1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. sissyby74

    sissyby74 Nuovo Iscritto

    Buonpomeriggio.
    Sottopongo il mio quesito.

    Ho il diritto di passo su una striscia di terreno che mi permette di portare l'auto nella mia proprietà recintata. Sul contratto stipulato nel 2005 tra mio padre che riceveva il diritto di passo e il proprietario della striscia di terreno; mio padre si impegnava a costruire, entro 3 anni dalla data del contratto, un muretto di delimitazione di confini una volta che il proprietario della striscia di passo e il proprietario del terreno confinante si fossero accordati sui confini.

    Ad oggi, forse il proprietario della striscia di terra dove abbiamo il passo, si è accordato sui confini, ti dico questo perché ho notato un paletto di ferro (oltretutto pericoloso per l'incolumità delle persone!!!) nel terreno. Vorrei sapere se siamo ancora obbligati a costruire il muretto di confine sopracitato sebbene siano passati 6 anni. Ed inoltre vorrei sapere se c'è un metodo per delimitare i confini e poter togliere quel paletto di ferro pericoloso.
     
  2. Massimiliano Lusetti

    Massimiliano Lusetti Membro dello Staff

    Non sapendo cosa vi sia scritto precisamente nella scrittura privata ( o atto pubblico registrato) fra tuo padre e i concedenti il diritto di passo è difficile dare una risposta sicura.
    In linea di principio dovrebbe essere il concedente il diritto di passo a chiederti di ottemperare a quanto sancito nella scrittura. Penso che in un certo senso valgano i tempi dell'usucapione ovvero se trascorsi 20 anni dalla data del contratto nessuno ti ha richiesto di eseguire quanto promesso in pratica non te lo potranno più richiedere.... ma su questo potrebbe essere più preciso un avvocato civilista....
     
    A sissyby74 piace questo elemento.
  3. sissyby74

    sissyby74 Nuovo Iscritto

    grazie della risposta.

    allego maggiori dettagli; si tratta di un atto firmato dal notaio, duqnue credo questo comporti la sua registrazione. Ma se nell'atto c'è scritto che il muro deve essere costruito entro tre anni dalla data del contratto......e ne sono passati sei? perchè hanno scritto tre anni se poi valgono i 20 anni dell'usucapione?
     
  4. Massimiliano Lusetti

    Massimiliano Lusetti Membro dello Staff

    Tuo padre ha espresso un atto di impegno subordinato alla conoscenza dei confini... quindi suppongo che i proprietari avrebbero dovuto segnalarti questi confini in modo altrettanto ufficiale.
    Bisognerebbe leggere atto per capire. Ti hanno segnalato i confini i proprietari? Se non te li hanno segnalati come poteva costruire il muro?
    Se gli è stato segnalato il confine tuo padre è inadempiente e il contratto potrebbe essere impugnato dai proprietari 8 in questo senso valgono i 20 anni da parte die proprietari per dirti che sei inadempiente e quindi toglierti il diritto di passo... a mio avviso (ma prendila con le pinze).
    Poic'è da leggere attentamente se l'impegno prevede una comunicazione da parte dei proprietari o no e se la decorrenza dell'impegno è dalla data della conoscenza dei confini o dalla stiula dell'atto. Nel secondo caso è probabile che sia finito l'impegno unilaterale di tuo padre sempre che i proprieatri non abbiano modo di dimostrare che loro hanno segnalato i confini a tuo padre.
     
    A sissyby74 piace questo elemento.
  5. sissyby74

    sissyby74 Nuovo Iscritto

    I confini non sono ancora stati consegnati a mio padre ne in modo ufficioso ne in modo ufficiale.

    Nell'atto c'è scritto che il proprietario si impegna a dare i confini a mio padre che a sua volta si impegna, entro tre anni dalla data del contratto, a costruire il muro di confine a sue spese seguendo le specifiche mensionate nel contratto.

    Ovviamente ad oggi il proprietario non ci ha ancora dato i confini perchè è in disaccordo con il proprietario dell'altro campo......credo che in questi giorni stiano prendendoli, ho visto diverse persone imegnate a misurare.
     
  6. arianna26

    arianna26 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    quanto firmato è poco chiaro "entro 3 anni dal contratto" e "una volta stabiliti i confini" sembrano due termini in contrasto tra loro. se si voleva limitare l'obbligo a tre anni bisognava far si che "una volta stabiliti i confini" si configurasse come una condizione con frasi tipo "qualora entro tale termine il proprietario abbia comunicato l'esatta posizione dei confini" " a patto che il proprietario entro 3 anni indichi esattamente dove costruirlo" e simili. così stando le cose la situazione è dubbia ma io propenderei per il no, perchè non si può rimanere come color che son sospesi a vita. e non è colpa tua se entro tre anni non ti han fatto spaere niente. comunque io, al momento non solleverei polvere. aspetta di vedere cosa ha il proprietario e facci sapere.
     
    A sissyby74 e Massimiliano Lusetti piace questo messaggio.
  7. sissyby74

    sissyby74 Nuovo Iscritto

    trascrivo le parole precise del contratto "i proprietari dei fondi dominanti (i miei genitori) si obbligano ad eseguire entro tre anni da oggi, a loro completa spesa, una recinzione lungo tutto il tratto di confine lato ponente del terreno di proprieta del signor XXX ...."

    il fatto è che il confine non è ancora stato comunicato ne ufficialmente ne ufficiosamente a mio padre.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina