglia e il coraggio di approfondire le questioni e risolvere i problemi.
     
    A Antonella Tamagnone piace questo elemento.
  6. Luigi Barbero

    Luigi Barbero Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Gli interventi di Antonio Azzaretto mi sono piaciuti assai assai. Purtroppo ho conosciuto molti dei praticoni da lui citati. Al contrario, la professione - faticosa e stressante dell'Amministratore con la A maiuscola- è una cosa seria e non esistono associazioni di categoria (autoelevatesi pomposamente al rango di Albo Professionale). Dato che la discussione era già stata iniziata tempo fa, inviterei, se possibile e se è il caso l'Amministratore del Forum a "rimandarla in onda. Vi abbiamo contribuito numerosi.
     
  7. milly52

    milly52 Membro Attivo

    Proprietario di Casa
     
  8. Antonio Azzaretto

    Antonio Azzaretto Membro dello Staff

    In pratica l' Enel intende intestare il contratto di erogazione dell' energia elettrica al condominio.

    L' ente vi chiede per questo motivo di costituire il condominio e di nominare un amministratore (che poi sarà il soggetto che fungerà da rappresentale legale e chiederà il numero di codice fiscale).

    Mi sembra una richiesta legittima e opportuna, visto che voi, di fatto, siete un condominio.

    Finora non avete avuto un contratto di erogazione dell' energia elettrica regolare; è ora di cominciare.
     
  9. milly52

    milly52 Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Il contratto dell'enel è già intestato al residence solo che è stato dato come codice fiscale quello della persona a cui era appoggiato come recapito postale,per cui mi dice che è obbligatorio nominare un amministratore?Se dovesse farlo uno dei condomini quali incombenze ha?:domanda:
     
  10. Luigi Barbero

    Luigi Barbero Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Allora, il codice fiscale del condominio è diverso da quello della persona fisica. Il primo è composto da soli numeri, mentre il secondo e fatto di lettere del cognome e del nome di numeri circa la data di nascita e lettere e numeri per il comune di nascita.
    quindi l'Enel non può fatturare ("la bolletta" è una fattura....) ad una persona fisica una utenza intestata a: "condominio", "residence" ecc. ecc.
    L'amministratore avrà l'incombenza di chiedere il C.F. all'Agenzia delle Entrate, di riscuotere l'importo della fattura Enel e.....dato che c'è un corsello condominiale, avrà anche la gestione dell'illuminazione e della manutenzione del medesimo. Oltre alle pulizie, se previste. Avrà la rappresentanza legale del Condominio ecc. ecc.
     
  11. milly52

    milly52 Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Visto il problema che si pone con l'enel,ci siamo chiesti se quando sono state costruite le villette ed è stato messo un contatore intestato al condominio ci sarà pur stato un cod.fisc.;abbiamo recuperato la prima fattura che è del '94 e c'è effettivamente un cod.fisc.tutto numeri,sulle bollette fino ad aprile 2007 c'è,dal bimestre successivo improvvisamente SPARISCE:domanda::domanda::domanda::domanda:
    Se telefoni al n.verde dell'enel ci sono 50 dischi e non ti fanno parlare con un operatore,ci armeremo di pazienza ed andremo nella sede più vicina,farò sapere come si evolve la faccenda.Speriamo che sia un errore loro:disappunto::disappunto:
     
  12. Luigi Barbero

    Luigi Barbero Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Probabilmente è un errore del sistema informatico Enel. Tuttavia, rimane sempre la "gestione" del passetto, la sua manutenzione ecc. ecc.
    C'è anche la possibilità di collegarti al sito enel, registrarti e dopo chiedere tutte le informazioni via mail. Ma se avete un Punto Enel vicino, è ancora meglio.
     
  13. milly52

    milly52 Membro Attivo

    Proprietario di Casa
  14. carla13

    carla13 Nuovo Iscritto

    Vi consiglio di prendere un pannello solare,che vendono già pronto all'uso,o anche più di uno,in alcuni negozi di elettricità,così risparmierete la bolletta e l'amministratore,auguri ,luisella:idea:
     
  15. milly52

    milly52 Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Ciao Luisella spiegami meglio di cosa si tratta sembrerebbe interessante:idea:
     
  16. carla13

    carla13 Nuovo Iscritto

    Spiego meglio: in alcuni negozi di eletticità,ad es a torino c'è la gbc,in via monfalcone,dove sono stata personalmente,ed anche in altre aziende,vendono dei pannelli solari già pronti all'uso,basta avere lo spazio per metterli,(si parte dal mezzo metro,)e fare un collegamento semplice,dopo di che ti produce da solo l'energia,per le lampade ,o per altre cose,comunque queste ditte di elettronica te lo spiegano bene.Ad esempio io,adesso stò illuminando il balcone a piano rialzato con due lampade solari,pagate circa 5,(cinque ) € l'una,comperate in un banco del mercato.In pratica,su posizione on,di giorno prendono il sole e si caricano; al primo segnale di buio,o mettendo sopra una mano per coprirle,si accendono.Provare per credere.Stò pensando che prenderò qualche altro pannello.Partivano,più e meno ,dai 50 -60 €.Ciao , Luisella
     
  17. Antonella Tamagnone

    Antonella Tamagnone Nuovo Iscritto

    Molto interessante! avete percaso sentito di pannelli solari per fontanelle da giardino?
    Oltre al consumo si evitano canalli per fare passare cavi interrati.
    Vi ringrazio.
     
  18. Luigi Barbero

    Luigi Barbero Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Se hai nelle vicinanze un magazzino Leroy Merlin puoi trovare di tutto e di più sull'argomento. Non è mia inenzione fare pubblicità ai francesi, ma anche se a volte sono più cari che altrove, hanno proprio di tutto.
     
  19. Antonella Tamagnone

    Antonella Tamagnone Nuovo Iscritto

    Ti ringrazio "paesano"!. Alle volte mi perdo in un bicchiere d'acqua!
    Salutoni!
     
  20. carla13

    carla13 Nuovo Iscritto

    il pannello solare può servire per qualsiasi elettrodomestico,purchè in quantità sufficente al consumo di tale elettrodomestico,più pannelli ,o meno pannelli.luisella
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina